Home AFRICA Essaouira cosa vedere, cosa fare e perché andare nell’antica Mogador del Marocco

Essaouira cosa vedere, cosa fare e perché andare nell’antica Mogador del Marocco

Guida completa alla visita di Essaouira in Marocco: info e consigli su cosa vedere, fare e come arrivare nell'antica Mogador, la Città degli Alisei

by Mimì
Cosa vedere e perchè andare a Essaouira: medina , gabbiani e Alisei antica Mogador

Il Marocco è uno di quei Paesi vicini che riesce sempre a stupire. Con le sue città e i villaggi berberi, i deserti e le medine, i sensuali profumi, i sapori, i colori e le musiche, tutto concorre a rendere magico ogni giorno trascorso in questo Paese! In Marocco ci sono poi dei luoghi ancora non travolti dal turismo di massa, che meritano di essere visitati e vissuti al presente, per godere di tutto loro grande fascino. Ed è questo il motivo principale del perché vi invito ad andare e visitare Essaouira, l’antica Mogador, condividendovi in questo articolo cosa vedere e fare una volta giunti sin qui!

 

Cosa vedere a Essaouira: Gabbiani e le mura della Medina antica Mogador

Cosa vedere e fare a Essaouira: I Gabbiani e le mura della Medina dell’antica Mogador

 


Visitare Essaouira: perché andare

nell’antica Mogador del Marocco

 

Diversamente da Chefchouen, la città blu del Marocco, il fascino di Essaouira nasce da un mix unico, irripetibile, in cui convivono il lato hippy e multiculturale del Marocco, con un centro storico ancora palpitante e autentico. Non a caso, la Medina di Essaouira, nel 2001, è stata inserita fra i Patrimoni Mondiali dell’Umanità dall’Unesco.

Ma le emozioni che Essaouira è in grado di regalare non terminano certo qui!

Dietro ciascuno degli appellativi con cui l’antica Mogador viene ancora (ri) conosciuta, si svelano poco a poco i mille volti di una città tanto amata da registi del calibro di Orson Welles e Ridleye, da artisti come Julian Beck del Living Theatre, Jimi Hendrix, i Rolling Stones, Frank Zappa, Cat Stevens Bob Marley e Sting.

Essaouira è stata ed è ancora allo stesso tempo “la Città degli Alisei”, “la Bianca Sposa dell’Atlantico”, “la ben disegnata”, “la città della Porpora” e “la Città Bianca del Marocco”. 

 

 Essaouira: scorci delle Medina

Cosa vedere a Essaouira: scorci delle Medina

 

Senza trascurare che il nomignolo “la Woodstock Africana”  le è stato attribuito perchè è ad Essaouira che, ogni anno nel mese di giugno, si svolge lo Gnaoua (o Gnawa) World Music Festival. Si tratta di una delle più importanti manifestazioni di musica a livello mondiale che, con l’intento di preservare la cultura e le tradizioni africane Gnaoua, riesce a fare incontrare e confrontare artisti e culture musicali provenienti da tutto il mondo! Dimenticavo: dal 2019, la musica Gnaoua è stata dichiarata dallUNESCO Patrimonio Immateriale dell’Umanità.

 

Cosa vedere a Essaouira: i Pescatori nel Porto della Città degli Alisei

Cosa vedere a Essaouira: i Pescatori nel Porto della Città degli Alisei

 


Visitare Essaouira:

4 Passi nella sua storia

Credo che visitare un luogo senza conoscerne un po’ la sua storia, è un modo un po’ monco per scoprire un Paese, soprattutto se ci troviamo al di fuori dell’Europa. Anche in questo caso, quindi, prima di passare a descrivervi cosa vedere a Essaouira, mi fa piacere fare con voi questi 4 passi nella sua lunga Storia.

Una storia antica che affonda le sue radici nel VII secolo a.C. allorquando i fenici, abili commercianti e navigatori, trasformarono questi luoghi nel loro avamposto per la navigazione verso altri lidi africani.

Il popolo fenicio in particolare, utilizzava molto la porpora, il pigmento rosso-violaceo ottenuto da un mollusco, il murice comune, che si trovava in grosse quantità nel dirimpettaio arcipelago delle Isole della Porpora.

