Home ASIA Cosa vedere ad Amman, cosa fare e perchè stare più giorni nella capitale della Giordania
Cosa vedere ad Amman Il tempio di Ercole nella cittadella di Amman

Cosa vedere ad Amman, cosa fare e perchè stare più giorni nella capitale della Giordania

by Mimì

Amman, moderna capitale del Regno Hashemita di Giordania, racchiude in sé le antiche radici storiche e l’essenza multiculturale di un Paese Mediorientale di grande fascino proteso verso la modernità, con tutte le contraddizioni che questo implica! Per i moderni viaggiatori e turisti rappresenta spesso un punto “di atterraggio e di transito” verso altre località del Paese, ma dalla mia esperienza e per esserci stata già due volte, l’antica Filadelfia, merita di essere vissuta e visitata con calma per più giorni! Ed allora vi condivido la mia opinione su cosa vedere ad Amman e cosa fare nella “Bianca capitale della Giordania”, una città che certamente sarà sorprendervi e farsi amare, più di quanto inizialmente avreste mai pensato!

Welcome to Jordan allora e seguitemi per scoprire insieme Amman, una città affascinante, nella quale l’antico si mixa con il nuovo, dove i moderni edifici ed i grattacieli si mescolano aggraziatamente nel suo skyline, con le basse casette rivestite della calcarea “pietra della Luna” di colore bianco!

Su tutto spicca l’altissimo pennone della bandiera di Giordania, posto su un colle nella Old Town!

Non da ultimo poi, il popolo giordano riesce a contagiarti da subito, con la sua antica e nobile fierezza espressa con un sorriso e la gentilezza di chi conosce da sempre il valore dell’ospitalità e dell’accoglienza!

 

Cosa vedere ad Amman - Imbrunire dalla cittadella

L’imbrunire dalla Cittadella! Uno sguardo su Amman!

Cosa vedere ad Amman - Panorama dall'alto della Cittadella

Panorami dall’alto della Cittadella!


Cosa vedere ad Amman e cosa fare

nella capitale della Giordania:

pillole di Storia!

 

Quattro passi nella Storia della Giordania e di Amman

Ricca di storia antica e attraversata dalle vie dei commerci verso l’Asia e il bacino del Mediterraneo, la Giordania,  ha rivestito nel corso dei millenni un ruolo importante in quello che oggi definiamo lo scacchiere mediorientale!

Ma la Storia di questo Paese è anche un percorso che si intreccia con la Storia delle principali religioni monoteistiche (cristiani, ebrei e mussulmani), che hanno in Abramo il patriarca in comune!

Viaggiando nel Regno Hashemita di Giordania, i posti visitati echeggiano di nomi e luoghi già letti nei Sacri Testi della Bibbia, del Vecchio e del Nuovo Testamento! E’ chiaro allora, come la denominazione “Terra Santa” per i credenti cristiani, non può che ricomprendere anche questo splendido Paese!

Fanno parte della Giordania ad esempio, il Monte Nebo, dove Mosé concluse il suo percorso terreno, il sito di Betania sul fiume Giordano, dove venne battezzato Gesù Cristo, Machaerus (l’attuale Mukawir), la fortezza dove Giovanni Battista venne decapitato, senza dimenticare che Gesù Cristo attraversò raccontando le proprie parabole e compiendo diversi miracoli, la regione delle Decapolis.

La stessa città di Amman è stata menzionata nella Bibbia, nella Genesi in particolare, come Rabbat Ammon. Fu la capitale degli ammoniti, un’antica popolazione di origine amorrea, prima di essere conquistata dagli assiri, dai persiani e dai greci che la chiamarono Philadelphia. Divenuta parte della Decapoli sotto il dominio romano, città potente durante i regno dei ghassanidi (arabi cristiani provenienti dallo Yemen) e degli omayyadi, Amman vide man mano oscurata la sua fama nel corso del periodo islamico, dall’ascesa della città di Karak.

L’oblio sull’antica Filadelfia rimase sino alla costruzione della ferrovia di Hejaz avvenuta agli inizi del ‘900, che collegando Damasco a Medina, permise ad Amman di rifiorire.

 

Anfiteatro romano ad Amman visto dalla Cittadella -cosa vedere aad amman

Panorama sull’anfiteatro

Imperdibile da vedere ad Amman, la sua Cittadella, un vero e proprio Parco Archeologico!

Amman, una vivace capitale in un giovanissimo Regno!

La Storia recente di Amman, ha inizio con la fine del XIX secolo, quando cioè l’indiscusso potere dell’Impero Ottomano inizia la parabola discendente, sino a capitolare negli anni compresi fra il 1916 e il 1918,  nel corso della Rivolta Araba.

Al termine di questi eventi, Francia e Gran Bretagna suddivisero a tavolino le sfere della propria influenza sul Medio e sul vicino Oriente, affidando nel 1921 l’Emirato della Transgiordania a Abdullah al-Husay, discendente diretto del profeta Maometto.

Nello stesso periodo l’emiro elesse la città di Amman come capitale del proprio governatorato.

Il 25 maggio 1946, Abdullah al-Husay dichiarando la propria indipendenza dall’Inghilterra, ribattezza ufficialmente l’Emirato della Transgiordania con il nome di Regno, Hashemita di Giordania, di cui Amman veniva eletta a capitale.

 

Cosa vedere ad Amman - Vista sulle colline di Amman dalla Cittadella

Vista sulle colline di Amman dalla Cittadella


 

Cosa vedere e cosa fare ad Amman – Le mie prime considerazioni

ritornando ad Amman dopo 10 anni …

Scrivendovi di Amman e di ciò che qui potrete scoprire, non potevo che iniziare con il fornirvi un accenno delle innumerevoli vicissitudini storiche accorse in Giordania, per meglio comprendere quanto tutto ciò abbia influenzato le popolazioni autoctone, non solo dal punto di vista artistico e culturale, ma anche dal punto di vista del loro essere arabi “caratterialmente”, ospitali ed inclusivi cioè, anche nei confronti dei grandi flussi migratori che nel Regno Hashemita di Giordania e in Libano si sono riversati, all’indomani delle grandi tragedie accadute nell’area mediorientali (leggasi ad esempio crisi siriana o questione palestinese).

In tutto questo e ad oggi la Giordania pare riuscire a mantenere il suo ruolo di mediatore e facilitatore tra le diverse forze della regione, nonostante le non facili condizioni in cui si trova ad operare.

