Home L'AMBIENTE DA VIVERE Il Bergamotto di Reggio Calabria: storia e pregi di un Agrume unico!
Il bergamotto di Calabria, il suo frutto

Il Bergamotto di Reggio Calabria: storia e pregi di un Agrume unico!

by Mimì

Il Bergamotto di Reggio Calabria è un agrume visivamente molto simile ad una limone od a un cedro che si coltiva in una fascia ristretta della Provincia di Reggio Calabria compresa fra Villa San Giovanni e il versante del basso Jonio Reggino.  Le sue caratteristiche organolettiche, olfattive e chimiche, unite all’unicità e al pregio dei suoi usi nell’industria profumiera, cosmetica e farmaceutica, ne fanno un vero “Oro Verde di Calabria”!

Vi accompagno a conoscere meglio il “Citrus Bergamia Risso”!

Il bergamotto di Calabria, la sua pianta

La pianta del pregiato Agrume del Bergamotto – Citrus Bergamia Risso

Perché vi parlo del Bergamotto di Reggio Calabria

Sono due i motivi di fondo che mi portano a scrivere dell‘Oro Verde di Calabria:

  • E’ un agrume che in passato ho avuto modo di conoscere in maniera approfondita, per aver lavorato 4 anni nei laboratori di controllo qualità di una Azienda di trasformazione Agrumaria nel reggino. Questo mi ha dato la possibilità di poter conoscere molti operatori ed imprenditori del settore, ma anche i ricercatori della “Stazione Sperimentale Essenze e Derivati Agrumari di Reggio Calabria”, una bella realtà che però (ahinoi!) ha chiuso i battenti!

  • Il territorio sul quale il bergamotto viene prodotto è nel mio DNA di nascita, visto che a Reggio Calabria ci sono nata ed ho vissuto. Valorizzare questa parte del territorio italiano, anche attraverso i suoi prodotti di Eccellenza, ritengo che sia una delle vie da da intraprendere per far conoscere al pubblico queste zone e le sue peculiarità naturali, paesaggistiche e storico-culturali.

Il Bergamotto di Calabria: antiche stampe dellìOttocento fonte web

Antica Stampa del 1800 -Fonte web


Il Bergamotto di Calabria

Storie, miti e leggende di un Agrume unico e misterioso!

Esiste una affinità molto grande fra il bergamotto e la Terra che lo ospita, la Calabria: entrambi selvaggi e testardi, con un grande carattere e tanto da dare a chi sa apprezzarli! ;-) 

A dir la verità, da buona calabrese riesco anche a capire il perché questa pianta ha deciso testardamente di rimanere qui e di non assecondare chi la voleva far crescere in Giappone, in Israele, in Spagna e in mille altri luoghi vicini o lontani nel Mondo: il clima in riva allo Stretto di Messina, le caratteristiche e la texture agronomica delle terre in provincia di Reggio Calabria, sono favorite da un micro-habitat tale, per cui molte specie botaniche e cultivar  le trovi solo qui, oppure nei paesi tropicali!

Non lo sto “umanizzando“, ma credo che ogni suo aspetto la Natura abbia un suo modo di sentire e questo Agrume, già con il profumo distintivo dei suoi fiori di zagara nel mese di Marzo, diviene la nota olfattiva che contraddistingue questi territori  e il DNA  dei ricordi della sua gente che emigra!

E per non smentirsi, anche la Storia e l’Etimologia del Bergamotto di Calabria, botanicamente Citrus Bergamia Risso, rimangono avvolte in un’aura di affascinante mistero su cui fiumi di inchiostro sono stati scritti!

Qualcuno pensa che il suo nome derivi da “Berga”, la città di Barcellona, altri pensano che il suo nome derivi dalla città di di Pergamon, la mitica città di Troia, altri ancora sostengono che il suo nome derivi dal turco Bergamudi, il “pero del Principe”, la pera bergamotta.

Il Bergamotto di Reggio Calabria fra Storia e leggende

Misteriose e leggendarie  le origini di questa preziosa Cultivar, tanto che qualcuno sostiene sia stata portata sino a Reggio Calabria da Cristoforo Colombo dalle isole Canarie o dalle Antille, altri sostengono che il Bergamotto sia stato portato in Calabria da un moro spagnolo,  il quale  avrebbe venduto un ramo della pianta ai signori Valentino di Reggio Calabria.