 

Le Isole della Porpora guardate dall'immancabile gabbiano

Le Isole della Porpora guardate dall’immancabile gabbiano

 

Questo commercio, nei secoli successivi, coinvolse dal 146 a.C. anche i Romani, che conquistarono l’arcipelago e la città, governandola attraverso personaggi influenti (locali e della Mauritania) di origine berbera.

Nel X secolo d.C. dopo Bizantini e Berberi, Essaouira venne conquistata dagli Arabi.

La loro dominazione si protrasse sino al XV secolo, allorquando vi giunsero i Portoghesi, sotto i quali la città prese il nome di Mogador. Sono i Portoghesi che realizzarono nell’antica Mogador un castello/fortezza, il Castelo Real de Mogador e i bastioni sull’Oceano Atlantico, ed è sempre sotto il loro dominio coloniale che nella città iniziò ad insediarsi una folta comunità ebraica.

Il Regno portoghese ebbe però vita breve, visto che già nel 1510 Essaouira venne conquistata dalla tribù berbera dei Regraga. Nel 1541, i Saadiani prima e gli Alauiti dopo, ne assunsero il controllo,

Si deve arrivare al 1764 e al governo del sultano Mohamed Ibn Abdallah, per vedere la piena rinascita e rifondazione della città di Essaouira.

 

"la ben disegnata - Gli ampi viali e le porte dell'antica Mogador

Perchè andare a Essaouira. “la ben disegnata – Gli ampi viali e le porte

 

Muhammad III del Marocco, fu un sultano illuminato, di larghe vedute, che fece rifiorire la bella “Sposa dell’Atlantico”.

Anzitutto affidò la progettazione urbanistica della “Nuova Essaouira” all’architetto Théodore Cornut.

Fu proprio grazie a Cornut che la Città di Essaouira venne anche definita la “ben disegnata”.

Un design d’epoca, perché si dice che, le due torri della Scala del Porto siano state ispirate dalla Torre di Belém a Lisbona. E di fatti, il paragone mi trova concorde!

Vennero realizzati le mura di cinta, fu creato un largo viale porticato centrale con vie trasversali simmetriche, furono ridisegnate – con schema a rete – le vie della Medina e si progettarono le mura della Kasbah.

 

Porte colorate nella Medina di Essaouira

Visitare Essaouira Porte colorate e manine di Fatima per maniglia nella Medina

 

Il Porto di Essaouira, noto al tempo come il “Porto di Timbuktu”, divenne il vero volano per lo sviluppo commerciale dell’intero Marocco.

Ma l’azione di Mohammed ben Abdallah non si limitò a questo, perché il sultano promosse l’apertura di Consolati stranieri nella “città degli Alisei”, avviando contestualmente una politica basata sul libero scambio ed incentivando la comunità ebraica residente.

 

Scorci dalla Medina di Essaouira: Venditori di succo di canna da zucchero

Perchè visitare Essaouira: Venditori di succo di canna da zucchero nella medina

 

Ad ulteriore riprova della sagacia politica e dell’apertura mentale di questo sultano, basterebbe ricordare che fu Mohammed III a riconoscere, nel 1777, gli Stati Uniti come nazione indipendente, sottoscrivendo successivamente, il 18 luglio 1787, il più antico Trattato di Pace e Amicizia tra USA e le altre nazioni.

Come ben potete comprendere leggendo la Storia della Città di Essaouira, l’aria cosmopolita che oggi possiamo cogliere camminando fra i vicoli della sua medina o indugiando fra la Scala del Porto e la Kasbah Scala, ha le sue radici in questo viaggio a ritroso nel tempo. Nella forza di un sultano mecenate, amante della libertà e della interculturalità!

 

Vita quotidiana nella medina di Essaouira, gente, venditori e carretti

Perchè andare a Essaouira: scoprire scorci di vita quotidiana nella Medina

 

Una lezione ed un lascito che deve far riflettere, oggi più che mai. Non credete anche voi?

 


 

La Città Bianca di Essaouira:

perché andare

nell’antica Mogador del Marocco

 

La cosa che maggiormente sorprende nell’arrivare ad Essaouira, è la piena rispondenza a tutti i nomi e gli aggettivi che nel tempo gli sono stati attribuiti

Essaouira è davvero una Città Bianca splendida, con le mura delle Medina che vanno letteralmente a tuffarsi fra i flutti dell’Oceano Atlantico. Uno “scorcio Mediterraneo” baciato dai “venti Alisei”, sulle ali del quale volteggiano nell’aria una miriade di gabbiani!

