Home CALABRIA Cosa vedere a Tropea e dintorni e cosa fare nel borgo oltre le spiagge

Cosa vedere a Tropea e dintorni e cosa fare nel borgo oltre le spiagge

Informazioni ed emozioni su Tropea, "Perla del Tirreno" e regina della Costa degli Dei

by Mimì
visitare Tropea: cosa vedere -Santa maria dell'Isola

Lo ripeto spesso e lo scriverò anche stavolta, cercando di farvi scoprire e consigliarvi cosa visitare, vedere e fare a Tropea e dintorni, cuore pulsante della magnifica “Costa degli Dei”, da molti definita anche come Costa Bella! Perchè Tropea non è solo spiagge e lo scoprirete!

Ci sono dei cliché su molte destinazioni in Calabria, che portano a pensare alle stesse quasi esclusivamente in funzione delle vacanze estive – balneari, scegliendo di andare a Tropea “solo” per quelle che sono le più belle spiagge della Calabria, non considerando la poliedricità e la conformazione dei territori calabresi, oltre alla grande attrattiva che deriva dalla millenaria storia e dalle antiche tradizioni culturali, di cui queste località sono portatrici!

E ora vi porto con me a scoprire passo passo uno dei Borghi più Belli d’Italia: vi porto a visitare una “Tropea segreta” che non vi aspettate …

Cosa vedere a Tropea e dintorni La chiesa di Santa Maria dell'Isola vista da uno degli affacci di Tropea, Calabria Italia

Cosa vedere e fare a Tropea – La chiesa di Santa Maria dell’Isola vista da uno degli affacci del Borgo

Panorami verso Capo vaticano da Santa Maria dell'Isola a Tropea calabria Italia

Cosa vedere a Tropea e dintorni: Panorami verso Capo vaticano da Santa Maria dell’Isola

 

Tropea, la “Perla del Tirreno”, ha sofferto sino a poco tempo fa di questa “sindrome”, sino a quando ha guadagnato la prima pagina sulle copertine della stampa, per la sua candidatura a “Capitale italiana della Cultura per i 2022”, iniziata in periodo pre-covid!

E’ forse in quel momento però, che i Turisti ed i Viaggiatori si sono potuti accorgere quanto questo territorio possa offrire in ogni stagione, e non solo in estate, attraverso i suoi attrattori naturalistici ma anche culturali

Perchè la “Perla del Tirreno”, insieme a tutta la Calabria, “è una terra dove culture e colture hanno integrato diversi popoli, l’area dove possono nascere nuovi stimoli e progetti creativi, per dare una concreta opportunità di inclusione e di sviluppo per il territorio, ed è un’occasione di conoscenza e consapevolezza di una Calabria diversa, per tutti gli Italiani.”

 

ecco cosa visitare a Tropea: cosa vedere e fare sulla Costa degli Dei

Visitare Tropea: cosa vedere – Bellezza Mediterranea – Foto credits Maria Celebre

Cosa vedere a Tropea e dintorni, capitale italiana della cultura

Cosa vedere e fare a Tropea e dintorni – Foto credits by Maria Celebre


Visitare Tropea e dintorni: cosa vedere

nel cuore della Costa degli Dei

 

Abbarbicata da secoli su una rupe che si specchia nel blu cangiante del mare Tirreno, l’incantevole borgo marinaro di Tropea, ha iniziato nel 2019 da vera protagonista la “sfida” con altri 43 insigni centri e borghi italiani.

La candidatura a Capitale italiana della Cultura 2022, titolo poi andato con merito alla splendida Isola di Procida, spero possa essere stata in ogni caso di aiuto a far comprendere che Tropea, si vuole proporre non solo attraverso il biglietto da visita (pur incantevole) del suo splendido mare, ma anche per gli attrattori culturali offerti del proprio territorio e dai suoi dintorni!

Inevitabile quindi, anche da parte mia, porre l’accento su questo evento, prima di addentrarmi nella scoperta di Tropea e dei suoi dintorni!

A tutto ciò contribuisce anche l’ulteriore candidatura e il riconoscimento, dall’ottobre del 2020, di Tropea  fra i Borghi più belli d’Italia!

 

Riflessi dei Palazzi sul mare a Tropea

Tropea e dintorni: Cosa vedere – Lo Skyline di Tropea riflesso sul mare (foto credits by Maria Celebre

Una piccola Guida attraverso le parole e le immagini per farvi visitare Tropea e dintorni; Cosa vedere e fare nel cuore della Costa degli Dei!


Tropea e dintorni manifesto della candidatura 2022 a capitale italiana della cultura spuntidiviaggio

Aggiornamenti sui riconoscimenti al Borgo di Tropea

Per il meraviglioso Borgo di Tropea il futuro turistico ed i riconoscimenti sono tutti “Working in Progress”! Vale la pena aggiungere questo ulteriore paragrafo, che spero di aggiornare spessissimo!

Perchè, il 4 Aprile 2021 la “Perla dei Tirreno” ha superato e vinto la sfida che ha portato alla proclamazione del “Borgo dei Borghi 2021”, nel corso del serale della trasmissione “Alle Falde del Kilimangiaro”, condotta egregiamente da Camila Raznovich.

Tropea è arrivata prima fra 20 splendidi Borghi italiani, tutti a rappresentare la vocazione alla Bellezza di ciascuna regione della nostra Bella Italia. Al secondo posto si è posizionato il borgo di Baunei in Sardegna, ed al terzo Geraci Siculo, in Sicilia!

Una sfida svoltasi in un periodo particolare, con la pandemia a tenere ancora una volta rinchiusi in casa gli italiani, con tanta sofferenza nel comparto turistico ma nel contempo, con una immensa voglia di riscatto in tutta la Calabria!

Tutto questo, a maggior ragione per tutta la Calabria, ancora molto indietro nel marketing turistico rispetto ad altre mete italiane!

