Home DESTINAZIONI Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio (Galzignano Terme): Cosa vedere, Itinerario e Informazioni utili

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio (Galzignano Terme): Cosa vedere, Itinerario e Informazioni utili

Scoprite il simbolismo, la storia e i paesaggi dei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio (Galzignano Terme): Informazioni utili su cosa vedere e visitare, come prenotare la visita e come arrivare sin qui.

by Mimì
Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio Galzignano terme: Viale dell´Iride e statue

Preziosamente incastonato nel verde del Parco Regionale dei Colli Euganei, il Giardino di Villa Barbarigo- Pizzoni Ardemani a Valsanzibio (Galzignano Terme – Padova),  é un complesso monumentale in cui i protagonisti assoluti sono  proprio loro, i giardini storici. Un paradiso monumentale e botanico ricco di simbolismi, che si estende su circa 150.000 metri quadrati di superficie, da molti definito come “la piccola Versailles dei Colli Euganei”. L`itinerario di visita nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio é un percorso fra arte, natura e spiritualità da non perdere e, in questo articolo, troverete tutte le informazioni utili su cosa vedere al suo interno, come prenotare la visita e molti dettagli storici al riguardo. Non un semplice giardino, ma un uno fra i giardini riconosciuti fra i piú belli d´Italia e d´Europa.

 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: La Villa e i Viali alberati

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: La Villa e i Viali alberati

 


Visitare i Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio (Galzignano Terme):

Quattro passi nella sua Storia.

 

Per comprendere al meglio il perché dei molti simbolismi che si celano nel Giardino, occorre fare un piccolo passo indietro. raccontando un po’ della sua storia.

I documenti piú antichi parlano della Villa già dal XV secolo e della sua appartenenza alla famiglia degli Scrovegni che, successivamente, la vendette al veneziano Ludovico Contarini. A metà del Seicento la Villa e gli spazi verdi furono acquistati dalla famiglia del nobile Zuane Francesco Barbarigo, che qui trovò rifugio durante l´epidemia della grande peste nera. Barbarigo fece allora voto di realizzare qualcosa di unico e grandioso per glorificare la grandezza di Dio e fare ricordare la propria casata.

 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Le fontane

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio (Galzignano Terme): Le fontane

 

Il suo voto venne poi pienamente realizzato dal primogenito, Gregorio, nel frattempo divenuto cardinale, e successivamente Santo, con la costruzione di un giardino che, attraverso allegorie e contenuti spirituali, rammentasse il percorso di purificazione dal peccato e la salvezza dell´uomo.

Per fare ció, venne incaricato l’architetto Pontificio Luigi Bernini, fratello dello scultore Gian Lorenzo. Nasce cosí quel meraviglioso capolavoro che oggi possiamo visitare e che va sotto il nome di Giardino storico di Villa Bargarigo a Valsanzibio.

Ma fra le varie vicende storiche, vale anche sapere che, il Portale di Diana, entrata principale ai tempi della realizzazione dei giardini, rappresentava il punto di attracco delle barche. Sissignori, perché in quel periodo, parliamo del 1600, si giungeva sin qui attraversando le vie d´Aqua del Veneto e la “Valle di Sant’Eusebio”.   Dal 1929, i proprietari dell´intera tenuta é la famiglia nobiliare dei Pizzoni Ardemani.

 


 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio (Galzignano Terme): L´Itinerario di visita.

 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: I cigni neri nella Peschiera delle Acque

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: I cigni neri nella Peschiera delle Acque

 

Difficile sottrarsi all´intrigante e verde bellezza degli spazi e percorsi del Giardino monumentale di Valsanzibio. Fra grandi viali di bossi secolari, antiche querce, faggi peschiere, fontane e giochi d´acqua, il cammino si dipana fra il Decumano ed il Cardo, incontrando grotte, isole e statue monumentali, seguendo il filo logico e allegorico di un suggestivo percorso di purificazione dal peccato alla salvazione. 

Sarete certamente colpiti dalle viste prospettiche e dagli scorci del complesso architettonico-botanico realizzato dal Bernini. Una vera e propria città verde, oggi gestita in modo eco-sostenibile, visto che qui applica il concetto del riutilizzo dell’acqua nelle fontane.