Non sono un’analista politico, né faccio politica, però una riflessione in merito a questo, magari basata sui meri numeri, sentivo di volervela condividere, ancor prima di scrivervi del cosa vedere ad Amman e dintorni, soprattutto dopo aver visto con i miei occhi, gl’immensi campi profughi nelle zone vicino a Irbid, nel nord della Giordania e nella zona di Azraq.

Se poi avete voglia di farvi un’idea su tutto ciò, vi consiglio di leggere la storia di Abeer Khreisha, la vincitrice per il Medio Oriente del Premio Nansen per i Rifugiati dell’UNHCR” conosciuta come “la madre dei siriani”, per i suoi 30 anni di impegno a favore dei rifugiati.

Solo ad Amman a dicembre 2018, sono 671.148 i rifugiati registrati, con il governatorato di Amman che ne accoglie 196.597. I rifugiati presenti nei campi gestiti dal Governo e dall’UNHCR sono 126.064, mentre quelli non registrati e non presenti nelle strutture Onu/governative sono 545.084.

Questi numeri danno immediato riscontro della problematica umanitaria che la Giordania ha affrontato, su una popolazione di poco meno di 10 milioni di abitanti.

Nel documento Global Trends realizzato dall’Agenzia Onu per i Rifugiati si può leggere come la Giordania sia la nazione che ospita la decima più grande popolazione di rifugiati al mondo, mentre se si considera il rapporto popolazione e rifugiati, la Giordania è il secondo Paese al mondo con 71 rifugiati ogni mille abitanti.

Amman capitale della Giordania e ospitalità

Il sorriso della gente di Giordania …

Credo che non serve un commento a questi numeri, per spiegare tutto il mio apprezzamento nei confronti delle genti e del popolo giordano e del perchè vi inviti ad andare in questo Paese, visto che anche il Turismo è una industria che può dare una mano alla sua economia!

Anche questo fa parte della Storia vissuta al presente, mentre quelli riportati sopra sono persone e non numeri! Rimanere qualche giorno in più ad Amman, per poi magari spingervi sino al Nord del Paese, lì dove i turisti non arrivano o ci arrivano davvero in pochi ancora, può dare un grande valore aggiunto al vostro Viaggio in Giordania, così come lo ha dato a me e alle 14 persone, che con me stavolta hanno viaggiato!

 

Campo dei Rifugiati ad Arzaq nel Nord della Giordania

Immagini del Campo dei Rifugiati ad Arzaq nel Nord della Giordania!

Ritornare nella Capitale della Giordania:

Cosa fare e cosa vedere ad Amman

 

Il primo impatto con la “nuova Giordania” è inevitabilmente il moderno terminal aeroportuale del Queen Alia International Airport,  progettato e realizzato ispirandosi alle architetture delle tende beduine dall’archistar londinese Norman Foster, racchiude accorgimenti architettonici ed ingegneristici che lo rendono eco-sostenibile.

Sembra trascorso un secolo da quando nel 2009 atterravo qui la prima volta qui, ad Amman! Ma basta davvero poco per ritrovare la “mia vecchia Città”!

Terminata la trafila dei controlli in entrata, eccoci all’esterno dell’aeroporto, pronti a farci travolgere da 13 giorni in questa terra fantastica, fra tradizioni e modernità, fra luoghi da rivisitare con più calma, almeno per me, e luoghi da scoprire insieme!

Amman o la si ama o la si odia sin dall’inizio, ma tutto questo dipenderà dallo spirito con il quale vi approcciate a questa città! Perché in molti vi avranno sicuramente già detto che Amman potete evitare di vederla, perché in molti avranno affermato che ad Amman “non c’è nulla da vedere”

Ma tutto questo, dipende dal grado della curiosità e dalla voglia di scoprire che avete, oltre che dal tempo che avete in conto di “investire” nella scoperta nella Capitale del Regno Hashemita di Giordania!

Per quanto mi riguarda, e forse si è già compreso, Amman la ho amata sin dalla prima volta che ci sono arrivata!

Il primo benvenuto in Giordania poi, ci è stato dato dalla nostra impeccabile Guida, Fuad Tarawneh, che per 13 giorni ci ha supportati e sopportati in modo egregio e professionale, facendoci conoscere e scoprire questo Paese attraverso i suoi occhi e la sua anima!

E’ con Fuad, architetto, archeologo, guida ed agente di viaggio giordano, che ho organizzato questo Viaggio! Ma vi parlerò di lui man mano, scrivendo i diversi articoli che ho in mente di scrivere su questa Destinazione …

Nel frattempo vi lascio il collegamento al suo Gruppo Facebook! Se volete mettervi in contatto con lui, chiedetemi pure: vi girerò i collegamenti che vi servono!

 

Aeroporto Queen Alia ad Amman Cosa vedere ad Amman

Aeroporto Queen Alia ad Amman

Tarawneh Fuad: la nostra guida del Viaggio in Giordania

Tarawneh Fuad: la nostra guida del Viaggio in Giordania


Cosa vedere  e cosa fare ad Amman,

Una capitale creativa fra moschee, siti archeologici, suq

e Street Art!

 

Arrivando nel centro di Amman si viene subito colpiti dal biancore delle facciate delle sue case  e dalla quantità di gente che troverete in giro per le via a passeggiare tranquillamente nelle sue strade e stradine che vanno su e giù dai Jabal, le colline sulle quali è costruita, in mezzo ad un traffico di auto e motorini che nelle ore di punte diventa davvero notevole.

La capitale della Giordania, in origine costruita su sette colli, oggi si distribuisce su ben 19, ciascuno dei quali  rappresenta un quartiere  che prende il nome dal colle stesso! La Dowtown Amman, rappresenta il centro storico della città …

Ma c’è anche un’altra Amman che merita di essere visitata e vissuta! E’ quella che amo definire “la Amman creativa”, quella che  si esprime attraverso una realtà fatta di Street Art  di murales piccoli e grandi, che si possono ammirare solo camminando a piedi per le strade di questa città!

