Home DESTINAZIONI Un giorno al Lago di Braies: trekking e camminate in Val Pusteria
Un giorno al Lago di Braies: trekking e camminate in Val Pusteria, Alto Adige

Un giorno al Lago di Braies: trekking e camminate in Val Pusteria

by Mimì

Ci sono le montagne e poi ci sono loro, le splendide Dolomiti e i mille laghetti alpini di cui sono disseminate! Fare una camminata o un’escursione per trascorrere un giorno al Lago di Braies (in tedesco Pragser Wildsee) attraversando il cuore del Parco Naturale di Fanes-Senes-Braies, fra la Val Pusteria e la Val Badia, è un’esperienza che va oltre il semplice obiettivo di raggiungere quello che è uno dei laghi più belli delle Dolomiti!

Ci potrete arrivare arrivando in auto, in pulman o con un percorso misto, ma il consiglio che mi sento di darvi spassionatamente, è quello di abbandonare le auto e seguire a piedi o in mountain bike gli splendidi sentieri delle Dolomiti, per arrivare al lago lasciandovi avvolgere dagli odori, dai colori e dalla bellezza della Natura di questi paesaggi montani unici, leggendari!

Quello che vi voglio condividere stavolta, non è solo la mia esperienza nell’organizzare questo facile trekking, ma i dati e le curiosità che ho avuto modo di raccogliere curiosando fra libri, siti specializzati sulle Dolomiti, e molto altro ancora!

trekking verso il Lago di Braies panorami e casette

Casette nella Valle di Braies

Noi e Google Maps – Parte da qui l’organizzazione di una giornata al Lago di Braies


Trentino – Alto Adige: Una giornata

al Lago di Braies

facendo trekking in Val Pusteria

 

Se mi passate il termine, questo è stato “un trekking per caso”, perché l’idea  iniziale era di partire dal Lago di Braies per effettuare l’escursione vera e propria! 

Purtroppo però, non avevamo fatto i conti con il blocco del traffico attuato dal Comune di Braies nel mese di Agosto, per arginare il notevole afflusso dei turisti in valle!

Quindi se vi state organizzando per trascorrere una giornata al Lago di Braies, vi consiglio di controllare preliminarmente il sito del Comune, per verificare gli eventuali blocchi o limitazioni agli accessi istituiti!

Scegliete modalità alternative per arrivare al Lago, lasciando la vostra auto a Monguelfo, a Villabassa o, come abbiamo fatto noi, in una delle prime piazzole di sosta disponibili sulla strada provinciale, per poi proseguire fra i boschi e le vallate, oppure fruendo del servizio navetta, che arriva proprio sulle sponde del Lago.

Di seguito però vi lascio una traccia per effettuare la scelta nel modo a voi più congeniale!

una giornata verso il Lago di Braies in auto come arrivare

Paesaggi dall’auto lungo la ss 49

le strade per sapere come arrivare al lago di Braies

Strade e sentieri verso il Lago di Braies


Come arrivare al Lago di Braies in auto,

con i mezzi pubblici o a piedi!

 

Come arrivare al Lago di Braies in auto

Se volete recarvi nella “Perla delle Dolomiti” in auto, vi lascio QUI il collegamento alla Mappa del navigatore su Google, con il percorso da Bolzano al Lago. Se provenite da un’altra località, vi basterà sostituire Bolzano con la vostra, ed il gioco è fatto!

Dall’Autostrada del Brennero A22, occorre uscire a Bressanone Val Pusteria, quindi prendere la strada statale SS 49, sino a trovare le indicazioni per la Val di Braies e lago di Braies, raggiungibile attraverso la comoda strada provinciale sp 47.

Se provenite da Venezia, Treviso e Padova. l’alternativa è percorrere la A27, quindi la Strada Statale 51 di Alemagna fino a Dobbiaco. Da qui dove proseguite verso Brunico, svoltando poi a sinistra per la sp 47 per Val di Braies e il lago di Braies.

In prossimità delle frazioni di Braies di Ferrara e di San Vito, troverete dei parcheggi a pagamento.