Su queste leggende poi la scienza propone la probabilità pare che  la pianta abbia origini  autoctone calabresi.

Ad ogni buon conto,  intorno al  1500 si ha notizia che l’imperatore Carlo V a Roma  già degustava un frutto di bergamotto caramellato, mentre il vero gran debutto del bergamotto avviene in Francia, alla Corte del Re Sole che lo utilizza come acqua profumata, disinfettante e base per i sorbetti a Versailles.

Si deve arrivare sino al 1750 per leggere della prima coltivazione in un “Bergamotteto” nella zona Rada dei Giunchi a Reggio Calabria, dove dalla buccia del “Bergamotto di Calabria”, si estraeva manualmente l’olio essenziale, con il metodo a spugna.

Una essenza che sin dagli albori viene utilizzata in profumeria e cosmetica, che  diviene famosa  grazie alla prima “Acqua di Colonia 4711” formulata  dal profumiere veronese Feminis.

Il Bergamotto su antiche stampe


Il Bergamotto di Reggio Calabria e il tè “Earl Grey”:

un connubbio che sopravvive nel Tempo!

Il  “Matrimonio”  fra il Bergamotto ed il celebre Tè “Earl Grey”, è magicamente avvolto in una Storia  che ha come  protagonisti principali l’essenza di bergamotto,  il tè e il  Conte Grey, mentre la “parte variabile” è sospesa fra una leggenda ed una realtà: sta a voi preferirne una o l’altra! ;-)

Per intenderci,  il Tè Earl Grey è uno dei tè inglesi più diffusi e conosciuti al mondo: dal 1820 viene prodotto aromatizzando pregiati Tè cinesi e indiani con olio essenziale di bergamotto.

Raccontano le leggende che Lord Charles Grey, per salvare un Mandarino Cinese, inviò una spedizione diplomatica in Cina: questi in  segno di ringraziamento, gli fece dono  del prezioso tè aromatizzato al bergamotto. In  un’altra leggenda si narra che Lord Grey avesse degustato del tè proveniente da una nave che, di ritorno dall’India con il suo carico di pregiati tè,  aveva caricato in Calabria dei bergamotti: questi a loro volta avevano aromatizzato le miscele di Tè nella stiva. Al Lord inglese la bevanda così aromatizzata piacque così tanto, che convinse Twinings a produrlo.

La Storia, quella vera invece, racconta più semplicemente che Lord Grey ebbe l’intuizione di aromatizzare le foglie di tè nero con il bergamotto, tutto qui: sarà stato poco leggendario, ma la sua idea si rivelò davvero formidabile e vincente!

Bergamotto di Calabria: olio essenziale e succo le principali risorse

Olio Essenziale di Bergamotto: una preziosa risorsa!

Il Bergamotto di Reggio Calabria – 
Per cosa si utilizza e per quali usi

Da questo agrume prezioso, profumato e dal carattere generoso, si usa praticamente tutto: dalla sua scorza si ottiene  l’essenza, dal suo frutto il succo, dalla  polpa e dagli scarti della buccia,  mangime per gli animali.

 

  • Olio Essenziale di Bergamotto –  Caratteristiche ed usi principali

Si tratta di una delle essenze più apprezzate al mondo che si ottiene per spremitura meccanica degli otricoli presenti sulla sua buccia con macchine pelatrici.

Dalla distillazione dei fiori di bergamotto si ottiene il Neroli, un’altra pregiata essenza naturale, mentre dai suoi rametti giovani e dalle foglie sottoposte a distillazione in corrente di vapore, si ottiene il  petit grain.

L’olio essenziale di bergamotto con i suoi 350 composti organici aromatici, viene impiegato in profumeria non solo per le sue note olfattive e per la  sua fresca fragranza, ma soprattutto per la sua innata capacità di armonizzare e fissarne il Bouquet aromatico!

Oltre che in profumeria l’olio essenziale di bergamotto viene utilizzato  nella  produzioni di cosmetici, nell’industria alimentare (come aromatizzante nell’industria dolciaria, in liquoreria e nei prodotti gastronomici) e in quella farmaceutica.

La medicina popolare calabrese lo ha in passato usato  per le sue proprietà antisettiche, cicatrizzanti, analgesiche, vermifughe, battericide e nelle malattie respiratorie, azioni che anche la moderna Farmacopea ha confermato ed approfondito con una documentata letteratura, accertando fra l’altro la sua azione anti-depressiva e antiossidante.