Alla biglietteria vi daranno una mappa dei Giardini di Valsanzibio, sulla quale potrete rendervi conto direttamente del valore storico del percorso, che qui sotto  vi riporto in breve prima di approfondire i singoli dettagli.

  • Paludo e Portale di Diana;
  • Peschiera dei Fiumi o Bagno di Diana;
  • Peschiera dei Venti;
  • Labirinto di bossi secolari;
  • Grotta dell’Eremita (Romitorio) e Fonte dell’Eremita
  • Isola dei Conigli;
  • Monumento al Tempo;
  • Fontana del Putto e scherzi d’acqua;
  • Scalea del Sonetto e Fontanelle delle Lonze;
  • Fontana dell’Estasi, del Fungo o delle Rivelazioni;
  • Piazzale delle Rivelazioni.

 

 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio: Il Portale di Diana.

Anche se oggi l´ingresso al Giardino di Valsanzibio avviene in corrispondenza della vecchia Torre con l`orologio (in passato alla base della torre era stata ricavata un´antica ghiacciaia), il primo luogo che cattura l´attenzione é senza dubbio il Portale di Diana.

 

Portale di Diana nei giardini di Valsanzibio di Villa Barbarigo a Galzignano Terme

Portale di Diana nei giardini di Valsanzibio di Villa Barbarigo a Galzignano Terme

 

Chiamato anche “il Paludo“, il Portale di Diana é stato per lungo tempo l´ingresso principale per coloro che vi giungevano in barca, oltre che ad essere la prima delle opere realizzate da Bernini. Dedicato alla dea della caccia, in realtà racchiude in sé il simbolo dell´inizio del percorso verso la salvezza. La figura allegorica di Diana infatti, rappresenta Dio stesso, conformemente ad un´epoca  in cui i simboli mitologici classici venivano rivisitati in relazione alla religione Cristiana.

Analogamente quindi, anche le altre figure di divinità pagane, rappresenteranno elementi del percorso di purificazione della cristianità. 

 

Peschiera dei Fiumi

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio – Peschiera dei Fiumi

 

Sotto la statua di Diana potrete scorgere il mascherone di Sileno, che rappresenta allegoricamente la casata dei Barbarigo.

Le raffinate statue di Atteone ed Endimione, rappresentano l´incontentabile nobiltà veneziana, Mercurio il contatto con Dio,  Ercole la fatica per raggiungere la salvezza, Giove é il protettore dei giardini, Apollo la nobiltà della famiglia Barbarigo.

 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio: Le Peschiere ed

il percorso di Purificazione.

La peschiera dei Fiumi e quella dei Venti.

 

Simboleggia l´inizio del percorso di purificazione verso Dio ma, nel contempo, é anche il riscontro dei come l´elemento “acqua” giochi un ruolo importante nel complesso architettonico. 

 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Viale dell´Iride e peschiera delle Acque

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Viale dell´Iride e peschiera delle Acque

 

La Peschiera dei Fiumi guida la vista verso il Viale delle Peschiere. La grande vasca, contornata da due grande statue a rappresentare l’acqua dei vicini fiumi Brenta e Bacchiglione, racchiude uno specchio d´acqua su cui navigano placidi dei cigni neri e delle paperelle. Un angolo incantevole dei Giardini di Villa Barbarigo che ben si presta a rapire lo sguardo e la macchina fotografica.

Proseguendo nel percorso sul Viale delle Scuderie, chiamato anche Viale dell’Iride.

 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Peschiera delle acque - Informazioni utili itinerario di visita

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio di Galzignano Terme in Veneto: Peschiera delle acque
– Informazioni utili itinerario di visita

 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Fontana dell´Iride ei suoi putti

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Fontana dell´Iride ei suoi putti

 

La Fontana dell’Iride è così chiamata perché spesso, dallo zampillio delle sue quattro fontane a forma di putto, si forma un caleidoscopico arcobaleno.

Proseguendo sul Decumano, si trova la Peschiera dei Venti, altro elemento naturale che rappresenta il processo verso la purificazione. L´elemento statuario principale qui è Eolo, affiancato dalla ninfa Deiopea, sopra delle grotte.

 


 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio: La Fontana della Pila

(o della Conca)

 

La Fontana ottagonale della Pila, detta anche della Conca ,si trova nel punto centrale del percorso, laddove si intersecano il Gran Viale il Decumano delle Acque. La sua presenza simboleggia il momento cruciale del percorso della coscienza verso la purificazione. Non a caso la splendida fontana di marmo rossastro é posizionata fra la Grotta dell´Eremta e il Labirinto. 