Qui potete visualizzare direttamente su mappa, l’ubicazione delle varie aree di sosta nella zona.

In alternativa potete proseguire in auto sino al parcheggio a pagamento (Qui il collegamento per la prenotazione on line del parcheggio e di altri servizi) sul Lago, se trovate posto ovviamente!

Se decidete di posteggiare la vostra auto nella frazione di Ferrara, potete scegliere di proseguire a piedi da qui, con una passeggiata di circa un’ora e mezzo sino al Lago di Braies, seguendo il sentiero dedicato a Viktor Wolf Edler von Glanvell – Qui la mappa collegata.

sentiero dedicato a Viktor Wolf Edler von Glanvell verso il Lago di Braies

sentiero dedicato a Viktor Wolf Edler von Glanvell

Cavalli al pascolo in Val Pusteria


Vi troverete così immersi nella splendida natura del Parco naturale Fanes-Senes-Braies, che fra le altre cose, fa parte della Rete ecologica europea Natura 2000, per la tutela degli habitat ecologici presenti, importante pechè permette di valutare e controllare lo sviluppo sostenibile di questa straordinaria regione montana! 

Si tratta di uno dei parchi naturali più estesi dell’Alto Adige, che ricomprende i picchi dolomiti di Braies della Croda Rossa, oltre agli altipiani di Senes, Fanes e Fosses!

Per chi non vede l’ora di arrivare al lago di Braies, deve sapere che, dalla frazione di Ferrara parte un servizio a pagamento di navette per la meta agognata! Il costo del servizio navetta – linea 439, è di 3 Euro a tratta per gli Adulti, mentre i bambini sino a 6 anni viaggiano gratis.

Come arrivare al Lago di Braies in bus o in treno

Arrivare al Lago di Braies in treno o in bus è abbastanza semplice.  Arrivati a Villabassa o a Monguelfo, secondo le stagionalità, dovete prendere l’autobus contrassegnato con il numero 442 per il Lago di Braies o il servizio navetta – linea 439, dalla frazione di Ferrara, o “Segheria”.

Per chi vuole fare il viaggio in treno, una volta arrivati nelle stazioni ferroviarie di Monguelfo, di Villabassa, di Dobbiaco o di Brunico, dovrà prendere il bus 442. Durante il periodo estivo le corse di raffittiscono e in 25 minuti sarete sul Lago.

Potete verificare gli orari sul sito di Sudtirolmobil oppure scaricare gli orari per i bus in Val Pusteria per il 2020, qui di seguito, in formato pdf ⇒  Autobus-in-Val-Pusteria-2020


 

Una giornata al Lago di Braies

in Val Pusteria. In cammino …

Come già vi avevo fatto cenno sopra, io e Peter abbiamo optato di iniziare la nostra “passeggiata” verso il Lago di Braies, dall’innesto della sp 47 con la ss 49, raggiungendo i primi centri della Valle attraverso i boschi e seguendo in parallelo, nella prima parte, il percorso dedicato alle bici.

Il tempo di percorrenza per tratta dei sentieri è indicativamente di 3 ore circa da Monguelfo, due ore e mezza da Villabassa e  circa un’ora e mezza da Ferrara. Ho scritto all’incirca perchè sono certa che non mancheranno “le soste fotografiche”!

La camminata/trekking al Lago di Braies, dà l’opportunità di poter ammirare al meglio l’ecosistema del Parco Naturale Fanes-Senes-Braies, immergendosi in un vero oceano di prati color verde smeraldo, intervallati da malghe, fitti boschi di abeti rosso, corsi d’acqua, piccoli masi di montagna.

Un paesaggio alpino e un habitat naturalistico dove c’è la possibilità di incontrare da vicino martore, lepri, caprioli o gli sparvieri, oppure perdersi ad ammirare fiori e specie vegetali come la genziana o l’arnica! 

Sempre che l’over-turismo sul lago di Braies, non distrugga questo equilibrio!