Quello che potrete ammirare è un paesaggio urbano orizzontale e verticale prezioso, collegato da scale  e ripide viuzze – una caratteristica peculiare del centro di Amman, che trova la sua massima espressione nelle zone di Jabal Amman, Sweifieh, Jabal Al-Weibdeh o sulla vecchia scalinata di al-Kalha – dove la Street Art diventa poesia, un modo di dialogare diretto fra l’arte ed i cittadini di Amman di ogni età, che rende colorate e vive le costruzioni bianche e grigie della città!

La cosa più interessante che nell’ultimo decennio è emerso al riguardo, è anche il coinvolgimento della rete internazionale degli artisti che realizzano graffiti e street art, in questa operazione creativa di ampio respiro!

Amman, nel tempo è diventata una metropoli mediorientale con un numero di abitanti cresciuto in modo esponenziale in pochi decenni,  per il notevole afflusso di iracheni, palestinesi, siriani e altre genti dell’area, che qui vengono accolte e che riescono ad integrarsi nel tessuto di una società che è basato da sempre sulla sua storica multiculturalità, in cui il collante principale è dato dal fatto che ci troviamo in un paese in netta prevalenza mussulmano.

Ma nonostante questo, anche le altri fedi religiose, qui, hanno il proprio spazio espressivo!

 

Street Art per le vie di Amman

Street Art per le vie di Amman

Cosa vedere e cosa fare ad Amman – Street Art fra arte e riflessioni

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⚜Giordania – Una passeggiata fra le vie di #Amman, fra aromi di spezie, gatti, personaggi, preghiere del muezzin e #streetArt: una città che avanza, tenendo ben stretta la sua affascinante identità medio orientale! ⚜Oltre ogni stereotipo di viaggio, c’è la vera anima di ciò che cerchi: è quello che chiamo il #viaggioneviaggio, il rapporto più stretto fra te ed i luoghi … ⚜E qui in #Giordania, i luoghi che entrano nell’anima li trovi dietro ogni angolo, basta saperli vedere con gli occhi dell’anima e non li trovi scritti su un programma di viaggio: sono davanti a te … vogliono essere colti, compresi e rispettati! ⚜Ed è così anche Amman: capitale di uno stato giovane amministrativamente, ma antico nell’anima e nel cuore: provate a scoprirla anche voi! ⚜A me e piaciuta davvero tantissimo, anche nelle sue contraddizioni! ⚜E a voi, c’è una capitale che avete evitato di visitare, perché ne avete sentito parlare male, però vi siete accorti che in fondo, non era poi così male? ⚜ LasciateviIspirare dallo #spiritoviaggiatore! ⚜Vi aspetto per viaggiare ancora insieme! ⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜ #giordania🇯🇴 #traveljordan #travelbloggeritaliane #travelblogger #traveladdict #jordanculture #visit_jordan #ig_jordan #jordan #passionpassaport #picsofday #vacanze #tourleader #traveldesigner #amman #ammanstreetstyle #ammanjordan #ammanstreetart #visitjordan #ammanstreetart #thisisamman

Un post condiviso da Spunti di Viaggio (@palamaradomenica) in data:

“L’arte dei graffiti crea un ambiente diverso e dà uno spirito al luogo che lo ospita. L’arte dei graffiti è molto importante in quanto riflette ciò che sta accadendo in strada. I graffiti possono trasformare un normale muro in un posto speciale con un’identità e possibilmente un messaggio che può darti ispirazione,

speranza o persino amore

 

         (dall’intervista del “The Jordan Times” a  Shatha Al Majali – 2 Aprile 2018)

Cogliere questo messaggio è importante da parte di ogni viaggiatore che sosti ad Amman: un messaggio che può divenire un passaparola anche via social, volare in giro per il mondo e fare comprendere le speranze, i timori, i colori e l’animo della gente di Giordania!

Anche questa è il regno Hashemita di Giordania e la sua bella capitale, Amman!

 

Cosa vedere per le strade di Amman

Per le strade di Amman


Per rendere più semplice comprendere dove sono localizzate queste opere della Street Art ad Amman, su Google Map ho recuperato una mappa interattiva, realizzata dalla  CSBE, che fornisce dati e informazioni molto interessanti al riguardo! Voi cosa ne pensate?

 

 Cosa vedere ad Amman e cosa fare più giorni nella capitale della Giordania- Alla scoperta della Street Art …

 


Le cose da vedere assolutamente
camminando per le strade di Amman

Camminare per le vie della Dowtown ed i vicini quartieri/colline è una esperienza assolutamente da fare se volete scoprire nel modo migliore questa città! Mettetelo fra i vostri impegni principali  quando scriverete il vostro pro-memoria sulle cose da vedere e da fare ad Amman!

Scoprirete una capitale che non vi aspettavate di trovare, piena di vita, autentica, laboriosa e gentile, che va anche oltre i meravigliosi siti storici ed archeologici di Amman, di cui vi parlerò piu avanti in questo stesso articolo!

Se volete farviene un’dea più precisa, guardate attentamente questa prima mappa della città di Amman, estrapolata dal sito ufficiale del Turismo giordano (Per avere più dettagli, potete consultare visitjordan.com cliccando QUI!)

Cosa vedere ad Amman e cosa fare nel centro storico di Amman – Il suo centro storico


 

Cosa vedere e cosa fare nel centro storico di

Amman fra Suk e Mercati!

Welcome: “Ahlan wa sahlan in Amman!”

 

Le strade nel centro storico di Amman hanno la tipica atmosfera mediorientale che riesce a coinvolgere anche il più impassibile dei viaggiatori(qualcosa di simile lo potete provare anche a Reggio e in tutto il Sud Italia!) con il tempo scandito dal richiamo dei muezzin proveniente dalle innumerevoli moschee grandi e piccole di cui la città è disseminata, con gli intensi profumi e gli aromi delle spezie, delle essenze e del gustosissimo Street food giordano.

I suq di Amman sono un po’ diversi rispetto a quelli di altre città che già avrete avuto modo di visitare in Medio Oriente o in nord dell’Africa: qui ogni suq o mercato, contraddistingue una zona della città e una categoria merceologica specifica!

Souk el-Sagha (il mercato dell’oro)

Souk el-Sagha (il mercato dell’oro)

Fra le cose da vederead Amman, ci sono i suoi meravigliosi Souk! 

Così ad esempio, vicino al Souk el-Sagha (il mercato dell’oro), troverete innumerevoli negozi e negozietti stracolmi di oro, dove potrete entrare tranquillamente e contrattare l’acquisto dei preziosi manufatti lavorati dagli abili artigiani giordani. Nel contrattare tenete conto che l’oro in Giordania ha un numero di carati inferiori a quelli cui siete abituati in Italia e quindi, il suo valore è inferiore!