Vie del Borgo di Tropea e fiori - borgo in Calabria Italia

Per le vie del “Borgo dei Borghi”

Dagli Affacci di Tropea sapere cosa vedere è facile

Affacci di Tropea per restare senza parole!

Vista dalla Chiesetta di Santa Maria dell'Isola sul Borgo di Tropea

Vista dalla Chiesetta di Santa Maria dell’Isola sul Borgo di Tropea e sulle sue spiagge più belle!


I territori si raccontano fra cultura,

storia, natura e bellezza

Cose da sapere su Tropea e dintorni:

Storie e leggende.

 

Ci sono luoghi in cui le bellezze paesaggistiche e naturali dei luoghi, il fascino incredibile che deriva da storie, leggende e tradizioni antiche, si mixano quasi per incanto, lasciando il posto ad emozioni che lasciano senza fiato!

Tropea è senza dubbio è uno di questi luoghi!

La sua vocazione ad impersonare il ruolo di capitale calabrese delle vacanze, non esime dal farvela conoscere anche al di fuori da questi schemi consueti, per farvi toccare con mano una Tropea che è anche cuore ed essenza culturale del Mediterraneo, iniziando dalle sue leggende e dalla sua Storia!

Antica Mappa di Tropea cosa vedere e fare nel cuore della costa degli Dei Storia

Antica mappa del 1703 di Tropea. Autore Pacichelli


 

4 Passi nelle leggende e nella Storia di Tropea

Narrano le leggende che la fondazione di Tropea sia attribuibile a Ercole, da cui deriverebbe il primo nome di Portoercole, dato inn tempi passati a questo borgo.

Le sue origini mitologiche poi, trovano riscontro in due leggende distinte.

  • Nella prima si racconta che Ercole si fermò qui nel suo peregrinare alla ricerca del mitico “Vello d’Oro”, fondando Tropea.
  • Nella seconda leggenda invece, si narra che Ercole qui giunse per liberare la zona da terribili giganti, erigendo Tropea in onore della dea Giunone.

Un’ulteriore leggenda poi, lega la nascita di questo Borgo a Scipione l’Africano, il quale dedicò la fondazione di Tropea alle divinità che lo sostennero nella battaglia contro Cartagine!

Un “tropheum”, che poi sarebbe divenuta la splendida e fiera e Tropea

Storicamente le origini di Tropea affondano le radici in epoca antecedente all’insediamento delle colonie greche in Calabria.  Successivamente al periodo greco poi, questa zona sarebbe stata abitata anche da popolazioni di stirpe brettia ed italica.

Il mistero che avvolge le origini di Tropea, sarebbe quindi legato all’interesse strategico che queste zone esercitavano sui “popoli del Mediterraneo”, senza dimenticare il ruolo delle calamità naturali nel distruggere e trasformare queste terre.

Occorre rammentare inoltre che molti scavi archeologici sono ancora in corso, e che quindi, anche la storia che conosciamo, potrebbe mutare! 

Le leggende su Tropea cedono il passo alla Storia testimoniata, quando Sesto Pompeo sconfisse lungo la Costa degli Dei Cesare Ottaviano.

Anche Plinio il Vecchio e il filosofo Strabone, confermano la presenza di questo importante centro nei loro scritti, descrivendo l’esistenza di “un porto commerciale nella zona di Santa Domenica, a Formicoli.”

Con il tramonto dell’impero romano d’occidente, la “rocca di Tropea” ed i suoi dintorni, si ritrovano sotto la sfera di influenza della dominazione bizantina, che qui ha lasciato impronte storiche, religiose ed urbanistiche, di grande rilievo.

Si deve al generale Belisario, la realizzazione a Tropea, intorno al 534 d.C., di una poderosa cinta muraria di fortificazione, ancora oggi nota con il nome di “mura di Belisario”, posta a protezione degli attacchi dei Goti e in epoche successive, dei Saraceni.

Una terra strategica e contesa quella di Tropea, che fra l’anno 840 e il 885 d.C. fu conquistata anche dagli Arabi. Sotto la dominazione araba venne costruita, ad esempio, la Torre Lunga del castello.

Alla dominazione bizantina si succedette quella Normanna (dal 1060 al 1194).  E’ anche il periodo storico, nel corso del quale Roberto d’Altavilla, soprannominato il Guiscardo, viene messo dal Papa guida il Ducato di Calabria e di Puglia.

Il Duca, per sdebitarsi dei riconoscimenti papali, fece erigere diverse Chiese ed Abbazie a Tropea e dintorni, affidando fra l’altro il Monastero di S. Maria dell’Isola, ai monaci benedettini di Montecassino.

Risale a questo periodo l’edificazione della Cattedrale di Tropea (XI e XII sec.).

Immagine di Tropea dall'alto per capire la sua struttura

Una splendida immagine dall’alto di Tropea (fonte web)  – Serve a capire la sua struttura urbanistica

Nel 1194, ai Normanni successero, gli Svevi.  Per Tropea iniziò un periodo molto fiorente, durante il quale divenne anche importante sede vescovile.

Successivamente, Tropea venne dominata dagli Angioini (1266 – 1442) e dagli Aragonesi (1442-1504).

Tra il XV e il XVI secolo, a Tropea nasce l’Accademia degli Affaticati, un vero e proprio “centro culturale”, per usare un termine a noi vicino, di cui facevano parte uomini di scienze, di lettere e filosofia, locali e non.

Un’attività letteraria che cesserà nel 1923, per riprendere vita nel 2006, con l’istituzione del “Premio letterario nazionale – Città di Tropea”, intitolato alla storica Accademia.

Gli eventi storici che si sono succeduti nei secoli, insieme ai due grandi terremoti del 1783  e del 1905, mutarono in parte l’aspetto di questa cittadina, anche per le successive opere di risistemazione del centro storico.

Vennero realizzate nuove strade, consolidate ed ampliate le Chiese, progettato il Porto.