Nel fare trekking verso il Lago di Braies, tenete sempre d’occhio l’orologio ed i tempi di percorrenza, perché poi dovrete tornare indietro. Sempre se non decidiate di fermarvi una notte in uno degli Agriturismi o Hotel nella Valle, o nei pressi del lago.

I sentieri laterali al principale, sono davvero tanti e sicuramente vi tenteranno con i loro paesaggi da fiaba!

Dal sentiero segnalato come “Segnovia 2”, vale la pena intraprendere:

  • il percorso del “sentiero sorgente”, adatto alle famiglie con bambini piccoli. Permette di ammirare una vecchia segheria ad acqua e altre sorgenti naturali;
  • il percorso che devia verso il Monte Sole e i Masi della Valle di Braies (Qui la mappa)

Vi consiglio di consultare il sito“sentres”, per disegnare il  vostro trekking personalizzato, o per valutarne la personale fattibilità.

Se poi siete patiti dei trekking in montagna e più in particolare, sulle spettacolari Dolomiti e in Alto Adige, scaricate da google play l’App “Alto Adige Trekking Guide”, per avere sempre a portata di mano tutti i dati, le mappe e le informazioni che vi necessitano, ovunque siate!

 

Panorami della Valle di Braies in Val Pusteria

Panorami della Valle di Braies

Chiesa di San Vito in Valle di Braies

Chiesa di San Vito in Valle di Braies


 

Verso la meta – Il percorso dalla frazione di Ferrara al Lago di Braies in Val Pusteria

Lungo il tratto del sentiero che va dalle frazioni di Ferrara – Schmieden e San Vito, oltre agli splendidi panorami sulla cima del Croda del Becco e sui prati alpini, è possibile ammirare una bella chiesa parrocchiale in stile gotico.

Sempre dalla frazione di Ferrara si può optare di percorrete il Sentiero didattico-tematico “Viktor Wolf Edler von Glanvell”, fino al Lago di Braies, segnalato come n. 1.

Lungo questo percorso. sono posizionate diverse tavole informative, che raccontano la vita dello scalatore Viktor Wolf Edler von Glanvell, un personaggio storico per gli abitanti della Valle di Braies.

Il sentiero procede poi attraversando dei pascoli di montagna, per immettersi in un fitto bosco, all’interno del quale c’è anche una segheria della forestale.

I profumi del bosco, dei fiori e del legno, la freschezza dell’aria di montagna, infondono sempre una grande energia, un senso di profondo benessere! 

Forse è anche per questo motivo che da donna del Sud ed amante del mare, mi sono innamorata perdutamente di queste Montagne e delle emozioni che sanno donare!

spuntidiviaggio sul Lago di Braies in Val Pusteria

Io e il Lago …

Panorama sul Lago di Braies

Fantastici panorami dolomitici


Una giornata al Lago di Braies in Val Pusteria: si,

però meglio non ad Agosto!

Non è una nota polemica o un appunto alla bellezza di questo Lago! Nel modo più assoluto …

Però vi assicuro che, dopo aver attraversato gli splendidi sentieri della Valle di Braies ed esserne rimasta incantata, arrivare al lago e trovarlo letteralmente “invaso dai turisti e dai bus”, non è stata una gran bella sorpresa!

Stessa cosa vale per i negozi, il parcheggio e per lo storico Hotel Lago di Bràies-Pragser Wildsee, che gode di una vista spettacolare sul magico specchio d’acqua!

L’albergo è stato inaugurato nel 1899 ed è diventato subito sede della più ricca e nobile aristocrazia austriaca. Addirittura il Re Erzherzog Franz Ferdinand e la sua famiglia sono stati ospiti dell’hotel.

Per la sua storia e per le sue antiche origini l’Hotel è considerato un simbolo e un vero patrimonio dell’intera zona, tanto da essere insignito con il premio “albergo storico dell’anno 2013 in Alto Adige”.

Scansando adeguatamente le orde agostane, spesso con tacchi 12 a spillo e abiti scenografici da selfie formato Instagram, abbiamo dato uno sguardo veloce alla spiaggetta con area pic-nic e alla chiesetta dedicata alla vergine Maria, la Marienkapelle.