Da non perdere assolutamente è la visita al Souk el-Khodra, il colorato e profumato “Mercato della frutta fresca e delle verdure”, dove fra bancarelle e negozietti, si possono trovare anche le spezie da utilizzare in cucina. Il mio consiglio è di fare qui la visita al tramonto, quando con le luci accese tutto sembra più magico e dalla vicina Moschea Al Hussein Bin Talal, i muezzin chiamano alla preghiera!

Un altro mercato da non perdere ad Amman, è il Souk Jara, localizzato a Rainbow Street  nella zona di Jabal Amman.  Si tratta di un Mercato settimanale dove vengono esposti e venduti oggetti di antiquariato e artigianali davvero molto interessanti!

Nel Souk Mango invece troverete tutto ciò che riguarda l’abbigliamento, compresi gli abiti da sposa e la sua dote di biancheria!

Ad Amman dicono che vi siano almeno 10 mercati (o Suq), ma a dirvi la verità, sin ora sono riuscita a visitare solo quelli che sopra vi ho menzionati, gli altri li visiterò la prossima volta!

Souk el-Khodra, il colorato e profumato “Mercato della frutta fresca e delle verdure”

Souk el-Khodra, il “Mercato della frutta fresca e delle verdure”


 

Cosa Vedere ad Amman:

 

Le Attrazioni Storico-Archeologiche

 

e le Moschee Imperdibili!


La Cittadella di Amman

La Cittadella rappresenta un vero e proprio Parco Archeologico della capitale del regno Hashemita di Giordania, il luogo in cui sono state rinvenute le tracce dei primi insediamenti umani ad Amman, che risalgono al periodo del Neolitico.

Il Belvedere della Cittadella è senza dubbio il miglior luogo per entrare in punta di piedi nella Storia antica di Amman,

Dalle alture della collina di Jabal al-Qala’a, circondati dal più di 1700 metri di antiche mura perimetrali, il panorama sulla città di Amman si tinge davvero dei colori del bianco delle sue case “color pietra di Luna”, dell’azzurro del suo cielo e della vastità della sua estensione, che si perde all’orizzonte!

Soffermarsi qui, prima di iniziare la visita del sito archeologico, è una cosa che vi invito a fare, ora che avete letto un po’ i trascorsi storici dell’antico sito di Filadelfia e le vicissitudini di questa città!

Pochi passi più in là ci aspettano le rovine del Foro Romano risalenti al III secolo a.C., le sopravvissute colonne del Tempio di Ercole, il Museo Archeologico Nazionale, l’Al-Qasr cioè il Palazzo Omayyade e i resti della chiesa bizantina.

Tempioio di Ercoleal Tramonto - Cittadella di Amman

Il profilo del Tempio di Ercole nel tramonto, che magia!

Cose da vedere ad Amman  – La Cittadella

Cosa vedere ad Amman – Pianta dell’antica Cittadella

Cosa vedere ad Amman Particolari della statua nel Tempio di Ercole

Ciò che rimane della statua nel Tempio di Ercole

 

Il Tempio di Ercole, o meglio, quel che ne rimane, venne costruito nel 166 d.C. durante l’Impero di Marco Aurelio. Dell’antico edificio sacro oggi rimangono 4 colonne, ed alcune parti delle mani e del gomito della gigantesca statua di marmo che al tempo misurava circa 12 metri!

Il piccolo ma ricchissimo Museo Archeologico Nazionale ubicato di fronte a Tempio di Ercole, è sicuramente uno dei luoghi da non perdere assolutamente durante la visita ad Amman!

Fra i mille reperti che qui sono conservati ed esposti meritano una menzione particolare le statuette  di Ain Ghazal, le più antiche statue antropomorfe ritrovate al mondo che risalgono all’incirca a settemila anni prima di Cristo (Neolitico).

Le statuette di Ain Ghazal

Le statuette di Ain Ghazal

Museo Archeologico di Amman testa di Tyche dea della fortuna

Testa di Tyche, dea della fortuna

 

Arte islamica al Museo Archeologico di Amman

Arte islamica al Museo Archeologico di Amman

Di grande importanza storica ed archeologica sono anche i frammenti dei Rotoli del Mar Morto (le pergamene del Mar Morto sono state rinvenute nel 1952, ma solo alcuni frammenti sono qui esposti), la copia della stele di Mesha risalente all’850 a.C. – l’originale oggi si trova  al Museo del Louvre a Parigi – che ci racconta della vita dell’epoca in Giordania, la stele di Balwa, risalente al XII secolo a.C., le teste bifronti, utilizzate come capitelli del VII secolo a.C.. 

Interessanti i reperti che si possono ammirare nell’esposizione museale che testimoniano le tracce del passaggio da Amman delle civiltà persiana, ellenistica, nabatea e romana!

Tra i vari reperti che appartengono al periodo della dominazione romana ad Amman, spicca la splendida testa di Tyche dea della fortuna, ma di non inferiore importanza e bellezza sono i  reperti risalenti all’epoca bizantina ed islamica.

Un Museo che non ti aspetti di trovare, in altre parole, che incanta e fa sognare!

Mi auguro che presto possa essere costruito ad Amman un nuovo e più grande Museo Archeologico, che accolga, cataloghi ed esponga in maniera più “comoda” e moderna, questi splendidi ed importanti reperti, poco conosciuti ai più ma di indubbio valore storico ed archeologico per la Giordania, ma anche per il mondo intero!

Poco distante dal Museo Archeologico, si trovano i resti di una antica chiesa bizantina edificata intorno al VI e il VII secolo, circondata da colonne corinzie.  