Il tributo più grande da pagare, fu però la demolizione di alcune strutture ed opere esistenti, come la Porta di Mare, la Torre Bassa, la Torre Mastra e  il castello.

Il dato più importante per chi si reca a visitare Tropea, è che nel tempo il Borgo ha mantenuto l’originale tessuto delle maglie urbane, conservando per noi Viaggiatori, il fascino indiscusso di un grande patrimonio architettonico, culturale e paesaggistico – naturalistico, che costituiscono parte della sua ricchezza!

Una ricchezza che si colora di bellezza mediterranea!

Interno palazzi di Trpra da vedere

Interno di uno dei Palazzi di Tropea – Foto credits Maria Celebre

Scoprire e visitare Tropea antica - antico acquerello

Un antico acquerello che ci fa scoprire l’antica Tropea


Perché visitare Tropea e dintorni: cosa vedere e fare

nel cuore della Costa degli Dei, in ogni stagione!

 

Una lunga premessa storica lo so, ma da sempre credo che avvicinarsi ai luoghi da visitare conoscendone un pò “la vita pregressa” e le leggende dei territori, aiuta a comprenderli meglio e coglierne l’essenza, il carattere!

Tropea poi è un luogo a me molto familiare, visitato in tutte le stagioni ed in ogni occasione!

Questo è il primo punto da cui partire, per scoprire Tropea ed i suoi dintorni al meglio!

Di Tropea se ne parla molto come meta turistica estiva, per la bellezza delle sue spiagge e dei suoi lidi, ma vi assicuro che gli aspetti culturali e storici che qui potete avere modo di toccare con mano, la rendono una meta adatta ad ogni stagione!

Visitare Tropea al di fuori dell’alta stagione, vi dà la possibilità di vivere questo meraviglioso borgo calabrese in modo slow, a contatto con la gente del posto. In bassa stagione poi, i servizi alberghieri, le strutture ristorative e anche lo stesso mitico mare della Costa degli Dei, sono fruibili e godibili al loro top, con prezzi sicuramente più bassi!

Detto questo però, sia che alloggiate a Tropea o in qualsiasi zona della Costa degli Dei, sarà inevitabile che trascorriate nella “perla del Tirreno” gran parte del vostro tempo libero, a fare shopping fra i suoi splendidi vicoli, oppure a rimanere seduti in un caffè a degustare un ottimo gelato o una granita, o ancora più semplicemente, a farvi rapire dai paesaggi che si aprono dagli “Affacci”!

Gli affacci di Tropea, verso la Costa degli Dei

Tropea e dintorni: cosa vedere – Gli affacci mozzafiato, verso la Costa degli Dei

 

E i tramonti di Tropea?

Immancabile l’appuntamento con il sole che tramonta tuffandosi dietro il Santuario di Santa Maria dell’Isola, inghiottito nel cratere dello Stromboli fumante!

Il consiglio che mi sento di darvi è di iniziare la vostra visita di Tropea, al contrario!

Dopo aver parcheggiato la vostra auto (QUI trovate la mappa dei parcheggi), iniziate a fare la conoscenza del centro storico di questa cittadina, cominciando dai suoi splendidi affacci, per poi perdervi nella scoperta dei suoi mille vicoletti!

Scoprirete così mille sfumature di una Tropea che non sospettavate di trovare!

visitare Tropea - cosa vedere. Chiesa di Santa Maria dell’Isola

Cose da vedere a Tropea panorama sulla Chiesa di Santa Maria dell’Isola -Foto credits Maria Celebre


Visitare il centro di Tropea e dintorni:

cose da vedere imperdibili!

Alla scoperta del suo Skyline dagli Affacci tropeani.

 

Una finestra su un paradiso in terra

A Tropea potresti trascorrere ore e ore a passeggiare nell’incantevole labirinto di vicoli e vicoletti del suo centro storico!

Strade e vicoli lastricati di acciottolato, fiancheggiati da splendidi palazzi nobiliari dalle eleganti facciate e i raffinati portali, risalenti al settecento e all’ottocento.

I palazzi costruiti a picco sulla rupe di Tropea, a picco sul mare, sono certa che vi appariranno invece, come l’estensione in altezza della rupe su cui poggiano. 

Dal piano terra di molti palazzi, ristoranti, pizzerie, caffetterie, gelaterie, negozi con i prodotti tipici di Tropea e botteghe di artigianato locale, vengono emanati mille colori e profumi, che rallegrano le vie e il tempo di turisti e viaggiatori!

E’ il regalo di “istanti di Calabria” da portare nel cuore come souvenir indelebile!

Atmosfere frizzanti, magiche ed incredibili, come gli splendidi scorci panoramici da cogliere fra gli edifici, rubati all’azzurro cangiante del mare, a messere Stromboli, a Santa Maria dell’Isola e all’intera Costa degli Dei!

Sono cinque gli affacci principali sul mare nel centro storico di Tropea: vi consiglio di scoprirli tutti, ad ogni ora del giorno!

Sono certa  che il vostro animo ne resterà rapito ed incantato e da qui, non vorrà più andare via!

– Affaccio Raf  Vallone, l’Affaccio dei sospiri in Largo Migliarese

Forse uno degli affacci più belli di Tropea! Si trova al termine del Corso Vittorio Emanuele.  Dalla balconata a picco sul mare, è possibile spaziare con lo sguardo dallo Scoglio di San Leonardo, alla dirimpettaia Chiesa di Santa Maria dell’Isola, per poi lasciarsi rapire dallo splendore della sottostante spiaggia della Rotonda e il mare, favolosamente trasparente e cristallino.

Affaccio di largo Duomo

Si trova alle spalle della Cattedrale di Tropea. Da qui la vista spazia verso il porto  turistico e la parte nord della Costa degli Dei, con un fantastico primo piano sulla cupola della chiesa di Santa Maria di Michelizia.