 

Visitare Essaouira, la Sposa Bianca dell'Oceano Atlantico e i suoi Gabbiani

Cosa vedere e perchè andare a Essaouira, la Sposa Bianca dell’Oceano Atlantico e i suoi Gabbiani

 

Una città vivace e multiculturale, che sin dal primo sguardo sa sorprendere con la mescolanza di elementi architettonici europei, con quelli tipici della cultura marocchina e mussulmana!

Se volete visitare al meglio a Essaouira, iniziate a suddividere le cose da vedere nelle diverse zone e quartieri di cui la città è formata.

 

Scorci della Sqala du Port in Marocco: banchine, reti e pescatori

Perchè visitare Essaouira – Scorci della Sqala du Port in Marocco: banchine, reti e pescatori

 

Iniziando dal suo Porto, per poi passare alla Medina – con la Kasbah e la Mellah, il vecchio quartiere ebraico – avrete modo di visitare le principali attrazioni di Essaouira senza il timore di perdervi. Questo perchè vie principali della Medina sono “ben delineate” e larghe. Non per nulla Essaouira è anche nota come la ben disegnata!

Per orientarvi al meglio, ho selezionato una mappa turistica di Essaouira in formato pdf, da scaricare direttamente da qui, per potere avere i riferimenti principali sempre a portata di mano.

 

I gatti in Marocco

I gatti della Città di Essaouira

 


 

Cosa vedere a Essaouira

Il Porto e la Sqala du Port

E’ il primo vero impatto con Essaouira. Con la sua storia presente e passata!

Difficile non rimanere estasiati dall’insieme delle emozioni che il Porto di Essaouira e la fortificazione della Sqala du Port riescono a donare! Un insieme di scorci, colori, voci, profumi e paesaggi di un Marocco ancora autentico.

 

Barche azzurre nella rada del Porto di Essaouira

Cosa vedere a Essaouira – Barche nella rada del Porto

 

Provate ad arrivare al Porto di Essaouira nel tardo pomeriggio o di prima mattina, quando i pescatori rientrano alla base portando il pescato del giorno. Il vento degli alisei esalta le voci dei pescatori e le mescola con gli stridenti garriti dei gabbiani, che accorrono a frotte per reclamare una parte delle prede, con i miagolii dei gatti e con il fragore delle onde dell’Oceano, che si frangono su scogli e mura, facendo dondolare e strusciare fra loro le barche blu nella rada.

 

Cose da vedere a Essaouira - Barche tirate in secco nella rada della Sqala du Port

Cose da vedere a Essaouira -Barche tirate in secco nella rada della Sqala du Port

 

Poco più in là, sulla banchina del Porto, non è difficile ammirare pescatori intenti a rimagliare le reti accatastate, con gesti sapienti, sempre eguali da millenni.

Soffermatevi, non andate di fretta! Girate fra pescatori, barche e banchine, mentre il sole accarezza le pietre della Sqala del Port e le avvolge di una luce magica.

E’ questa il segreto e la poesia di Essaouira!

 

 La Sqala du Port e i pescatori che rammendano le reti sulle banchine

Essaouira: cosa vedere – La Sqala du Port e i pescatori che rammendano le reti sulle banchine

 

Visitate e salite sui bastioni della Sqala du Port d’Essaouira, la fortificazione merlata che avvolge fra due ali il Porto. Per visitare la Sqala du Port e ammirare dall’alto la vita che si svolge nel porto stesso, dovrete acquistare un biglietto dal costo di circa 2 Euro.

Due ali fortificate, fatte costruire dal sultano Mohammed Ben Abdellah nel XVIII secolo, che si intersecano nel Borj el-Barmil, il Bastione Circolare dalle forme manueline, collegandosi da un lato al Bab el-Marsa, la bella “Porta della Marina”, dal caratteristico timpano triangolare in alto. Su quest’ultima troverete incisa la data di “affidamento dei lavori” per la sua realizzazione e quella di costruzione.

 

Porta della Marina immette nella Sqala du Port

Visitare Essaouira: Porta della Marina immette nella Sqala du Port

 

Il sultano Abdellah ad Ahmed anche come moderno antesignano della “trasparenza amministrativa”? Un dato che fa meditare e allo stesso tempo sorridere un attimo!