 

  • Il Bergamotto di Reggio Calabria ed il suo succo

Intorno al Bergamotto ed alla sua pregiata Essenza si è scritto molto, ma credo che in pochi ne conoscano un altro utilizzo molto interessante: il suo Succo!

Dissetante, tonificante,  ricco di vitamina A, vitamina C,  vitamine del gruppo B e  fonte importante di  polifenoli naturali, fino a poco tempo fa era poco o per niente utilizzato a causa del suo sapore amaro,  legato alla presenza di naringina. Con il tempo e dopo attenti studi invece, ha rivelato di  possedere salutari doti di alleato contro il colesterolo oltre che facilitare la digestione.

 

  • L’ Oro Verde di Calabria e il suo futuro, fra speranze e fatti concreti.

La Storia del bergamotto non è solo quello che avete sin ora letto: “l’oro verde” di Calabria  è importante anche per il contributo sul versante economico e dello sviluppo turistico – territoriale che la sua coltivazione riesce ad apportare alla Calabria, a partire dall’Area Grecanica e dalle zone costiere del selvaggio Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Importanti passi sono stati compiuti  con il riconoscimento da parte dell’Unione Europea nel 2001 del Marchio D.O.P. (Denominazione di Origine Protetta) al “Bergamotto di Reggio Calabria – Olio essenziale”, mentre pare andare avanti presso l’UNESCO, la domanda per inserire il Bergamotto fra i Patrimoni dell’Umanità.

A dirvi la verità ho letto parecchi articoli sull’argomento e non vi nascondo che l’idea mi piace tantissimo, vuoi perché il Bergamotto di Reggio Calabria ha tutte le carte in regola per essere qualificato come elemento del patrimonio culturale e dell’identità ambientale del territorio, vuoi perché questa “Biodiversità specifica” può creare  nuove prospettive ed occasioni di lavoro anche in ambito turistico: in una Regione affamata di questo, non è davvero poca cosa!

A ben vedere il Bergamotto di Reggio Calabria (ma lo stesso discorso potrebbe valere per la  Liquirizia di Calabria, il Caciocavallo Silano, la Nduja, la Cipolla rossa di Tropea IGP e mille altri prodotti agricoli calabresi), potrebbe in ogni caso essere visto come una opportunità per un certo tipo di turismo,  il Turismo Sostenibile, nel quale luoghi e saperi antichi si coniugano con la cultura dei vecchi Borghi recuperati e l’ Agricoltura di Qualità per fare conoscere l’essenza di una Calabria ancora sconosciuta ai più!

Che è anche quella che io stessa Amo e vorrei farvi scoprire … Venite con me?

 

 

Se sei a Reggio Calabria e stai cercando cosa fare e cosa vedere nella città della Fata Morgana e nei suoi dintorni  potresti continuare a navigare da qui  sul mio blog, soddisfare la tua curiosità e appagare la tua voglia di scoprire la Calabria!

Uno “Spunto di Viaggio” su questa destinazione, che ti verrà dalla mia anima di calabrese!

Cosa vedere a Reggio Calabria e dintorni: i 10 luoghi da non perdere!

 

 

You may also like

20 comments

Avatar
Gregorio Malara 10 Marzo 2018 - 17:38

Un vero e proprio trattato su di un frutto unico che nasce in una Terra meravigliosa!

Reply
Mimì
Mimì 10 Marzo 2018 - 19:29

Grazie Gregorio! Non hai idea quanto questo argomento “IL BERGAMOTTO” mi stimoli!
Amo in modo sviscerato la Nostra bella Calabria: una Regione che potrebbe vivere grazie al Turismo e all’ Agricoltura di rilievo, ma che invece è sconosciuta a tanti!

Scriverò, Gregorio … scriverò e tanto di questa Regione!!

Buona serata Carissimo!! Dai teniamoci in contatto!!

Reply
Avatar
Grazia Fracarossi 11 Marzo 2018 - 8:24

I love everything I read about; I used to go in Brancaleone when I was a child I used to climb those trees and eat the fruit; Now I think they are similar to grapefruit no as nice

Reply
Mimì
Mimì 11 Marzo 2018 - 15:08

Hello my dear Grazia,
It is true, the bergamot juice is bitter, but they have also found a way to make it a very pleasant and refreshing drink! Especially in summer!