Affaccio Largo Galluppi (affaccio dei carabinieri)

Un romantico affaccio con alle spalle una piccola piazzetta di acciottolato con il suo cannone posto in mezzo alle panchine. Anche da qui il panorama dell’affaccio precedente ma da un’angolazione diversa. Il sole al tramonto che accarezza le barche è uno spettacolo da non perdere, con vista sul porto turistico, sullo scoglio San Leonardo e la punta della “Pizzuta”.

Una lunga scalinata poi, collega poi questa zona del centro storico alla “Marina”.

Affaccio del cannone  o della Villetta

Si sviluppa quasi parallelamente all’affaccio centrale. La caratteristica piazzetta con affaccio sul mare, si trova alle spalle dell’antico viadotto che permetteva di entrare in città attraverso la Porta Vaticana.

Il suo nome deriva dal cannone, antico ricordo di una delle tante navi nemiche affondate nel corso delle innumerevoli battaglie, per espugnare Tropea.

Belvedere Rico Ripa

E’ la più piccola e nascosta delle balconate sul mare di Tropea: la scoprirete tra due palazzi in Largo Migliarese.

 

Tramonto dal belvedere del Cannone a Tropea

Cose da fare e vedere a Trope -il Tramonto dal belvedere del Cannone- Foto credits by Tommaso Pizzonia

 

Cose da vedere a Tropea assolutamente: la magia del tramonto

Cose da vedere  e fare a Tropea assolutamente: la magia del tramonto

 

Da non perdere assolutamente a Tropea e dintorni: la vista del tramonto del sole nel cratere dello Stromboli!

Se vi trovate a Tropea o sulla Costa degli Dei ad inizio Primavera – da fine marzo ai primi di Maggio – e a fine Estate – da inizio Agosto a fine Settembre – non vi dimenticate di “prendere posto” in uno di questi affacci, e godervi questo spettacolo unico!

Un tramonto infuocato sul Tirreno e sulle Isole Eolie, in Sicilia, non è cosa da tutti i giorni, e ben lo hanno capito gli instagramers di tutto il mondo …

 

Tramonto sullo Stromboli da Tropea

Cose da vedere assolutamente a Tropea e dintorni : il Tramonto sullo Stromboli Dagli affacci – Foto credits by Tommaso Pizzonia

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Spunti di Viaggio (@palamaradomenica) in data:


 

Per meglio comprendere come muoversi a Tropea e dintorni, vi inserisco qui una cartina turistica della città di Tropea

mappa turistica di Tropea

Una mappa per scoprire come muoversi e cosa vedere a Tropea e dintorni!


Da non perdere a Tropea e dintorni:

cosa vedere nella Perla del Tirreno

La spettacolare Chiesa di Santa Maria dell’Isola

 

La Chiesa di Santa Maria dell’Isola, rappresenta la vera icona e il simbolo di Tropea nel mondo ed un luogo imperdibile da visitare!

Ricostruita e restaurata diverse volte nel corso dei secoli, con molta probabilità questo edificio venne abitato da monaci ed asceti basiliani, prima di passare ai monaci benedettini di Monte Cassino.

Intorno al 1066 infatti, Roberto il Guiscardo fece dono della Chiesa sull’isolotto e di altri possedimenti all’abate di Montecassino, Desiderio, divenuto poi papa Vittore III.

Se volete approfondire la conoscenza della Storia di questa Chiesa e le leggende legate alla statua lignea della Madonna, conservata al suo interno, potete consultare il sito ufficiale del Santuario .

Dopo vari restauri, la splendida chiesetta abbarbicata sul panoramico scoglio tufaceo, è visitabile dai turisti, che possono accedervi tramite una ripida scala, ad “alto tasso panoramico.

Per chi volesse visitare il giardino, il percorso storico-liturgico ed il terrazzo panoramico è necessario munirsi di biglietto al costo di € 2,00. Le visite sono prenotabili tramite E – mail o telefonicamente. Per ogni ulteriore dettaglio, potete scrivere cliccando QUI!

Vi ricordo che ogni anno, nel giorno di Ferragosto, viene celebrata la tradizionale processione a mare delle Statue della Sacra Famiglia, che sono conservate nel santuario di Santa Maria dell’Isola. 

Una ricorrenza che vede la partecipazione di tanti turisti e viaggiatori e che meglio fa comprendere le tradizioni culturali di Tropea!

In tutto questo e in ogni stagione, dall’alto del santuario, la vista del bellissimo Borgo di Tropea che si riflette nel mare cristallino, è una esperienza ed una emozione che vi invito a provare, almeno una volta nella Vita!

Cosa vedere a Tropea: Chiesa di Santa Maria dell'Isola dal centro di Tropea

Cosa vedere a Tropea – Vista sulla Chiesa Santuario di Santa Maria dell’Isola


 ilportico medievale di palazzo Collareto-Galli sulla rupe rocciosa

Cose da vedere a Tropea – Palazzo Collareto-Galli sulla rupe rocciosa


Visitare Tropea: cosa vedere nel cuore della

“Perla del Tirreno”!

4 Passi fra le Vie del Borgo …

Questo paese mi rapisce: realizza tutto ciò che avevo immaginato a proposito dei luoghi e del cielo del Mezzogiorno.

   

– Cit. by Astolphe De Custine, da Lettere dalla Calabria, 1830 –

La solarità e la luce degli affacci, continuano e riverberano nel centro storico di Tropea, fra i mille vicoli e stradine che si intersecano fra di loro.

Vi emozionerà sicuramente la suggestione esercitata dalle innumerevoli Chiese, dagli splendidi palazzi patrizi con i loro scenografici balconcini e i portali finemente decorati da stemmi nobiliari e paurose maschere antropomorfe!

Girare fra queste vie, equivale a fare un salto indietro nel tempo!