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Buongiorno carissimi, Amici Viaggiatori, dopo 10 giorni dedicato alla “bronchite post rientro” 😜😜🙊🙊🤧Eccomi a parlarvi con questa foto della …👇👇 #Giordania – Nella #Cittadella di #Amman Lo avete già visitato nel vostro #viaggioingiordania? ⚜La Cittadella è il sito dell’antica Rabbath-Ammon, e qui gli scavi hanno rivelato numerosi resti romani, bizantini e paleocristiani. ⚜La foto che vedete è stata scattata sulla strada colonnata che attraversa il complesso del palazzo di Umayyad, denominato più semplicemente come al-Qasr (“il Palazzo”), che risale al periodo islamico degli Omayyadi. ⚜ L’antica cittadella, che domina la città dall’alto di Jabal al-Qala’a, la collina di al Qala’a cioè, è un buon posto per iniziare un tour della città. ⚜La Cittadella è il sito dell’antica Rabbath-Ammon, e qui gli scavi hanno rivelato numerosi resti romani, bizantini e paleocristiani. ⚜L’edificio più imponente della Cittadella, noto semplicemente come al-Qasr (“il Palazzo”)! ⚜La struttura è davvero notevole: al suo interno potete visitare quella che comunemente viene chiamata “Sala delle Udienze”, con un portale monumentale davvero fantastico! ⚜Ovviamente nella Cittadella potrete ammirare mille altre cose, ma per questo dovete attendere qualche giorno, perché proprio ieri ho iniziato a scrivere sul mio blog www.spuntidiviaggio.it l’articolo che riguarda la città di #Amman! ⚜#StayTuned allora … e #LasciateviIspirare! ⚜Vi aspetto! ⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜ Follow me 👉 @palamaradomenica #travelblogger #dametravel #traveladdict #jordanculture #jordan #visitjordan🇯🇴 #giordaniadiscovery #giordania🇯🇴 #travelbloggeritaliane #traveldesigner #tourleader #jordanaddict #picsofday #passionpassaport #instaamman #ammanstreetart #ammanjourney

Un post condiviso da Spunti di Viaggio (@palamaradomenica) in data:

Un’altro degli antichi edifici che si possono ammirare su quella che era l’Acropoli di Amman, è il  Complesso del Palazzo Omayyade risalente al 720 d.C., al periodo cioè dominazione islamica della dinastia Omayyade.

Questo splendido “Palazzo” un tempo deve aver rappresentato il cuore amministrativo dell’antica Ammon, oltre ad essere dimora dell’emiro. Sul sito lasciano a bocca aperta il vasto atrio monumentale, una favolosa sala delle udienze con pianta cruciforme, le quattro stanze con soffitti a volta! Poco più a nord e nord-est  del palazzo, si trovano le rovine del parco e una cisterna per la raccolta delle acque che, con tutta probabilità, doveva essere appartenuta all’epoca romana.

Prendetevi il tempo di ammirare il panorama di Amman che da qui si può ammirare e che al tramonto diventa ancora più fiabesco! Guardando le immagini all’inizio di questo articolo, potrete avere un assaggio di questa magia e comprendere perchè Amman, merita davvero di essere visitata a lungo!

 

Cosa vedere nella Cittadella di Amman Complesso del Palazzo Omayyade

Il Complesso del Palazzo Omayyade


Luoghi da non perdere assolutamente ad Amman:

Il Teatro Romano, i Musei, l’Odeon e il Ninfeo di Amman

Già dal Belvedere della Cittadella si può intravedere le fattezze del bellissimo Teatro Romano, ricavato alla base della collina di Jabal Jofeh, e la dirimpettaia piazza degli Hashemiti, sede dell’antico foro romano, ancora oggi punto d’incontro giorno e notte della gente del posto e dei turisti che girovagano in sua prossimità fra negozietti di souvenir, di spezie e di abbigliamento!

Si può arrivare sin qui scendendo a piedi dalla Cittadella per avere modo di poter vedere e visitare anche il Ninfeo di Amman, la principale fontana pubblica dell’antica Filadelfia, costruita e completata intorno al 191 dopo Cristo.

Il Nymphaeum in Amman

Il Ninfeo di Amman, rappresenta un vero gioiello dell’architettura e dell’ingegneria delle costruzioni di epoca romana e tutt’ora, sono in fase di approfondimento e digitalizzazione gli studi ad esso collegati di cui vi riporto qualche breve cenno di approfondimento

“L’antica  struttura era costruita su una grotta che possedeva una sorgente di acqua sacra alle Ninfe. Il Ninfeo stesso era costruito su un’area in discesa verso sud-ovest:  in queste condizioni era indispensabile la presenza di una serie di volte che rendessero possibile lo scorrere dell’acqua sotto l’edificio senza che questo causasse danni. Queste volte avrebbero inoltre assunto la funzione di passaggio per raggiungere il ruscello.

Al di sopra degli archi si apriva una serie di undici nicchie larghe 1,25 m e alte circa 2,10 m fino al livello della piattaforma del colonnato. Solo pochi frammenti di elementi decorativi sono stati ritrovati durante gli scavi. L’intera struttura fu costruita prevalentemente in blocchi di pietra calcarea: per la parte esterna è stato impiegato un bugnato rustico, mentre per la facciata principale sono stati utilizzati blocchi lisci, montati secondo un’alternanza di diatoni e ortostati; le pareti interne del Ninfeo, le parti inferiori delle tre grandi absidi e le piccole nicchie presentano numerosi fori circolari e squadrati nei blocchi, che rivelano che l’interno era finito con un rivestimento marmoreo.”

(Fonte e dati tecnici tratti da “Il Ninfeo romano di Amman. Documentazione e indagine architettonica. Roman Nymphaeum in Amman. Documentation and Architectural Study” di  El-Khalili, Mohammad  Adarbeh, Nizar  Alshawabkeh, Yahya Mayyas, Abdulraouf, S. (2013), pubblicati sulla Rivista “Disegnare Idee Immagini” – Rivista semestrale del Dipartimento di Storia, Disegno e Restauro dell’Architettura “Sapienza” Università di Roma | Biannual Magazine of the Department of History, Drawing and Restoration of Architecture)

 

Nymphaeum in Amman

Nymphaeum in Amman

L’Odeon

L’Oden è un piccolo Teatro la cui costruzione risale probabilmente allo stesso periodo del vicino Teatro romano. Si tratta di un magnifico teatro da 500 posti oggi restaurato, ubicato sul lato est della Piazza degli Hashemiti.

Oggi viene utilizzato per Eventi e concerti.

Il Teatro Romano ed i suoi Musei

Lo spettacolare Teatro di Amman venne costruito tra il 138-161 d.C sotto l’imperatore romano Antonino Pio. La sua capienza è di circa 6.000 spettatori e grazie alla sua perfetta acustica, ospita a tutt’oggi spettacoli lirici ed altri eventi importanti, di carattere internazionale.