 

La fontana della Pila (o della Conca)

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: La fontana della Pila (o della Conca)

Statua di Mercurio

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: La statua di Mercurio

 

Nei dintorni della fontana sono presenti due statue mitologiche, Argo e Mercurio, e la due che rappresentano la Salubrità e la Fecondità, mentre la Villa Barbarigo, si trova in fondo al viale. Il colpo d´occhio sui giardini di Valsanzibio, da qui, é davvero straordinario!

 


 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio: Il Labirinto storico dei Bossi.

 

Il Labirinto dei bossi e la torretta a Valsanzibio

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Il Labirinto dei bossi e la torretta

 

Il Labirinto che qui potrete ammirare. é il simbolo stesso delle prove  e della ricerca a cui la nostra coscienza, sulla via della purificazione, é sempre sottoposta. Come potete vedere dall´immagine, aldilà delle secolari siepi di bossi si trova una torretta, a simboleggiare un primo punto di arrivo verso una piú chiara visione della vita.

 

Labirinto dei bossi

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Il Labirinto dei bossi

Labirinto dei bossi nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio

Visitare i Giardini di Valsanzibio: Labirinto dei bossi

 

Lo splendido percorso labirintico fra le siepi dei bossi, lungo 1.500 metri, lo si intraprende solo con l´ausilio di una guida, nell´ambito della visita ai giardini. Il grande valore storico ed artistico di questo labirinto, risiede nell´essere coincidente con l´antico progetto del giardino barocco di Luigi Bernini.

 

Grotta dell’Eremita (Romitorio) e la Fonte dell’Eremita nei giardini monumentali a Galzignano Terme, frazione di Valsanzibio

Cosa vedere nei Giardini di Villa Babarigo a Valsanzibio: Grotta dell’Eremita (Romitorio) e la Fonte dell’Eremita

 

Usciti dal Labirinto, immersi in una rigogliosa vegetazione, ci attendono la Grotta dell’Eremita (Romitorio) e la Fonte dell’Eremita, a simboleggiare la meditazione e la continua ricerca di sé stessi per affrancarsi dai peccati. 

 


 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio: L´Isola dei Conigli.

 

Il percorso verso la salvificazione, rappresentato per simbolismi nei Giardini di Valsanzibio, é la pura “ricerca della via”, una ricerca che prescinde dai significati prettamente religiosi, ma che fa parte del percorso di vita di ciascuno di noi. Nella medesima ottica va vista anche l’Isola dei Conigli o Garenna, l’unica garenna di ispirazione antico romana ancora esistente.

 

Panoramica sull´Isola dei Conigli, Galzignano Terme frazione Valsanzibio, provincia di Padova, Italia

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Panoramica sull´Isola dei Conigli

 

La voliera al centro dell´Isola dei Conigli Valsanzibio, Galzignano Teme

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: La voliera al centro dell´Isola dei Conigli

 

Dal punto di vista strutturale, l´isola si presenta in forma ellissoidale, contornata dal laghetto.  Al centro dell´isola troneggia una bella voliera esagonale, circondata da una vera colonia di conigli

Il simbolismo, qui, é duplice: da una parte c´é il concetto della brevità della vita, dall´altra  lo sguardo alla fecondità, l´unico modo concesso ai viventi per  perpetuare le specie e per superare le limitazioni dello spazio-tempo.


 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo

a Valsanzibio: La statua del Tempo.

 

Il monumento al Tempo si trova su di una collinetta, dinanzi all´Isola dei Conigli. L´imponente statua ha le fattezze dei Kronos alato poggiato su una clessidra nell´atto di reggere sulle spalle un masso scolpito in forma dodecaedrica, a simboleggiare i 12 mesi dell´anno ed il tempo che, per gli uomini, scorre in modo inevitabile.

 

 

Se vi soffermate a guardarlo con attenzione, avrete modo di leggere alla base della statua, il dittico con iscritta la frase: “Volan col Tempo l’Hore, e fuggon gli anni”. 

 


 

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio:

Dalla Fontana delle Insidie o degli Scherzi d’Acqua,

alla Fontana dell’Estasi o delle Rivelazioni.