Partendo dalle balconate, godetevi la bella Piazza Ercole con la statua del filosofo Pasquale Galluppi, la vivacità del Corso Vittorio Emanuele I e il Palazzo Naso, via Roma con la preziosa Cattedrale normanna dedicata a Maria Santissima di Romania, il locale Museo Diocesano, la Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo, il Convento delle Clarisse.

Sempre su Piazza Ercole si affaccia l’Antico Sedile della Nobiltà. Risalente al 1703, in passato rappresentava il luogo d’incontro e di discussione per la nobiltà di un tempo, con la sua torre campanaria, l’orologio, lo stemma ed il raffinato loggiato coperto. 

Nei pressi di Largo Galluppi, si possono ammirare la Chiesa del Gesù e Palazzo Sant’Anna (sede ad oggi del Municipio di Tropea).

Da non mancare di visitare a Tropea poi, il MuMat – il Museo Civico del Mare a Tropea –  ubicato al piano terra dello splendido palazzo Santa Chiara.

Camminando con il naso all’insù, non perdetevi una sosta per ammirare Palazzo Braghò, con il suo ricco portale barocco, Palazzo Toraldo, con suoi splendidi androni, Palazzo di Tocco, uno splendido palazzotto edificato su strutture preesistenti del 1400/1500.

Centro storico di Tropea

Cose da fare e vedere a Tropea  – Per le strade di Tropea

Cose da fare e vedere a Tropea  – Per i vicoli  – Foto credits Maria Celebre

 

In giro per Tropea: luoghi da vedere assolutamente!

La Cattedrale di Maria Santissima di Romania

 

La Cattedrale di Maria Santissima di Romania, è un vero gioiello architettonico da visitare assolutamente quando vi trovate Tropea.

La Chiesa venne edificata intorno al XII secolo ad opera dei Normanni. Nel tempo, la sua architettura ha subito trasformazioni ed interventi di risistemazione, ed oggi si presenta con un sistema basilicale a tre navate, suddivise fra di loro da otto pilastri di tufo ottagonali.

Al suo interno sono custoditi un meraviglioso Crocefisso Nero, proveniente probabilmente dalla Francia, databile intorno al XVII secolo, i sepolcri di Galluppi (1599), quello di Cazetta (XVI secolo) e quello di Scattaretica del 1651, oltre alla sacra effige della Vergine di Romania, oggetto di grande venerazione da parte della popolazione di Tropea.

La tradizione e le leggende popolari raccontano che l’icona  della Madonna  provenga dall’Oriente iconoclasta, mentre realisticamente il dipinto sembra essere stato realizzato da un discepolo di Giotto.

All’interno della pregevolissima Cattedrale sono custoditi un ciborio con rifiniture in oro del 1400, oltre lo straordinario gruppo marmoreo della Madonna del Popolo, realizzato  dall’allievo di Michelangelo, Giovan Angelo Montorsoli.

Sempre all’interno della Cattedrale sono custoditi due ordigni inesplosi sganciati su Tropea durante  la seconda guerra mondiale. Un’altra delle mille grazie ricevute dalla popolazione tropeane da parte della Madonna di Romania!

La processione ed i festeggiamenti dedicati alla sacra effige, si svolgono a Tropea ogni anno il 27 marzo e il 9 settembre. Se vi trovate in zona in uno di questi due periodi, non mancate di partecipare alle manifestazioni religiose e civili!


Tropea e dintorni: cosa vedere assolutamente! Due meravigliose immagini della Cattedrale di Maria Santissima di Romania: particolare dell’esterno e della sacra effige.
Tropea e dintorni. cosa vedere - Chiesa Maria Santissima di Romania

Visitare Tropea e dintorni – Da non perdere la Cattedrale di Maria Santissima di Romania

Effige della Madonna di Romania anella Cattedrale di Tropea

Cose da fare e vedere a Tropea  – Effige della Madonna di Romania

 

Poco distante dalla Cattedrale, potete visitare anche il Museo Civico Diocesano di Tropea (costo biglietto di ingresso: 2 Euro).

Ospitato nei locali dell’ex Palazzo Vescovile, al suo interno racchiude le splendide testimonianze dell’identità devozionale della gente di Tropea.

Il territorio di Tropea è ricca di molte Chiese.

Se avete il tempo, non mancate di visitare la Chiesa del SS. Rosario, la Chiesa di San Francesco e il Convento della Sanità,  la Chiesa dei SS. Filippo e Giacomo, la  Chiesa del Gesù, la Chiesa di San Francesco d’Assisi con la contigua Cappella di Santa Margherita, quelle dedicate a Santa Caterina, a Santa Maria della Neve, a San Giuseppe, la Chiesa del Purgatorio e molte altre ancora.

Per conoscere dove questi edifici sacri sono ubicati, vi lascio il link alla mappa dedicata, che potete vedere cliccando QUI.


 

Il Corallone visto da Tropea marina

Visitare Tropea e dintorni – Cosa vedere – “Il Corallone”

 

Cosa vedere a Tropea e dintorni:

Il Corallone

Fra paesaggi urbani e leggende

Una leggenda narra che a metà del 1700 ci fu una mareggiata. A largo di Capo Vaticano, alcuni pescatori di Tropea pescarono nelle proprie reti un grande ramo di corallo, a quel tempo raro e pregiato.

I pescatori lo vendettero a dei mercanti di Torre del Greco. Dal ricavato, i tropeani costruirono una casa per le proprie famiglie.

Sovrapposero un edificio l’uno sull’altro creando, nel tempo, un miracolo architettonico che ha sfidato pure i terremoti, rimanendo intatto.

Proprio per la sua forma prende il nome di Corallone.

 

                    – Fonte: Pronto Estate

Il Corallone lo potete vedere nella foto sopra! Guardarlo serve più di mille parole e spiegazioni!

L’insieme di case edificate un tempo le une sulle altre, oggi sono state trasformate anche in “casa vacanze”, B&B, dal panorama unico, non credete anche voi?

Emozioni dal passato da rivivere al presente, nel cuore di Tropea!