Sulla collina dove è stato realizzato questo magnifico capolavoro dell’arte romana, gli archeologi e gli studiosi di storia hanno ipotizzato la preesistenza di una necropoli o di un cimitero.

Nel corso della sua lunga Storia, questo Teatro ospitò nel 1948 cinquantamila profughi palestinesi che qui trovarono temporaneamente riparo e salvezza!

Visitato il Teatro ed ammirato il panorama di Amman dall’alto delle sue ripide gradinate, non perdetevi la visita ai due piccoli musei realizzati nelle basi del teatro romano: si tratta  del Jordan Folklore Museum e del Museo delle Tradizioni Popolari

A queste attrazioni imperdibili si può accedere con il Jordan Pass, o facendo un unico biglietto che permette di accedere alla visita del Teatro, all’ Odeon, al Museo del Folklore e a quello delle arti e Tradizioni Popolari.

Quest’ultimo Museo racchiude al suo interno costumi e ricchi ricami della  tradizione giordana e palestinese, antichi gioielli tradizionali, oltre ad alcuni splendidi  mosaici provenienti da Madaba e da Jerash.

 

Cosa vedere ad Amman Teatro Romano

Il Teatro romano di Amman

Altri piccoli Musei da vedere ad Amman

  • Museo archeologico/Università della Giordania – Un piccolo museo archeologico che si trova all’interno dell’Università della Giordania, presso la Facoltà di Archeologia e Turismo. (Sito ufficiale)
  • Galleria Nazionale giordana di Belle Arti – Istituito dalla Royal Society of Fine Arts presso il Jabel Al Weibdeh ad Amman. Qui sono esposte le opere di oltre 520 artisti provenienti da tutto il mondo. (Sito ufficiale)
  •  Museo Reale dell’Automobile – Qui potrete vedere la Storia del Regno Hashemita di Giordania, dalla sua fondazione ad oggi, narrata attraverso le auto utilizzate da Re Abdullah I sino all’attuale Re di Giordania, Sua Maestà Re Abdullah II. Una visita che consiglio di fare a tutti e che sicuramente affascinerà da morire i bambini. PREZZO D’INGRESSO per i Turisti: 3 JD .

 

Luoghi  da  vedere ad Amman: Le Moschee

Fra le svariate cose da vedere ad Amman, ce n’è una che è tutta da ascoltare! Il richiamo del Muaezzin davanti alla più antica Moschea della capitale del Regno Hashemita di Giordania! Fatelo al tramonto … sarà un’esperienza ancora più Magica!

 


La Giordania è sicuramente uno dei Paesi più moderati, includenti, ospitali e sicuri del Medio Oriente.

Nella sua capitale le varie etnie qui giunte e radicatisi, costituiscono un unico popolo con la medesima lingua.

La Religione prevalentemente praticata in Giordania è quella mussulmana, riconosciuta nella Costituzione giordana come religione di Stato, che sancisce però anche la libertà di culto e di poter “praticare la propria religione in accordo con i costumi che si osservano nel Regno, a meno che non violino l’ordine pubblico o il buon costume”.

Ad Amman quindi, le architetture delle moschee e la voce dei muezzin che rammentano l’obbligo alla preghiera islamica 5 volte al giorno, costellano luoghi e momenti delle giornate che qui trascorrerete.

Fra le tante moschee che incontrerete ad Amman, vi consiglio di visitare o di soffermarvi su tre in particolare:

  • La moschea Al-Hussein;
  • La Moschea Abu Darwish;
  • La moderna Moschea del re Abdullah.
Interno della Moschea di re Abdullah ad Amman

Interno della Moschea di re Abddullah

 

Esterno della Moschea di Re Abdullah

 


Indicazioni su cosa vedere e fare ad Amman

Dove bere un buon Caffè 

Se state curiosando per i saliscendi della Dowtown di Amman, fermatevi ogni tanto per riposare e per bere un Caffè in uno dei locali di cui questa città è costellata.

Ovviamente nella capitale della Giordania, è molto più facile sorseggiare un caffè alla turca o arabo al cardamomo, anziché trovare un caffè italiano espresso. Se proprio non potete farne a meno di rimandare l’incontro con l’italica tazzina, non trasalite poi del prezzo che vi chiederanno: uomo avvisato mezzo salvato. Potrete arrivare a spendere anche 10 JOD!

Fra i tavolini dei Caffè più quotati su TripAdvisor ( QUI vi lascio il link), vale la pena soffermarsi seduti ai tavolini del Rakwet Caffé, del Rumi Café, del Books at Café, del Cafè Strada, del Cafe Kepi e via dicendo.

In alcuni di questi locali poi, potrete anche provare a fumare la shisha in tutta tranquillità!

 Kepi Caffè ad Amman

Al Kepi Caffè ad Amman


Dove mangiare i piatti tipici della cucina giordana

ad Amman e cosa chiedere.

Forse nulla come il cibo avvicina alla conoscenza dei luoghi che si visitano e per questo motivo, ogni volta che visito un Paese, preferisco di gran lunga i cibi del posto, all’anonima cucina internazionale di hotel a 5 stelle o di ristoranti seriali!

La cultura gastronomica giordana è legata alla storia del popolo nomade beduino, ad un sapiente uso delle spezie oltre che ad una cucina semplice ma allo stesso tempo ricca nel sapore, negli aromi e nei profumi!

Un magico connubio di saperi e di sapori da gustare a tavola con calma! Perchè mangiare insieme a tavola è un rituale importante e sacro in tutto il mondo arabo e quindi, anche qui in Giordania! 

Ottimo il pane arabo, che nei locali più autentici viene anche utilizzato per raccogliere il cibo nel piatto!

Uno dei piatti che mai mancherà su ogni tavola giordana, sarà sicuramente l’hummus – una salsa gustosissima a base di ceci setacciati, semi di sesamo, olio di oliva, aglio, succo di limone – che, insieme alla baba ghannouj –  una salsa preparata con melanzane, tahini, aglio e succo di limone – e la salsa Moutabel – una variante della Baba Ghannouj con l’aggiunta dello yogurt, rappresentano l’ideale accompagnamento per gli immancabili antipasti giordani!

Hummus, la salsina tipica della Giordania

Hummus, la salsina tipica della Giordania

Vogliamo poi parlare dei Falafel, le buonissime polpettine fritte di ceci macinati o dei Kibbeh, le crocchette fritte a base di carne tritata, cipolla e spezie?