 

Siamo quasi giunti al termine del percorso verso della purificazione nei Giardini di Valsanzibio. Ritornando sul viale principale siamo accolti da una “tentazione”, qui rappresentata dalla Fontana delle insidie, denominata anche degli Scherzi o del Putto. La tentazione é quella di soffermarsi o di sedersi su di una panchina, senonché gli “zampilli” di acqua provenienti dalla statua del putto, possono bagnarci.

 

 Fontana dell´Iride e i suoi putti sul Viale

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Fontana dell´Iride e i suoi putti

 

Nemmeno tanta velata l´analogia simbolica! Credendo di essere giunti al termine del percorso, é il momento in cui “possiamo perderci”, attratti dalle insidie del mondo. Ce lo ricordano le statue di Polifemo e Tifeo, simboli della rabbia, dell’invidia e dell’arroganza, mentre poco piú in là osserviamo Ope e Flora, la Terra e la Primavera.

Siamo però giunti quasi alla meta, nel piazzale antistante Villa Barbarigo, dove ci accoglie la Scalinata del Sonetto o delle Lonze, 7 scalini con incisi i versi di un sonetto, contornate dalle Fontane delle mitologiche Lonze.

 

la Scalinata del Sonetto o delle Lonze a Valsanzibio

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: la Scalinata del Sonetto o delle Lonze

 

Si raggiunge quindi il Piazzale delle Rivelazioni, posto dinanzi a Villa Barbarigo. Al centro potete osservare la fontana del Fungo o dell’Estasi, attorniata da 8 statue allegoriche: Diletto e Allegria,  il Riposo, l’Agricoltura ed il Genio dell’Agricoltura, la Solitudine, Adone e, per ultima, l’Abbondanza.

 

 Il Piazzale delle Rivelazioni, con la fontana del Fungo o dell’Estasi e le statue allegoriche

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Il Piazzale delle Rivelazioni, con la fontana del Fungo o dell’Estasi e le statue allegoriche

 

Ciascuno di questi elementi allegorici rappresenta i luoghi, la condizione umana e la casata dei Barbarigo, oltre che il termine del percorso verso la rinascita e la perfezione! Una visita colma di mille sorprese ed un´esperienza di totale immersione nella bellezza ,che vi consiglio di fare.

 


Informazioni utili per visitare i

Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio

 

Anche se l`apertura ufficiale alle visite dei Giardini di Valsanzibio per la stagione 2024 é fissata per il prossimo 24 febbraio, da lunedì 8 Gennaio a venerdì 23 Febbraio p.v., il Giardino storico potrà essere visitato su prenotazione, ai recapiti che sotto troverete alla voce “Contatti”.

Negli altri periodi sarà possibile visitare i Giardini di Valsanzibio tutti i giorni, autonomamente, previo acquisto del biglietto di ingresso.

Gli orari di ingresso sono i seguenti:

  •  Dalle 10:00 alle 16:30 da Dicembre a Febbraio;
  • Dalle 10:00  alle 19:00 da fine Marzo ai primi di Ottobre.

Per coloro che intendono effettuare anche il Percorso Labirintico”, questi sono i giorni e gli orari di accesso:

  • Sabato, domenica e giorni festivi: dalle 11:00/11:30 alle 13:00 e dalle ore 14:30/15:00 fino a 45 minuti prima della chiusura del giardino;
  • Dal lunedì al venerdì: accessi con i medesimi orari di visita al giardino, solo su richiesta alla biglietteria del giardino.

 

il Viale che si diparte dalla Peschiera delle Acque nei Giardini di Valsanzibio (Galzignano Terme)

Cosa vedere nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: il Viale che si diparte dalla Peschiera delle Acque

Come prenotare la Visita ai Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio

 

I biglietti di ingresso al Giardino di Valsanzibio possono essere acquistati sul posto o dal sito web ufficiale dei giardini.

Le prenotazioni possono essere effettuate direttamente online nel periodo dell´apertura ufficiale, applicando un supplemento di € 0,80 sui costi di ingresso pagati in loco. Vi é poi la possibilità di effettuare la visita con una guida abilitata, per meglio conoscere il significato simbolico dei vari elementi architettonici e statuari dei giardini.

