Home L'AMBIENTE DA VIVERE Turismo Sostenibile e Responsabile fra sfide ed opportunità …
Turismo Sostenibile e Responsabile è visitare il Villaggio di Kampong Khlaing

Turismo Sostenibile e Responsabile fra sfide ed opportunità …

by Mimì

Fra Turismo Sostenibile e Responsabile c’è un collegamento reciproco da sempre, anche nella loro definizione.

Archiviato con il 2017 l’Anno Internazionale del Turismo Sostenibile per lo Sviluppo, così dichiarato dallAssemblea generale delle Nazioni Unite, rimane sempre acceso l’interesse e l’opportunità di promuovere in ambito turistico ed ambientale, una politica volta a garantire lo sviluppo eco sostenibile e responsabile che da esso si genera. Scopriamo cosa succede nel mondo Travel e dintorni al riguardo!

Turismo Sostenibile e Responsabile - Elefanti in libertà all'Urulu Eco Park in Sri Lanka

Elefanti in libertà all’Urulu Eco Park in Sri Lanka

Turismo Sostenibile e Responsabile fra sfide ed opportunità – Conosciamo meglio  questi due termini

 

Il Turismo è un settore del terziario, ma anche una delle più importanti industrie esistenti al mondo, capace di generare un indotto economico che può riversarsi sulle comunità locali in termini di integrazione sociale e benessere economico.

Tenendo conto però che nessuna Attività  umana è senza impatti, anche lo sviluppo turistico,  la sua diffusione ed il rapporto fra Turisti e popolazioni, genera un impatto a 360 gradi sull’Ambiente e le comunità locali.

Proprio per limitare gli impatti derivati dall’Industria turistica (meglio sarebbe forse definirli “danni”),  la Comunità Internazionale è giunta quindi ad introdurre una  politica di programmazione che mira allo Sviluppo Sostenibile del Turismo ed alla divulgazione  di una sorta di “Codice Etico di base”, mirato alla conoscenza ed applicazione di un Turismo Responsabile da parte di Turisti e Viaggiatori: prevenire è meglio che curare …

 

Cosa è il Turismo Sostenibile

Il WTO,  ha fornito una definizione di  Sviluppo del Turismo Sostenibile,   che ricomprende  i concetti dello sviluppo sostenibile espressi in ambito di Agenda  21  per il  “settore  dei  viaggi  e turismo” e ne contestualizza la relativa sostenibilità sociale, ambientale ed  economica. Una lettura ancor più chiara a mio parere però,  la ha fornita il WWF scrivendo …

 

Per ottenere uno sviluppo delle società umane che sia sostenibile è necessario che:

l’intervento umano sia limitato entro le capacità di carico dei sistemi naturali conservandone la loro vitalità e la loro resilienza;

il progresso tecnologico per la produzione di beni e servizi venga indirizzato all’incremento dell’efficienza piuttosto che all’incremento del flusso di energia e materie prime;
i livelli di prelievo delle risorse non rinnovabili ecceda le loro capacità rigenerative;
l’emissione di scarti e rifiuti (solidi, liquidi e gassosi) dovuti al metabolismo dei sistemi sociali non ecceda la capacità di assimilazione dei sistemi naturali.

 

 

Attraverso il turismo sostenibile, si cerca di ridurre l’impatto sull’ecosistema derivante dalle strutture ricettive, dai tour operator, dai mezzi di trasporto, dagli Itinerari e dai turisti stessi, i quali “preferibilmente” dovrebbero attuare scelte sostenibili nell’acquisto di “un prodotto turistico”.
Rientrano a pieno titolo  in questo segmento, tutte le attività e le  strutture eco-friendly rispettose dell’ambiente, i viaggi a basso impatto ambientale e che operano scelte di Turismo Responsabile, le politiche di recupero di borghi e centri  abbandonati, il Viaggiare come “cammino lento” … ma questi sono solo degli esempi!
Turismo-Sostenibile-e-Responsabile-spunti-di-viaggio

Incontrare Genti ed Etnie … la cosa che più amo fare viaggiando

Cosa è il Turismo Responsabile
La definizione più calzante è quella adottata dall’Associazione Italiana Turismo Responsabile (AITR) che sotto vi riporto:
Il turismo responsabile è il turismo attuato secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture. Il turismo responsabile riconosce la centralità della comunità locale ospitante e il suo diritto ad essere protagonista nello sviluppo turistico sostenibile e socialmente responsabile del proprio territorio. Opera favorendo la positiva interazione tra industria del turismo, comunità locali e viaggiatori. 