Poco più in là, un piccolo porticciolo con una suggestiva palafitta sull’acqua, che in realtà è la biglietteria per il noleggio delle barche. Ovviamente con file chilometriche alla cassa.

A titolo informativo, vi dico che il noleggio delle barchette va dai 20 ai 30 euro, rispettivamente per trenta minuti o un’ora, mentre per fare un servizio di fotoshooting vi chiederanno 150 Euro.

La cosa migliore da fare, è quella di godersi i panorami stupendi che la natura qui sa offrire e/o, buttarsi a fare un giro sulle sponde del lago, alla ricerca di un angolo di pace e di tranquillità, da cui potere ammirare il riflesso sulle acque color smeraldo della spettacolare montagna della Croda del Becco, in ladino Sas dla Porta, in tedesco, “Torberg” !

Il consiglio che mi sento di darvi, se volete godere appieno della natura di questi luoghi, è di arrivare qui di primo mattino, oppure venirci nei mesi non di alta stagione!

Il fenomeno dell’over turismo al Lago di Braies, cioè del suo “sovraffollamento turistico”, si è innescato da quando queste zone della Val Pusteria, sono divenute il set della fiction Tv “Un passo dal cielo”, con Terence Hill e successivamente con Daniele Lotti.

 

segnaletica per il Lago di Braies


Pillole di Geologia dal Lago di Braies

Del Lago ho voglia di farvi conoscere qualcosa che sono certa, saprà intrigarvi: la sua origine e le leggende!

Narrano le leggende di tradizione ladina che nel Lago di Braies si troverebbe l’accesso al Regno dei misteriosi Fanes, un regno sommerso pieno di tesori!

Dal punto di vista della Geologia invece, questa zona delle Dolomiti sa raccontarci molto bene attraverso le sue formazioni rocciose, i suoi laghi e le sue valli, la storia geologica e l’evoluzione locale della vita, a partire da oltre 250 milioni di anni fa.

Ne sono la testimonianza il rinvenimento di reperti fossili con resti di piante, pesci, metazoi, ammoniti, rettili, etc.

Tutto questo ci racconta che qui, un tempo, imperava un mare poco profondo con un alto-fondo pelagico emerso successivamente, a causa dell’inizio della collisione alpina.

Nel primo Tardoglaciale e all’inizio dell’Olocene si svilupparono imponenti fenomeni franosi che sbarrarono la Valle di Braies, causando la formazione di questo lago, che infatti viene definito “lago naturale alpino di sbarramento”!

Dell’attività geologica attuale di queste zone, ne sono testimonianza la presenza di fenomeni carsici sia superficiali che sotterranei, oltre alla presenza di coni e depositi detritici ai piede delle pareti del Croda del Becco nella zona di Braies.

 


Una giornata al Lago di Braies:

“i sentieri intorno e nei dintorni”!

I sentieri di Trekking più belli in questa zona, partono dal Lago di Braies!

Mi riservo di testare gli altri percorsi dal Lago di Braies (Qui potete farvene un’idea!), dei quali vi lascerò qualche dritta. In questa sede, vi fornisco invece qualche dettaglio in più del giro intorno allo specchio d’acqua!

Una escursione facile, da poter essere considerata una piacevole passeggiata intorno al Lago di Braies adatta a tutti e per tutte le età, con  un dislivello di soli circa cento metri.

In linea di massima i 3,6 chilometri del sentiero si percorrono in circa un’ora e mezza, ma ovviamente tutto dipenderà dal numero delle “soste fotografiche”!

Qui vi lascio il profilo altimetrico del percorso!

Il sentiero lungo le sponde del Lago di Braies, è anche uno dei primi realizzati in zona. La sua creazione si deve ai proprietari dell’Hotel Pragser Wildsee che nel 1910, insieme agli habituè del tempo, finanziarono di tasca propria l’opera.