La vista verso l’Oceano Atlantico, riesce invece a svelare l’insieme di scogli ed isolotti di cui è composto il piccolo Arcipelago delle Isole Purpuraires, con la sua isola principale, denominata “isola di Mogador” e “l’isola del faraone”.

 

Gabbiani e persone in Marocco sulla Sqala du Port a guardare le mura dell'antica Mogador

Gabbiani che “guardano” le mura dell’antica Mogador

 

Lungo la fortificazione di Port Sqala si trovano posizionati dei vecchi cannoni in bronzo, provenienti dalla penisola iberica. Di grande impatto è anche l’apertura a forma di circolare dalla quale scattare delle foto superbe. Una “cornice” molto particolare verso la Medina.

Ogni scorcio e ogni momento di vita quotidiana, qui trasuda di seduzioni e grande fascino. Sarà difficile non tornarci più volte, durante il vostro soggiorno.

 

Il foro con panorama nei bastioni della Sqala du Port

Cosa vedere e fare a Essaouira: Il foro con panorama nei bastioni della Sqala du Port

 

La medesima ispirazione che devono aver percepito alcuni registi e sceneggiatori, quando hanno deciso di girare qui alcune scene dei propri film.

Volete sapere quali film sono stati girati a Essaouira?

Prima date uno sguardo a questo scorcio e cercate di ricordare se vi sovviene qualche idea!

 

La Sqala du Port a Essaouira Marocco con Bastione circolare del Borj el-Barmil, Oceano Atlantico e Barche

Cosa vedere a Essaouira: La Sqala du Port a Essaouira e il Bastione circolare del Borj el-Barmil

 

A Essaouira sono state girate:

  • Alcune scene dell’Otello di Orson Welles nel 1951;
  • Alcune scene del film Alexander di Oliver Stone nel 2004;
  • “Game of Thrones” – Sempre a Essaouira sono ambientate alcune scene della terza stagione del Trono di Spade. Il Bastione circolare del Borj el-Barmil, lo trovate nelle scene ambientate a Astapor.

 


Cosa vedere e fare a Essaouira:

 Place Moulay Hassan,

la Piazza principale

 

Ma ora, lasciamo il porto e la zona della vecchia dogana di Essaouira alle nostre spalle e, varcata la “Porta Marina” ci dirigiamo verso la Piazza principale, Place Moulay Hassan.

 

Piazza principale di Essaouira: Place Moulay Hassan.

Cosa vedere e fare a Essaouira: Sostare sulla Piazza principale, la Place Moulay Hassan

 

Si tratta di uno slargo molto arieggiato e luminoso, dove sono ubicati caffè e piccoli ristorantini. Sedersi qui per sorseggiare un aperitivo mentre il sole sta tramontando sul porto, è una di quelle cose da fare assolutamente a Essaouira!

La Piazza è stata realizzata abbattendo la vecchia porta di Bab Laâchour e parte del palazzo imperiale (il Dar El Makhzen) Nel tempo, la piazza, si è trasformata nel palcoscenico ideale per la realizzazione di eventi culturali, come il “Festival Internazionale della Musica Gnaoua”.

 

mura della Fortezza della Medina di Essaouira

Visitare Essaouira: Le mura della Fortezza della Medina

 

Fondamentale punto di snodo degli spostamenti fra la Medina, la Kasbah, il porto e la moderna città, la Piazza si trova a ridosso delle mura della vecchia città.

 


Perché visitare Essaouira:

Cosa vedere nella sua Medina

 

Cos’è una Medina? Medina deriva dal termine arabo madīna, cioè “città”. Ad oggi, la medina rappresenta i centri storici del Marocco con costruzioni, urbanistica e cultura tradizionale.

Nel visitare Essaouira, quindi, scoprirete una delle più belle medine del Marocco, riconosciuta quale Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.