I hope to return soon to Brancaleone, to be able to try it in person but also to find a beautiful land!

I wait for you!
Mimi

Reply
Avatar
Santo 11 Marzo 2018 - 9:45

Ho letto con interesse, condivido l’amore che trasmetti per la nostra Calabria, per le sue potenzialità su uno sviluppo turistico che permetterebbe ai piu fortunati di rimanere e viverci.

Reply
Mimì
Mimì 11 Marzo 2018 - 15:30

Grazie Santo! Buona domenica anzitutto!

credo da sempre che la Calabria abbia in se delle potenzialità immense di sviluppo, solo che le nicchie di sviluppo più importanti, nei fatti, non sono quelle dell’industrializzazione tradizionale! Il Turismo e l’agricoltura potrebbero invece, fornire le basi più consone a questa parte dell’Italia di uno sviluppo sostenibile senza depauperarne le sue caratteristiche intrinseche!

E il TURISMO è una delle oppurtunità più importanti per la Nostra Terra! Una oppurtunità da non perdere se vogliamo davvero fornire ai giovani calabresi la possibilità di viverci! Sta a chi rimane e a chi “comanda”, la possibilità di trovare le giuste modalità! Ci spero davvero, con tutta l’anima!

Ed allora ecco il mio piccolo contributo dal mio blog aperto solo ieri: ma sarà solo l’inizio!😉
Parlerò ancora di Calabria!❤ La nostra Terra Madre in comune!

Un amore incondizionato…viscerale!
Calabria … da amare e scoprire per tutti!

A presto Santo!

Un caro saluto … teniamoci in contatto!
Mimì

Reply
Avatar
Alessandra 11 Marzo 2018 - 18:18

Sapevo delle “buone prorietà” del Bergamotto, sia come frutto che come olio essenziale e ho letto con grande piacere il tuo racconto, ricco di aneddoti e piacevoli curiosità di cui non ero a conoscenza. é un delitto che alcune aziende, non siano valutate e sostenute.
La Calabria è una terra ricchissima, di cui si parla poco e che spesso passa in secondo piano rispetto alle solite località più popolari.
il nostro Bel Paese, dove ovunque posi l’occhio, tutto è bello e tutto è buono!

Reply
Mimì
Mimì 11 Marzo 2018 - 20:02

Proprio così Alessandra e il Bergamotto è solo uno dei mille argomenti poco o per nulla conosciuti della Calabria.
Come ben sai amo visceralmente questa Regione, la mia Terra: fa parte di me sino al midollo e mi piacerebbe davvero vederla splendere come merita! Ci sono luoghi e argomenti che davvero nessuno conosce!
Ad esempio in pochi sanno che in Calabria c’è una zona che va sotto il nome di Valle degli Armeni, o che nello splendido Paede di Monasterace sono stati scoperti dei Mosaici di età Ellenistica favolosi che ritraggono dei delfini, o che c’è un frutto strano di nome annona …

E allora se scoprire passa anche per il far conoscere, parliamone!!
Parliamo anche del mare e dei monti di Calabria e andiamo anche a vederli!

Io ne sono innamorata come lo sono anche di tutta l’Italia Alessandra! con passione …
A presto, ti aspetto! Con affetto Mimì

Reply
Avatar
Tiziana - lavaligiainviaggio 12 Marzo 2018 - 17:28

Sono stata nel nord della Calabria in un giorno di quelli dove si fanno le gite fuori porta. Ho trovato che questa regione profumi di agrumi! Tu me ne dai conferma in un certo senso.😊

Reply
Mimì
Mimì 12 Marzo 2018 - 21:44

Cara Tiziana – lavaligiainviaggio, un bellissimo ritratto fra profumi e ricordi, che spero ti riporti nella mia bella Regione, raggiungendo anche Reggio Calabria, la città dove sono nata e dove cresce, per l’appunto il Bergamotto!
Mi piacerebbe se potessimo incontrarci lì … raccontarti i profumi delle leggende di Calabria!!😘

Reply
Avatar
dorina 18 Marzo 2018 - 16:54

Mimì…come veniva chiamata amichevolmente e con affetto la nostra grande Mia Martini Una precisazione senza nulla togliere al tuo articolo che trasmette l amore verso la tua terra e fa nascere curiosità a chi non la conosce occorre dire Bergamotto DI REGGIO CALABRIA. INESATTA LA DICITURA “BERGAMOTTO DI CALABRIA”. il bergamotto di reggio calabria è una DOP e lo è con
questa dicitura. esattamente come per il parmiggiano reggiano non diciamo parmiggiamo emiliano, quando si parla di bergamotto si deve dire bergamotto di reggio calabria. spero che tu non ti risenta per questa precisazione. ciao Mimì