Costi dei biglietti acquistati in loco:

  • Adulti € 12,00
  • Ragazzi fino a 14 anni € 6,50
  • Biglietto supplementare valido per il percorso labirintico = € 4,00 per g li adulti e gratuito per i minori accompagnati

Costi delle visite guidate di gruppo (durata della visita circa 1 ora)

  • Supplemento di € 5,00 sul biglietto d’ingresso;

Costi delle visite guidate di piccolo gruppo (durata della visita Solo su prenotazione circa 1,30 ora)

  • Supplemento di € 10,00 sul biglietto d’ingresso, con un minimo 8 persone paganti.

E´ possibile prenotare visite guidate esclusive con prenotazione e pagamento anticipato.

 

 

La fontana della Pila, detta anche della Conca nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio

La fontana della Pila, detta anche della Conca nei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio

 

Biglietti cumulativi – EXCELLENCE TICKET
Si tratta di un biglietto che permette di visitare oltre ai Giardini monumentali di Valsanzibio (visita in autonomia senza percorso labirintico) anche il Castello del Catajo (visita guidata) e la Villa dei Vescovi del FAI.

Il costo del biglietto cumulativo é di 26 € ed é valido 6 mesi dal giorno dell’acquisto. Potrete acquistarlo direttamente presso uno dei tre siti 

Contatti:

Per informazioni sui costi dei biglietti e per le prenotazioni potete scrivere alla E mail info@valsanzibiogiardino.com oppure chiamare ai seguenti recapiti telefonici:

  • +39 340 0825844;
  • +39 (0)49 9131065.

Indirizzo dei Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: Via Diana, 2 – Valsanzibio di Galzignano Terme -Padova – Italia.

Ubicazione su Mappa di Google

 

 

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: I Viali Alberati

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: I Viali Alberati

Quanto dura la visita ai Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio?

Dipende dalla vostra disponibilità di tempo ovviamente. Il mio consiglio é di dedicarci almeno 2 o 3 ore, anche perché i Giardini meritano parecchie soste fotografiche e, perché no, una sosta al caffé o nel bookshop.

 

Dove si trovano i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio

 

Villa Barbarigo-Pizzoni Ardemani (il nome completo dei Giardini storici), si trova in località Valsanzibio a Galzignano Terme, in provincia di Padova. La località é facilmente raggiungibile da Padova, da cui dista circa 26 chilometri.

Di seguito vi dettaglio le informazioni utili su come arrivare da diverse zone d`IItalia e i tempi di percorrenza attraverso le mappe di Google.

 

Come raggiungere i Giardini di Valsanzibio da Padova in auto

Dal centro storico di  Padova i giardini di Valsanzibio sono raggiungibili in circa 27 chilometri e in 29 minuti, percorrendo la SR47 e la A13.

 

Nelle vicinanze dell´ingresso ai giardini potrete tranquillamente parcheggiare gratuitamente.

In Bus da Padova
I Giardini di Valsanzibio sono inoltre raggiungibili in bus, utilizzando il numero E006 delle linee di Busitalia Veneto in partenza dalla stazione delle autolinee di Padova.

In bus e auto da Galzignano Terme

I Giardini monumentali di Valsanzibio sono facilmente raggiungibili in auto, in bus e a piedi dalla vicina Galzignano Terme. Si tratta di appena 2, 6 chilometri e 4 minuti di percorrenza in auto. In alternativa é possibile arrivarci con il bus E006 di cui prima vi ho scritto.

In auto da altre zone d´Italia.

Cliccando sui link sottostanti, troverete i percorsi in auto da alcune località italiane ai Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio.

◊ Articolo scritto in collaborazione con  Mark PR di Nadia Pasqualrete Slow Flow Veneto Waterways Experience, Delta Tour Navigazione Turistica e Gentes Viaggi tour operator.

Visitare i giardini di Valsanzibio: La peschiera delle Acque e il Viale dell´Iride

Visitare i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio: La peschiera delle Acque e il Viale dell´Iride

 

 


 

Vi siete lasciati affascinare dalla bellezza e dalle cose da vedere nei meravigliosi Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio (Galzignano Teme)? 

Nel frattempo, se ciò che avete letto sin qui è di vostro gradimento, condividetelo sui vostri canali social!

Mi potete trovate anche sulla Pagina Facebook di Spunti di Viaggio, su Linkedin, Pinterest o sul profilo Instagram.