Questi principi sono attuabili seguendo le indicazioni contenute nel Vademecum dell’AITR che potete consultare qui:  vademecum_aitr_2012.

Un’altra definizione che ben inquadra i concetti del Turismo Responsabile, è quella  espressa nelle ” Carta di Qualità del Turismo Responsabile  del WWF in Italia”, dove potrete leggere:

 

WWF definisce “Turismo Responsabile” quelle attività che permettono nell’esperienza turistica di acquisire la consapevolezza che è necessario tutelare l’ambiente naturale e le culture locali e di costituire, nell’esperienza turistica personale, uno strumento diretto di evoluzione dell’economia virtuosa del turismo nei luoghi di destinazione.

Aspetti fondamentali dell’attività che WWF riconosce sono il rispetto e la diffusione di conoscenza della biodiversità in tutte le sue espressioni, nonché del valore del paesaggio e degli elementi locali del territorio e infine la ricerca di processi e strumenti che minimizzino l’impatto del turismo sull’ambiente, aumentando al contempo i benefici socio-economici e le ricadute positive, in termini di conservazione e tutela delle risorse naturali, per le comunità ospitanti. Strumenti privilegiati per l’organizzazione di attività rispondenti a questa idea sono gli strumenti educativi e conoscitivi delle Linee guida educative e della carta di qualità del WWF.

 

Come spesso mi capita di scrivere, “Viaggiare è un’attitudine dell’anima” e a maggiore ragione “Viaggiare Responsabile è il solo modo di incontrare davvero il Mondo e le Culture, rispettando nell’ambiente se stessi ed i Paesi che si visitano”, un Codice di Viaggio che rende eticamente sostenibile approcciare le culture locali e gli ecosistemi!

Turismo Sostenibile e Responsabile è anche Viaggiare senza pregiudizi (Foto scattata in Sri Lanka - Grotte di Dambulla)

Turismo Responsabile è anche Viaggiare senza pregiudizi (Foto scattata in Sri Lanka – Grotte di Dambulla)

Turismo Sostenibile e Responsabile fra sfide ed opportunità …

In molti pensano che Viaggiare in ottica Responsabile equivalga  solo a Viaggiare zaino in spalla o a dovere spendere cifre da capogiro: niente di tutto questo! Un Viaggio Responsabile può essere tranquillamente organizzato per un un classico „Fai Da te“, ma anche con un Tour Operator od una Associazione che proponga „Viaggi Etici“, avendo cura di organizzare in maniera puntuale le varie fasi sin dall’inizio.

In poche Tracce vi lascio un pro-memoria per Organizzare i Vostri Viaggi Responsabili e Sostenibili.

  • Informatevi in modo consapevole dei luoghi che volete visitare, leggendo su Internet o sulle Guide, della loro Storia, delle loro tradizioni e consuetudini, della loro Economia;
  • Pianificate un Itinerario ed i percorsi utilizzando il più possibile i mezzi locali di trasporto meno impattanti (bus, treno, trasporti fluviali, biciclette …), approfondendo la conoscenza su poche località anziché su tante, ma   “mordi e fuggi”;
  • Scegliete per quanto vi sarà possibile strutture Eco-Sostenibili o che attuano programmi di tutela ambientale;
  • Visitate aree ad alto valore naturalistico e culturale;
  • Scegliete tour operator e associazioni che organizzano viaggi “etici”: non è difficile! Un valido esempio lo potete trovare consultando Planet Viaggi, WWF Nature, Conscious Journeys, Viaggiare Libera e molti altri ancora;
  • Viaggiate nei Paesi rispettando i costumi, la cultura, la religione e gli stili di vita del posto: è il modo più bello di conoscere il Mondo, arricchendo la propria Esperienza con l’ incontro ed il contatto  con le diverse Culture, con la Gente e le Etnie del luogo, senza pregiudizi o preconcetti;
  • Se volete portare qualcosa alla gente del posto, informatevi bene sulle loro necessità;
  • Fate la scelta di scoprire le tradizioni culinarie locali: vi permetterà di scoprire ancor più da vicino la Cultura del Paese che visitate;
  • Effettuate scelte atte a favorire l’economia e l’artigianato delle comunità locali;
  • Condividete la vostra Esperienza in rete per fornire Informazioni.