Reply
Mimì
Mimì 19 Marzo 2018 - 10:27

Grazie per la precisazione e per l’attenta analisi dell’articolo!
Voglio precisare che LA DICITURA “BERGAMOTTO DI CALABRIA”, la ho impostata sul titolo, per motivi strettamente legati alle problematiche di lettura del link da parte di Google, mentre all’interno, troverai specificato il riconoscimento del DOP al nostro Agrume meraviglioso!!

Assolutamente non mi risento di ciò che hai scritto, ma anzi ti ringrazio vivamente! Come hai ben scritto, già dal mio nome (Mimì) rilevi il mio appartenere alla Nostra Terra Madre in comune: una terra che amo visceralmente, ancor più da quando, per motivi di lavoro, mi sono dovuta trasferire! Spero di riuscire nel mio intento di fare amare Reggio Calabria ed il nostro Sud: è anche uno dei motivi per cui ho aperto questo Blog!!

Con affetto: Mimì

Reply
Avatar
cri 21 Marzo 2018 - 18:29

cambia la foto dell’albero: quello è un albero di limoni!!!! le foglie del bergamotto sono un po’ più grosse e soprattutto, il frutto è tondo!!

Reply
Mimì
Mimì 21 Marzo 2018 - 19:03

Grazie Cri per le indicazioni!
Lo faccio subito … Mimì

Reply
Cosa fare a Roccella Jonica e perché andare! Mare Bandiera Blu e oltre 20 Giugno 2019 - 10:47

[…] la natura e la vegetazione spontanea si mescolano con gli uliveti e le coltivazioni di agrumi e di bergamotto. Poco più in là gli alberi di oleandro colorano il fantastico Waterfront – Lungomare […]

Reply
Vacanze sulla Costa Ionica di Reggio Calabria: le 5 spiagge più belle 21 Agosto 2019 - 15:32

[…] (per la precisione fra Villa San Giovanni e il versante del basso Jonio Reggino) che si coltiva il Bergamotto, quell’oro verde di Reggio Calabria, capace di fornire ancora oggi la base più pregiata nell’industria dell’alta profumeria, […]

Reply
Cosa vedere a Reggio Calabria e dintorni: i 10 luoghi da non perdere! 30 Dicembre 2019 - 15:17

[…] che sei qui, potresti anche essere interessato a leggere del Bergamotto, un argomento strettamente correlato alle Esperienze da fare se sei in visita a Reggio Calabria! […]

Reply
Avatar
Lilly 14 Gennaio 2020 - 19:30

Adoro ilBergamotto, peccato che qui non si trovi.
Mi piace l’idea che forse sia arrivato inCalabria grazie a Colombo, mi fa pensare agli aspri frutti nella casse delle navi che percorrono leghe e leghe fino ad arrivare i Italia.

Reply
Mimì
Mimì 14 Gennaio 2020 - 22:11

Grazie carissima Lilly! E’un profumo che ben rappresenta la Calabria e sono felice che ti piaccia!

E’ davvero difficile trovarlo in giro, perché se ne produce poco, ed ogni goccia della sua essenza è davvero preziosa! L’alta profumeria si contende la sua essenza in modo spasmodico!
E pensare che viene coltivato sulle coste Joniche di Reggio Calabria. Solo lì!

Misterioso ed intrigante agrume … quando ci vediamo cercherò di portartiun pò della sua essenza, dai!

A presto!

Mimì

Reply
Acqua degli Dei - Mediterranean Essence: profumi ed esperienze emozionali dalla Calabria 4 Febbraio 2020 - 10:27

[…] fra tutti il Bergamotto di Calabria, prezioso e profumato agrume, la cui essenza ha ricevuto nel 2001 il riconoscimento del Marchio […]

Reply

Leave a Comment

Don`t copy text!

Stiamo utilizzando Google Analytics

Per favore,conferma se accetti il ​​nostro monitoraggio di Google Analytics. Puoi anche rifiutare il monitoraggio, in modo che tu possa continuare a visitare il nostro sito Web senza alcun dato inviato a Google Analytics.