Non so quante ne ho mangiate appena fritte e/o intinte nelle salsine locali!

Ma il re della cultura gastronomica giordana è senza dubbio il Mansaf, un delizioso piatto unico a base di riso, agnello, spezie e yogurt, ereditato dalla tradizione beduina!

E per concludere il pranzo, non può mancare un ottimo dolce giordano, il Kanafeh, realizzato con  pasta fillo farcita con formaggi freschi, poi fritto nel burro.

 

Kanafeh dolce tipico di Amman

Kanafeh – Dolce tipico di Amman


 

Cose da fare ad Ammann – I Ristorantini che vi consiglio e alcuni locali da non perdere!

Ad Amman troverete sicuramente dove mangiare bene senza spendere un capitale!

Per avere delle indicazioni di carattere generale sui nomi e gli indirizzi dei vari Ristoranti in questa città, vi lascio il link alle recensioni al riguardo che potrete leggere su TripAdvisor

Hashem – Lo trovate in Al-Amir Mohammed a Downtown. Si tratta di uno dei fast -food tradizionali più conosciuti fra i turisti e gli abitanti del posto. Qui essenzialmente troverente hummus e falafel a go-go, ad ogni ora del giorno e della notte, a prezzi davvero modici!

Ghaith Restaurant – Si tratta di un Ristorante con cucina a vista anche da asporto, frequentato prevalentemente da gente del posto. Ottima la sua cucina giordana e i prezzi praticati! Ve lo consiglio … ci sono tornata due volte!

Nabteh o Fatteh – Si trova a Rainbow Street. E’ un bel ristorante con sistemazioni sia all’aperto su di una terrazza, che al suo interno. Propone la tipica cucina giordana con ottime grigliate di carne e falafel. Anche qui, come quasi in tutti gli altri locali tipici della città, non vengono offerti gli alcolici.

Reem AlbawadiSi trova a quasi 8 chilometri dalla Cittadella di Amman. E’ il Ristorante che preferisco nella capitale! In Estate si mangia all’aperto sotto una sorta di tenda  beduina, mentre in inverno la location si trova all’interno di un attiguo salone molto ampio, costruito con un’architettura araba da mille e una notte!

Qui non dovete assolutamente perdervi i loro antipasti a base di hummus, fatoush, baba ghannouj, labnesh accompagnati da caldissimo pane arabo tipo pita. A seguire vi consiglio le grigliate miste di varie carni, (ottimo l’agnello!) o in alternativa il mansaf! Ottimo il servizio ed il rapporto prezzo – qualità.

Habibah Sweet – Ultimo ma primo assoluto per i golosi e quindi anche per me! Si tratta di una Pasticceria Giordana che definirei di alto livello, molto nota in tutto il Medioriente, con  dolci sempre freschissimi  e di qualità elevata! Ho avuto la fortuna di averlo come “vicino di Hotel” nel mio ultimo Viaggio in Giordania, e ho fatto incetta dei loro biscotti e dolcetti che sistemano anche dentro scatole di latta molto carine! Ecco un souvenir che vi consiglio assolutamente di acquistare e portare con voi in Italia!

La loro specialità massima è il Kunafeh, che qui è assolutamente da assaggiare!

Dove mangiare ad Amman Ristorante Reem Albawadi

Ristorante Reem Albawadi ad Amman

 


Dove dormire ad Amman

Come già detto per i Ristoranti, ad Amman potrete trovare l’alloggio/albergo/Hotel che fa al caso vostro e alle vostre tasche, sia che preferite una struttura internazionale con il massimo del confort, sia che decidiate di optare per un albergo in stile tipico locale, più spartano ed economico, contemperando la qualità con il prezzo!

Una delle cose che però dovete sin da subito decidere, è la scelta della zona dove intendete alloggiare, considerato che se intendete porvi come obiettivo principale del vostro viaggio nel regno Hashemita di Giordania il poter visitare con comodità le cose che avete in mente di vedere ad Amman, il mio consiglio è di scegliere le zone nella Dowtown, in Rainbow Street o nella zona di Shmeisani.

Da queste zone potrete visitare le attrazioni di Amman anche a piedi, senza usare né bus, né taxi!

Sicuramente vi sarà di utilità la mappa che sotto potete vedere, relativa alla localizzazione delle principali strutture alberghiere nelle zone centrali di Amman.

Per conoscere l’offerta alberghiera di questa città, vi lascio il link del solito sempre utile TripAdvisor, per meditarci un pò su!

Mappa turistica con localizzazione degli Hotel ad Amman

 

Gli Hotel da me utilizzati nei due Viaggi in Giordania effettuati sin ora …

Nel corso del primo mio Viaggio in Giordania, la scelta era caduta sul Meridien Hotel Amman (QUI potete trovare il link che vi rimada al sito web), appartenente alla omonima catena internazionale francese, ubicato nella Queen Noor Street, in zona Shmeisani!

Ottimo Hotel, molto confortevole con servizi di alto livello, ubicato in zona centrale! Ma anche molto anonimo, senza l’anima mediorientale che cercavo!

Dove dornire ad Amman

Camera dell’Art Hotel Downtown ad Amman

 

Per l’ultimo viaggio in Giordania invece, dovendo rimanerci tre notti in totale – due all’inizio ed una al termine del Viaggio – ho diversificato, scegliendo per le prime due notti un hotel “di introduzione ad Amman”, un pò più delocalizzato rispetto al suo centro storico, ma comunque comodo, mentre per  l’ultima notte la scelta è ricaduta su un Hotel centralissimo, per poter fare 4 passi a piedi e acquistare le ultime cose, prima del rientro in Italia.

Il primo Hotel, è stato il Days Inn (QUI il link), ubicato in zona Aziz Street, Omar Bin Abdul. Un Hotel gestito da giordani ma con tratti di stampo internazionale.

Il secondo è stato l’Art Hotel Downtown (per conoscere meglio questa struttura cliccate QUI), ubicato sulla centralissima King Faisal Street, a Dowtown per l’appunto, a poche centinaia di metri dalla più antica Moschea di Amman, dal Suq della frutta e verdura, ma anche vicinissimo alla Cittadella e all’ Anfiteatro Romano. Un Hotel classificato a tre stelle, ma che offre i servizi di un due stelle di ottima qualità, con la caratteristica di avere al suo interno ed in ogni camera, dei Murales e Graffiti in multicolor …

Ve lo consiglio!