 

Porto di Tropea

Cose da fare e vedere a Tropea  – Il Porto

 

Cose da  vedere efare a Tropea: visitare il Porto turistico e imbarcarsi per una escursione da favola!

Si tratta di uno dei porti più attrezzati del basso Tirreno, ubicato ai piedi della rocca di Tropea, attrezzato di tutto punto per garantire la navigazione charter e dei diportisti.

Questo porto turistico garantisce inoltre i migliori servizi a tutti coloro che vogliono noleggiare gommoni, barche a motore o a vela!

E’ una piccola “città nella città” a guardare bene, che per la sua bellezza è stata anche location e sfondo della serie tv “Gente di mare”!

Molte delle escursioni via mare che partono dalla Costa degli Dei, trovano spesso l’attracco finale proprio in questa meravigliosa rada! Da qui poi, partono anche le escursioni giornaliere che portano i turisti verso le Isole Eolie …

Per esperienza diretta, vi consiglio di effettuare la navigazione in gommone lungo la Costa degli Dei, che vi dà la possibilità di ammirare la costa e sostare in più punti e fare dello snorkeling davvero affascinante!

Un’esperienza indimenticabile, per vivere e scoprire Tropea ed i suoi dintorni!

Il link di approfondimento alle attività che qui sono svolte e garantite, le potete trovare cliccando QUI!


Spiagge di Tropea

Cose da fare e vedere a Tropea – Le spiagge caraibiche made in Calabria!


Visitare Tropea e dintorni:

Le spiagge più belle d’Italia le trovate qui

La Costa degli Dei, di cui Tropea fa parte, è ricchissima di baie e spiagge da sogno, tutte meritevoli di una sosta per ritemprare il corpo e lo spirito!

Immagini e scorci capaci di fare innamorare chiunque, luoghi dove il verde delle montagne e l’azzurro del mare cristallino, si fondono con i profumi e le note delle essenze di questa Calabria, per dare suggestioni indimenticabili! 

Tutto questo è un valido motivo per scegliere le spiagge di Tropea per le vostre vacanze, ma voglio aggiungervene un altro, forse il più importante!

Nel Maggio del 2020, al mare e alle spiagge di Marina del Convento, Marina dell’Isola e Rocca Nettuno a Tropea, è stata riconosciuta la Bandiera Blu del Programma internazionale coordinato dal FEE, la“Foundation for Environmental Education”. Un ulteriore motivo per visitare questo borgo, fra i più belli d’Italia. 

Nel Febbraio 2021, TripAdvisor ha riconosciuto Tropea fra le 25 Spiagge più Belle d’Europa, e quindi, di diritto è anche fra le spiagge più belle d’Italia.

Oltre la bellezza c’è la qualità quindi!

Vi suggerisco le spiagge più belle che potrete frequentare direttamente a Tropea, indicandovene la localizzazione su mappa (la troverete linkata ad ogni località!).

Le spiagge più belle a Tropea e nei suoi dintorni geolocalizzate

Volete sapere qual è la mia preferita fra queste?

Ve lo svelo nell’articolo dedicato alle spiagge più belle della Costa degli Dei!

Lo avete già letto?

Per ora vi dico solo che queste spiagge, di un bianco abbacinante e dalla consistenza borotalco, degradano dolcemente in un mare che nulla ha da invidiare al mare dei Caraibi, che pure ben conosco! 

Troverete spiagge libere e spiagge attrezzate, oltre a lidi dotati dei migliori confort, dove potervi rilassare alla grande, magari sorseggiando un buon drink o degustando una spettacolare granita, davanti ad un tramonto mozzafiato con vista sullo Stromboli!

Cosa vedere e fare a Tropea e dintorni – La Mappa delle spiagge

>

Dove Parcheggiare a Tropea e dintorni 

 


Tropea da vivere

Tropea: cosa vedere? Tropea fra panorami e bellezze e spiagge meravigliose(Foto credits by Maria Celebre)


Dove dormire a Tropea (e dintorni)!

Un problema che sicuramente non avrete nell’organizzare una Vacanza a Tropea e dintorni o sulla Costa degli Dei, è quella della scelta relativa alla tipologia di alloggio in cui soggiornare!

Dall’hotel a 5 stelle dotato di Spa e centro benessere, alla casa vacanza, alla dimora di charme romantica con affaccio sul mare, a Tropea potrete trovare tutto quello che desiderate, tenendo conto anche del badget che avete in mente di spendere!

Potete anche decidere se rimanere in una struttura nel centro di Tropea, o alloggiare in modo un po’ più defilato nei numerosi Hotel della vicina zona di Capo Vaticano o Ricadi, anch’essa ricca di spiagge paradisiache! Tropea è comunque facilmente raggiungibile sia da Capo Vaticano che Ricadi.

Tenendo conto di tutto questo, mi sento di consigliarvi l‘Hotel “La Bussola” a Capo Vaticano, struttura a conduzione familiare, di cui più volte sono stata ospite (Qui trovate la mia recensione su TripAdvisor), e nella quale mi sono trovata davvero bene, sia per quanto riguarda le camere, sia per i servizi, che per il buon cibo!

Molte altre informazioni poi, le potrete trovare in loco attraverso la guida turistica Pronto Estate

piscina dell'hotel La bussola a Capo Vaticano

Piscina dell’hotel La Bussola


Visitare Tropea e dintorni: Cosa vedere e come fare per arrivare nel cuore della Costa degli Dei.

Per chi Viaggio in auto

Dal Nord: Dall’ Autostrada del Mediterraneo, la A3 Salerno – Reggio Calabria, occorre uscire a Pizzo Calabro, quindi seguite la S.S. per Tropea – Capo Vaticano.

In alternativa uscite a S. Onofrio – Vibo Valentia, seguendo le indicazioni   per Tropea.