Il sentiero, con i suoi sali scendi serpeggianti, consente di ammirare da un punto di vista privilegiato il bacino del lago di Braies e i picchi dolomitici  che lo circondano

In alcuni tratti poi, il sentiero è ricavato nella parete verticale della roccia che si immerge nelle acque: è proprio qui che i colori del lago danno il massimo della magnificenza!

Se vi sentite stanchi, o se i bambini hanno bisogno di una pausa, non preoccupatevi! Lungo il percorso è stata realizzata un’area di sosta con panchine e tavolini, che ispirano al pic-nic!

 

Palafitta sul Lago di Braies


Escursione alla Malga Foresta

Se avete ancora birra nelle gambe, un altra facile camminata partendo dal Lago di Braies è l’escursione alla Malga Foresta. 

Se state già facendo il giro a piedi del lago, anziché arrivare al punto di partenza, svoltate ad ovest, seguendo le indicazioni per Malga Foresta.

Se invece partite dal parcheggio, dovete arrivare alla chiesetta sul Lago, per poi imboccare sulla destra il sentiero indicato come numero 19, seguendo la strada forestale per Malga Foresta.

La camminata è molto piacevole ed è indicata ad ogni età.

Il sentiero è abbastanza ampio per permettere la percorrenza con i passeggini e fra andata e ritorno, si percorrono circa sei chilometri e mezzo, in circa 1 ora per tratta.

Il premio, arrivati alla Malga Foresta è il magnifico panorama sul gruppo del Sennes  e sui Hochalpe.

Ovviamente se volete pranzare o fare uno spuntino a base di specialità altoatesine e locali, fermarsi al Ristorante della Malga, può essere una valida alternativa al pranzo al sacco!

Volendo potete proseguire lungo il sentiero n. 19 fino all’Alten Kaser e alla malga Hochalm.

I dettagli del percorso e il profilo plani-altimetrico del percorso, li potete trovare QUI!

Mi auguro che le indicazioni fornite possano tornare utili se deciderete di fare una gita di un giorno o anche più al Lago di Braies, nella meravigliosa Val Pusteria!

Il mio suggerimento è di recarvi al Lago di Braies, come tappa di un più lungo viaggio o vacanza fra le Dolomiti del Trentino – Alto Adige! Un viaggio nella cultura e nella natura di cui queste valli sono custodi e testimoni!

Al prossimo spunto di viaggio!

Mimì

 

 

 

You may also like

5 comments

Visitare il Lumen Museum a Plan de Corones: Mountain Photography da vivere! 20 Marzo 2020 - 10:30

[…] in zona poi, potreste approfittarne per andare a vedere il Lago di Braies, ad […]

Reply
Avatar
Lilly 20 Marzo 2020 - 15:17

In quella casetta di legno la quarantena sarebbe più piacevole. <3
Ottimo spunto di viaggio per un futuro speriamo prossimo. :*

Reply
Mimì
Mimì 21 Marzo 2020 - 13:06

Ciao Lilly!
Lo ho pensato anche io, sai!
E spero che sia un futuro davvero prossimissimo!
Un abbraccio e a presto carissima!
Mimì

Reply
Il Lago di Como in battello: scoprire cosa vedere sul Lario romanticamente 29 Marzo 2020 - 22:50

[…] tutta la varietà dei paesaggi naturali del mondo! Montagne, mare, pianure, fiumi, ma anche bacini lacustri contornati da borghi, città e paesi, che sanno affascinare per la bellezza e la storia che sanno […]

Reply
Viaggio fra i siti UNESCO in Italia e nei suoi Patrimoni dell'Umanità 14 Maggio 2020 - 21:05

[…] – Alto Adige Dolomiti (2009) Siti palafitticoli dell’arco alpino (2011), con Molina di Ledro (Ledro) e il Biotopo Fiavé […]

Reply

Leave a Comment

Don`t copy text!

Stiamo utilizzando Google Analytics

Per favore,conferma se accetti il ​​nostro monitoraggio di Google Analytics. Puoi anche rifiutare il monitoraggio, in modo che tu possa continuare a visitare il nostro sito Web senza alcun dato inviato a Google Analytics.