 

Cosa vedere ad Anman - Itinerario di Viaggio in Giordania mappa Jordan


Panorama- cosa vedere ad Amman

Panorama di Amman

Panorama dalla Cittadella: una cosa da non tralasciare di vedere ad Amman ad ogni ora!

Al termine di questo lungo Reportage sulla splendida capitale della Giordania, all’interno del quale troverete mille indicazioni e consigli utili su cosa vedere ad Amman, ma anche cosa fare, quali hotel scegliere, dove mangiare o dove prendere un caffè, come muoversi una volta giunti qui e molte altre dritte, spero davvero tanto di aver “scardinato” il preconcetto che ad Amman non ci sia nulla da vedere e che quindi non valga la pena andarci!

Personalmente ci sono stata già due volte ma conto di tornarci ancora e ancora tante volte!

Se quello che cercate sono anche dei Consigli utili su come organizzare il vostro Viaggio in Giordania, niente di meglio allora che leggere l’articolo che trovate qui sotto, per continuare ad esplorare la possibilità di visitare Amman e l’intera Giordania!

Se poi avete in mente altre domande, non preoccupatevi: scrivetemi nel form che trovate sotto questo reportage! Vi risponderò in brevissimo …

Come spesso scrivo anche sui Social, di una cosa sono assolutamente certa: la Giordania sa conquistare il cuore di tutti e saprà incantere anche voi con le mille Emozioni che riesce a donare!

Come già ha fatto con me sin dalla prima volta!

Stay Tuned e al prossimo spunto di viaggio sulla Giordania!

Mimì

 

Consigli utili su come organizzare un Viaggio in Giordania: enjoy Jordan!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

⚜#giordania🇯🇴 … #amman è davvero una città che non ti aspetti e che sa sempre affascinarecon le sue atmosfere Medioorientali e la grande bellezza dei luoghi e delle sue genti! Si…parlo al plurale e vi spiego il perché nel mio #Reportage! Un #Reportage con il quale vi porto alla scoperta di #Amman, la splendida capitale della #Giordania, cuore di un #medioroente di pace, ospitalità ed accoglienza! ⚜Vi porto alla scoperta di una capitale moderna nella data di sua creazione, ma che ha antichissime origini e che certamente sarà sorprendervi e farsi amare, più di quanto inizialmente avreste mai pensato! ⚜#WelcometoAmman allora, #Benvenuti nella capitale del #RegnoHashemitadiGiordania e nel cuore della sua ospitale gente! ⚜ Per conoscere cosa vedere ad Amman, cosa fare, ma anche dove dormire, in quali ristoranti andare e molto altro ancora, vi invito a leggere questo Reportage ed usarlo come #Guida per il vostro prossimo #viaggioingiordania, iniziando da qui 👇👇👇 https://www.spuntidiviaggio.it/cosa-vedere-ad-amman-cosa-fare-e-perche-stare-piu-giorni-nella-capitale-della-giordania/ ⚜Vi aspetto! E voi come immaginate Amman?⚜ ⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜⚜ Follow me 👉@palamaradomenica Link in bio! @visitjordan @giordania_turismo @ammanstreetart #travelblogger #travelbloggeritaliane #traveladdict #tourleader #giordaniadiscovery #giordaniaturismo #visitjordan🇯🇴 #instaamman #ig_jordan #jordanaddict #jordanculture #ammancitadel #ammanstreetart

Un post condiviso da Spunti di Viaggio (@palamaradomenica) in data:

You may also like

6 comments

Avatar
Teresa 16 Novembre 2019 - 10:08

La Giordania è un posto che mi affascina tantissimo, prima o poi devo visitarla anche io. E quando arriverà il momento, stai sicura che ti contatterò per chiederti informazioni e suggerimenti!

Reply
Mimì
Mimì 16 Novembre 2019 - 12:47

Ciao Teresa, lo faró con grandissimo piacere1

La Giordania ti affascinerá immensamente, ne sono certa!

Reply
Avatar
giusy d'anna 17 Novembre 2019 - 17:02

ciao teresa sto organizzando il mio viaggo in giordania per la settimana di pasqua 2020 ., ho prenotato l aereo , l hotel x 2gg ad amman, 2 ad madaba. 1 a petra e 1 ad aqaba.Ho prenotato l’auto, mi manca SOLO una guida che mi scorazzi per tutti questi gg e che parli l’italiano . Puoi aiutarmi ? grazie giusy 3477891145

Reply
Mimì
Mimì 17 Novembre 2019 - 21:39

Ciao Giusy!
Ti lascio la E mail della guida più in gamba della Giordania, Fuad!

Mettiti in contatto con lui, ne resterai soddisfatta!
foad_t@yahoo.com

E se ti servono info su questo meraviglioso Paese, chiedi pure, sono a tua Disposizione!

Mimì

Reply
Consigli utili su come organizzare un Viaggio in Giordania: enjoy Jordan! 21 Novembre 2019 - 17:29

[…] per i popoli che attraversavano i deserti, la Giordania è un Paese tutto da vedere e vivere! Da Amman e dintorni sino ad Aqaba, dal Mar Morto sino alla meravigliosa Petra e al vicino deserto del Wadi Rum, non […]

Reply
Un Itinerario di Viaggio in Giordania alla scoperta del Regno Hashemita 21 Novembre 2019 - 17:58

[…] Visita al centro città di Amman e alla collina della Cittadella, che fu un insediamento umano fin dal paleolitico, più di 18.000 anni fa. La più impressionante traccia del passato sopravvissuta fino ad oggi è il palazzo omayyade, sulla terrazza più alta della cittadella, che risale alla prima metà del secolo VIII. Sulla terrazza di mezzo sottostante si trova il tempio di Ercole, di epoca romana, le cui enormi colonne si stagliano contro il cielo creando uno spettacolare effetto scenografico.  Pernottamento ad Amman […]

Reply

Leave a Comment

Don`t copy text!

Stiamo utilizzando Google Analytics

Per favore,conferma se accetti il ​​nostro monitoraggio di Google Analytics. Puoi anche rifiutare il monitoraggio, in modo che tu possa continuare a visitare il nostro sito Web senza alcun dato inviato a Google Analytics.