Dal Sud: Uscite dalla A3 Salerno – Reggio Calabria a Rosarno, quindi proseguite per Nicotera – Joppolo – Coccorino – Ricadi – Capo Vaticano.

In alternativa uscite dalla A 3 a Mileto, seguire la strada statale 18 per Tropea e poi al bivio di Zungri proseguite per Ricadi – Capo Vaticano – Tropea

In aereo:
Aeroporto di Lamezia Terme a 55 km
Aeroporto di Reggio Calabria a 110 km

In Treno
Diversi treni collegano la stazione di Tropea con tutte le città d’Italia.

Con Trenitalia occorre raggiungere le stazioni di Lamezia Terme o  di Vibo Valentia.

  • Lamezia Terme dista 50 km da Tropea.
  • Vibo Valentia dista 20 km da Tropea.

Da Lamezia Terme o da Vibo Valentia, potrete poi proseguire per Tropea con treni locali, bus o taxi

Visitare Tropea e dintorni:

Visitare Tropea e dintorni: cosa vedere nel Paradiso in Calabria (foto credits by Maria Celebre)

Al termine di questo articolo, dedicato a “cosa vedere e fare a Tropea e dintorni nel cuore della Costa degli Dei”, voglio esprimere un’ulteriore ringraziamento personale a coloro che mi hanno concesso l’utilizzo di alcuni splendidi scatti: Tommaso Pizzonia e Maria Celebre!

Se quello che ho scritto in questo articolo vi è piaciuto, non esitate a condividerlo!Se volete ricevere ulteriori approfondimenti su quanto qui potete leggere, scrivete pure di seguito nei commenti: risponderò alle vostre domande!

Al prossimo Spunto di Viaggio by Mimì!
Lasciatevi Ispirare … 

Vi consiglio inoltre di continuare la vostra visita a Tropea e dintorni, visitando le vicine grotte di Zungri, per poter scoprire il sito dell’Insediamento Rupestre e il Museo della Civiltà Rupestre e Contadina!

Sempre sulla Costa degli Dei non perdetevi poi la visita al Borgo di Pizzo Calabro e alle sue meraviglie.

Se poi avete voglia di scoprire altre coste e borghi di Calabria, proseguendo verso Sud, verso Reggio Calabria, potete ammirare le bellezze della Costa Viola, visitare Scilla e Chianalea di Scilla,  oppure sconfinare sulla costa jonica di Reggio Calabria, sulla Costa del Gelsomini, per visitare e vivere i borghi dell’area grecanica (Bova o Gerace, ad esempio, ad esempio!)!

C’è solo l’imbarazzo della scelta … vi aspettiamo!

Grotte di Zungri: cosa vedere nella misteriosa Città di Pietra di Calabria

You may also like

23 comments

Acqua degli Dei - Mediterranean Essence: profumi ed esperienze emozionali dalla Calabria 12 Marzo 2020 - 22:54

[…] chi ora si trova nella zona di Capo Vaticano, Tropea o in altre zone della Costa degli Dei, a chi qui verrà in Vacanza per i prossimi Ponti di Primavera, per Pasqua o per le proprie Vacanze […]

Reply
Costa degli Dei - Le spiagge più belle e i Borghi da visitare. Consigli utili 8 Maggio 2020 - 12:22

[…] mi ha saputa stregare, tanto da dedicargli un articolo apposito dove troverete i mille perché vi invito a visitare Tropea, ma anche che cosa qui potrete vedere e fare e ovviamente, le spiagge da non […]

Reply
Pronto Estate: Guida alle Vacanze sulla Costa degli Dei, Tropea e oltre 11 Agosto 2020 - 16:28

[…] poi dedicati, su Pronto Estate, alla bellissima “Perla del Tirreno”, la magnifica  Tropea, candidata a capitale italiana della cultura per il […]

Reply
I Borghi più Belli d'Italia: un'esperienza italiana unica! 13 Novembre 2020 - 23:28

[…] In Provincia di Vibo Valentia  – Tropea  […]

Reply
Annalisa Trevaligie-Travelblog 9 Febbraio 2021 - 13:32

Volevamo fermarci a Tropea al ritorno del nostro road trip siciliano, ma con 5 bambini a cui tener testa non è stato fattibile. Eppure abbiamo sempre detto che ci saremmo tornati in un altro momento, e credo che sia arrivato. Appena riapriranno le regioni ci faccio davvero un salto, per vederne di persone queste bellezze!

Reply
Mimì 9 Febbraio 2021 - 15:00

Ciao Annalisa! Piacere di conoscerti qui dal blog!

Tropea, insieme alla Costa degli Dei ed ai suoi dintorni, è una meta per una lunga vacanza e quindi, a mio parere, merita di essere visitata in maniera a sè stante! Se nell’organizzarti ha bisogno di dritte, contaci! Io ci sono!
A presto!
Mimì

Reply
Sara 9 Febbraio 2021 - 18:57

Conosco poco la Calabria e non sono mai stata a Tropea, ma è da un po’ di tempo che mi piacerebbe andarci. Mi piacerebbe vivere la Costa degli Dei in bassa stagione, per vedere non solo il lato balneare, ma scoprire anche il lato storico e delle tradizioni con più calma. Penso che a cavallo tra settembre e ottobre potrebbe essere un bel periodo, magari proprio quest’anno se tutto andrà bene…

Reply
Mimì 9 Febbraio 2021 - 19:13

Ciao Sara!

Ti confermo che settembre, soprattutto, è il mese migliore per fare un Viaggio in questa parte della Calabria, bellissima non solo per il suo meraviglioso mare!
Sulla Costa degli Dei ho scritto un articolo ad hoch, per fare conoscere e scoprire non solo le spiagge più belle, ma anche e soprattutto i Borghi che sorgono lungo questi 55 chilometri!

Sono certa che la Calabria ti saprà stupire, più di quanto immagini! E se dovessero servire ulteriori info, quello che non trovi direttamente sul blog, chiedimi pure direttamente! Sarò felice di risponderti!