Esiste un altro modo di viaggiare come vedete, un turismo diverso che fa della presa di coscienza Ambientale e Culturale un Valore aggiunto, un concetto che è possibile applicare al piccolo o al grande Viaggio e che rende la propria Esperienza più  autentica

Il Turismo genera una circolazione di ricchezza all’interno della società, ed una parte del suo flusso può e deve essere utilizzato nel percorso di conoscenza e conservazione  dei saperi,  delle produzioni e delle tradizioni locali, oltre che al sostegno della vocazione dei luoghi, della tutela e valorizzazione delle bellezze naturali,  ambientali e paesaggistiche.

Il Turismo Sostenibile e Responsabile  è insieme una grande sfida ma anche una immensa opportunità  da cogliere, ciascuno per la propria parte!

Aspetto i tuoi commenti su ciò  che ho scritto e per conoscere come invece la pensi tu!

Ciao by Mimì

 

Turismo Sostenibile e Responsabile in cambogia, fra i bambini in una scuola

Fra i Bambini di Cambogia in una scuola: Esperienze indimenticabili

You may also like

8 comments

Avatar
Anna 6 Aprile 2018 - 9:30

Ottimi spunti in questo articolo! Noi siamo abbastanza in linea con il genere di turismo che suggerisci, ma prenderne maggiore consapevolezza non fa mai male!

Reply
Mimì
Mimì 9 Aprile 2018 - 9:40

Ciao Anna! Buon inizio settimana carissima!

Conoscendo il vostro tipo di Viaggi, vedo che in effetti siete molto in linea con i principi del “Turismo responabile”! Siete in gambissima!

Parlarne fa parte del contribuire ad accrescerne la consapevolezza anche negli altri: non credi?

Un abbraccione e a presto!!

Mimì

Reply
Un Itinerario a Bali per riscoprire il cuore dell’ Isola degli Dei! 10 Giugno 2018 - 15:51

[…] dello Sviluppo Turistico in questa Isola, che mi porterebbero ad effettuare delle valutazioni sul Turismo Sostenibile e Responsabile a Bali  lontane dall’argomento di questo Post, dedicato al  mio Itinerario a Bali.  Magari […]

Reply
Natura e Biodiversità in Sri Lanka - Il punto di Vista di una Viaggiatrice | Spunti di Viaggio - Travel and LifeStyle 22 Agosto 2018 - 16:31

[…] sviluppo di un Turismo Sostenibile e Responsabile nell’Isola, può fare affidamento su un patrimonio Naturalistico, storico, culturale, artistico e […]

Reply
Consigli utili su come organizzare un Viaggio in Giordania: enjoy Jordan! 8 Febbraio 2019 - 14:47

[…] Non dimenticate una cosa importante: la Giordania è un Paese mussulmano tollerante, ma occorre sempre mantenere un Dress Code basato sul rispetto delle tradizioni del posto, evitando abiti “striminziti”, minigonne o calzoni corti ( e questo vale anche per gli uomini), o scollature generose! Anche questo contribuirà a farvi avere una Esperienza di viaggio indimenticabile. Turismo Responsabile è anche e soprattutto questo! […]

Reply
Un mese in Myanmar – Il mio itinerario di viaggio in Birmania 21 Marzo 2019 - 23:34

[…] sempre utile ribadirlo: ovunque si vada nel mondo, le buone Regole per praticare il Turismo Responsabile non riguardano solo il rispetto che riserviamo all’Ambiente che ci circonda, ma toccano i […]

Reply
Cosa vedere a Ouarzazate e dintorni - La Via delle Kasbah e delle Rose 10 Giugno 2019 - 1:17

[…] e spunto di viaggio, possa divenire il mio personale contributo alla vostra esperienza di turismo responsabile in questa terra […]

Reply
Bali - Perché andare a nusa lembongan e cosa vedere 9 Dicembre 2019 - 17:23

[…] Verso lo Yellow Bridge di Nusa Lembongan … riflessioni di sostenibilità ambientale! […]

Reply

Leave a Comment

Don`t copy text!

Stiamo utilizzando Google Analytics

Per favore,conferma se accetti il ​​nostro monitoraggio di Google Analytics. Puoi anche rifiutare il monitoraggio, in modo che tu possa continuare a visitare il nostro sito Web senza alcun dato inviato a Google Analytics.