Potrebbe anche interessarvi continuare la navigazione  nella sezione dedicata al Veneto, per 

Oppure curiosare fra i Consigli di Viaggio, per scoprire qualcosa di più su:

O ancora, scoprire la bellezza, la Natura e la Cultura nelle altre regioni della nostra Bella Italia! Lasciatevi Ispirare e al prossimo Spunto di Viaggio by Mimì

 

 

Cosa vedere nel Castello del Catajo, la Reggia dei Colli Euganei: info e mappe

 

Cosa vedere a Villa Selvatico e nei suoi Giardini Termali a Battaglia Terme sui Colli Euganei

 

Slow Flow Veneto Waterways Experience: Perché scegliere il turismo lento sulle vie d’acqua

 

Abbazia di Praglia: Cosa vedere nel monastero benedettino sui Colli Euganei

 

Visitare la Bassa Padovana, dai Colli Euganei all’Adige: Itinerario fra Turismo rurale e cultura

You may also like

14 comments

andrea 31 Gennaio 2024 - 9:21

ci sono stato diverse volte, la prima da bambino, e l’ho visto cambiare in meglio nei corsi degli anni, soprattutto grazie al labirinto che prima non c’era o non era visitabile. Davvero bello!

Reply
Mimì 1 Febbraio 2024 - 11:04

Per me é stata la prima visita fatta quella ai Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio, però posso affermare che si tratta di uno dei piú bei Giardini che ho visto in Italia

Reply
Annalisa Trevaligie-Magazine 10 Febbraio 2024 - 7:32

Questa dimora è davvero sensazionale. Passeggiare in questi giardini deve essere non sono un’esperieza molto rilassante ma anche un tuffo nella storia secolare di questi territori. Adoro poi i giardini che ospitano labirinti, piccoli o grandi che siano. Con i bambini sono uno spasso. Reputo onesto anche il prezzo del biglietto di ingresso. Un parco così ha bisogno sicuramente di cure maniacali per poter sopravvivere.

Reply
Mimì 10 Febbraio 2024 - 13:34

I Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio hanno affascinato tanto anche me! Meritano una visita

Reply
La Kry 10 Febbraio 2024 - 13:24

WOW! Non conoscevo villa Barbarigo e i suoi splendidi giardini. Abbiamo visitato diverse volte il veneto in questi ultimi anni, ma non abbiamo ancora affrontato la zona dei colli euganei, ma le tue splendide foto e l’articolo dettagliato mi hanno fatto fatto nascere una voglia incredibile di vedere dal vivo questi suggestivi panorami, Questa primavera organizzeremo sicuramente un giro.

Reply
Mimì 10 Febbraio 2024 - 13:35

I Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio meritano una visita approfondita e in primavera sono davvero una favola

Reply
Libera 11 Febbraio 2024 - 15:49

Questa villa è davvero magnifica e che dire dei suoi giardini? Secondo me in primavera sono profumatissimi!

Reply
Mimì 12 Febbraio 2024 - 16:32

Ciao Libera! Proprio Cosi: in primavera nei Giardini di Villa Barbarigo si spandono dei profumi inebrianti

Reply
sara bontempi 11 Febbraio 2024 - 17:54

Proprio belli i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio, non li avevo mai visti ma meritano davvero una visita in una bella giornata primaverile!

Reply
Mimì 12 Febbraio 2024 - 16:33

Confermo ogni parola: i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio, con il Labirinto e il significato allegorico delle sue molte statue, sapranno affascinarti!

Reply
Alessandra Cortese 12 Febbraio 2024 - 9:25

Abbiamo visitato questo bellissimo giardino durante una vacanza nei Colli Euganei a dicembre 2022. È proprio bello e visitarlo con una guida ci ha fatto apprezzare ancora di più le sue particolarità botaniche oltre che il significato allegorico del percorso.

Reply
Mimì 12 Febbraio 2024 - 16:30

I Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio hanno conquistato anche me!

Reply
Eliana 17 Febbraio 2024 - 11:08

Mi hai dato un ottimo spunto dato che per Pasqua ho scelto proprio Padova come meta delle mie vacanze! Non conoscevo affatto questa villa ma sono lieta di poterla ora inserire nel mio itinerario dedicato. Grazie!

Reply
Mimì 17 Febbraio 2024 - 14:08

Sono certa che i Giardini di Villa Barbarigo a Valsanzibio affascineranno anche te!

Reply

Leave a Comment