A presto!
Mimì

Reply
valeria polverino 9 Febbraio 2021 - 19:59

Ma quanta voglia di tornare a Tropea mi è venuta! ci ho trascorso un paio di estati quando ero piccola e il ricordo è molto vago. Da Salerno non è lontana, alla riapertura delle regione valuterò un fine settimana fuori stagione!

Reply
Mimì 9 Febbraio 2021 - 21:45

Ciao Valeria!

E fai benissimo a tornare! Tropea è sempre un gioiello da vivere e val bene un weekend o un viaggio!
Sei avvantaggiata in effetti, perchè da Salerno è molto facile arrivare! Fammi sapere poi come ti sei trovata!
A presto! Mimì

Reply
Lucia 10 Febbraio 2021 - 7:55

Che meraviglia Tropea e tra l’altro il tuo articolo è ricchissimo di informazioni e spunti! Pensa che sono pugliese e ho abitato per trent’anni in Puglia, siamo così vicine, ma non ho mai visitato la Calabria. Un mio desiderio da sempre!
Infatti quest’estate che devo andare in Sicilia in auto ci passerò e conto di fermarmi a vedere qualcosa😉

Reply
Mimì 10 Febbraio 2021 - 10:48

Ciao Lucia! Sono davvero felice che questo “spunto sulla Calabria” ti abbia ispirata! Tropea è davvero un Perla e merita di essere visitata, ma il consiglio che mi sento di darti, è quello di non fare una visita mordi e fuggi, ma di sostare qualche giorno in zona, per poter scoprire qualcosa di più di tutta la Costa degli Dei!

Se poi ti rechi in Sicilia in auto, fermati anche per visitare il meraviglioso borgo di Scilla e di Chianalea di Scilla! E’ di strada, prima di Villa San Giovanni! Sono certa che saprà incantare!

Se poi ti dovessero servire altre informazioni o dritte, sono qui, pronta a dartele!

Un abbraccio e grazie mille della visita al blog!

A presto, Mimì

Reply
Maria Grazia Vinci 11 Febbraio 2021 - 8:46

Come ti avevo detto l’anno scorso, avevo in mente di andare a Tropea già a settembre/ottobre. Purtroppo poi non è stato possibile. Questa estate però devo proprio rimediare e questo tuo post mi sarà molto utile, così come gli altri sulla Calabria!

Reply
Mimì 11 Febbraio 2021 - 10:08

Ciao carissima Maria Grazia! Infatti mi sembrava di rammentare che stavi pianificando per andarci!

In ogni caso Tropea e tutta la Calabria ti aspettano in questo 2021, a braccia aperte! Da parte mia, rimango a tua completa disposizione per fornirti ogni tipo di informazione ti possa tornare utile per cvisitare la Calabria al meglio!
Un grande abbraccio e a presto carissima!

Mimì

Reply
Andrea Bry 26 Febbraio 2021 - 21:46

My husband and I fell under the spell of Tropea five years ago and bought an apartment there last year. We are looking forward to vacationing there and share it with others who share our passion for travel, for Italy and Bella Tropea.

Reply
Mimì 2 Marzo 2021 - 11:55

Thanks my dear friend

Reply
Le Spiagge più Belle d'Italia: 41 Idee per una Vacanza Italiana 1 Marzo 2021 - 19:02

[…] di Locri Epizefiri: la Magna Grecia… Castel Trauttmansdorff ed i colori dei suoi Giardini:… Visitare Tropea e dintorni: cosa vedere e fare… Guida alla Pagoda Shwedagon di Yangon: Informazioni per… Perchè visitare Castel Presule a Fiè […]

Reply
Stefania 9 Aprile 2021 - 21:47

L’ho sentita decantare più e più volte ma non ho mai avuto l’occasione di vederla personalmente… devo ammonirmi da sola perché mi sono persa una perla del mediterraneo. Spero di rimediare presto!

Reply
Mariagrazia Pellitta 9 Aprile 2021 - 23:01

Complimenti davvero per questo articolo, super dettagliato su uno dei più bei posti della Calabria, anzi di tutto il sud Italia!! Sono davvero contenta della vittoria di Tropea come “Borgo dei Borghi”, una vittoria davvero super meritata!! Le sue bellezze, le sue tradizioni, la buona cucina, i suoi tramonti mozzafiato, la sua cultura, ha praticamente tutto ciò che c’è di più bello!! 😊

Reply
Anna 9 Aprile 2021 - 23:45

Molto contenta del riconoscimento che ha avuto Tropea! Io aimé ci sono stata diversi anni fa ad agosto e temo di non averla vissuta al meglio per questo..come dici tu, l’alta stagione è da evitare.

Reply
Eliana 17 Aprile 2021 - 8:32

Tropea ha davvero fatto centro: vincendo il concorso de Il Borgo dei Borghi attirerà a sé una marea di turismo questa estate, dove il turismo di prossimità la farà da padrone! E meritatamente! Che dire, un gioiello da scoprire, unico ed inimitabile, in una regione che ha tanto da offrire!

Reply
Mimì 18 Aprile 2021 - 8:57

Buongiorno Eliana!

La mia speranza è che Tropea faccia da “apri-pista” un pò a tutta la Calabria! Una Regione ancora sconosciuta a molti, ma che tanto ha da offrire!
E in quanto a Tropea, è una località stupenda, non solo per le spiagge! Il titolo conseguito nel concorso del “Borgo dei Borghi”, lo dice chiaramente al mondo!

A presto! E magari, ci vediamo in Calabria

Reply
Federica+Assirelli 19 Aprile 2021 - 21:59

Un articolo davvero esauriente di Tropea! Ci sono stata già un paio di volte ma ci tornerò ancora perché mi piace proprio molto! Mi piacerebbe riuscire a visitarla almeno una volta fuori stagione e non come sempre ad agosto!

Reply

Leave a Comment