 

Venditore nella medina di Essaouira

Venditore nella medina di Essaouira

Autenticità della vita quotidiana nella medina di Essaouira

Perchè andare a Essaouira: Autenticità della vita quotidiana nella Medina

Vita quotidiana nella medina di Essaouira

Vita quotidiana nella medina di Essaouira

 

Una città in cui bastioni, porte, moschee, palazzi, abitazioni e scorci fra vicoli e viuzze, sanno trasmettere le atmosfere e la bellezza architettonica di un luogo magico, indimenticabile. Colorata di bianco e (un po’) di blu.  con  le belle porte di legno decorate , la Medina di Essaouira vi resterà nel cuore per la sua autenticità.

 

Le porte, la Medina e la Kasbah a Essaouira

Perchè andare a Essaouira: la solarità della medina

 

Senza dimenticare che si tratta di una importante città portuale del passato, in cui il mare detta pur sempre la sua legge e i suoi ritmi!

Visitando la medina di Essaouira sarete colpiti dalla monumentalità delle sue Porte, alcune realizzate in stile tipicamente marocchino, altre che riprendono lo stile europeo voluto nel XVIII secolo dal sultano.

A parte la Porta Marina, sono sei le porte monumentali che incrocerete zigzagando per il suo centro:

  • Bab Lmagana – Chiamata anche “la Torre dell’Orologio”, visto che nel 1929, a questa porta fu annessa una torre dell’orologio. È anche la porta meglio conservate che dà l’accesso al quartiere della kasbah e al bastione;
  • Bab Sbaa o Bab Al Arsa – Dà accesso alla parte nuova della kasbah e si affaccia, a ovest, sulla cosiddetta porta Bab Lmagana (porta dell’orologio). Si compone di due aperture collegate da un corridoio coperto posto ai lati tra due piccoli padiglioni attualmente adibiti a galleria espositiva.
  • Bab Doukkala – Chiamata anche Bab Sidi Bouzerktoun o Bab Safi, risale al XVIII secolo e si trova nella parte nord-est della città. Dà accesso al quartiere ebraico della Mellah.

 

vie del Il quartiere ebraico "Mellah" di Essaouira

Perchè andare e cosa vedere a Essaouira: Il quartiere ebraico “Mellah”

 

  • Bab El Menzeh – edificata nel 1764, con il Menzeh costituisce una delle vestigia del vecchio Palazzo Sidi Mohammad Ben Abdullah.
  • Bab Sbaa – Chiamata anche Bab Al Arsa, dà accesso alla nuova kasbah. La porta è collegata ad un corridoio coperto, posto ai lati tra due piccoli padiglioni attualmente adibiti a galleria espositiva.
  • Bab Marrakech – È anche una delle porte principali della Medina e il suo nome si deve al fatto che un tempo era un passaggio obbligato per prendere la strada per Marrakech. 

 


Itinerario nella Città Bianca di Essaouira:

cosa vedere e come orientarsi

fra Medina e Kasbah

Iniziate la visita del centro storico di Essaouira. dalla Sqala della Kasbah, la parte fortificata – dotata di piattaforme per i cannoni – meglio nota come Bastione Nord o anche, Sqala de la Ville o della Médina.

 

perchè andare a Essaouira: Scorci poetici della Medina negozi e venditori

Cosa vedere e perchè andare a Essaouira: Scorci poetici della Medina

 

Muoversi fra le vie della medina o nella Kasbah di Essaouira, non è difficile. Non abbiate timore di perdervi. le vie sono abbastanza larghe e orientate simmetricamente le une rispetto alle altre. Le principali direttrici sono lunghi viali che si intersecano con vie, secondo lo schema alla francese Avenue – Rue.

L’Avenue Oqba Ibn Nafiaa, procede verso l’Avenue de l’Istiqlal, per poi definirsi Avenue Mohamed Zerktoun. Procedendo su questo largo viale, arrivate sino alla Mosque Sidi Ahmed, e da qui al Mercato del Pesce e ai molti chioschetti e ristorantini dove potrete provare il pescato del giorno cucinato a dovere.

 

Mercato del Pesce

Perchè andare a Essaouira e cosa vedere: Imperdibile visitare il Mercato del Pesce

 

 

Sulla medesima direttrice, merita una sosta la Place du Marché aux Grain. È uno slargo coloratissimo, lastricato di ciottoli e fiancheggiata da portici che vi farà godere bei momenti al riparo dal vento. Su questa piazzetta e sotto il porticato, si trovano tanti negozietti e ristorantini.

Come avrete capito siamo nel cuore della Kasbah e del souk Jdid, di cui fanno parte anche il mercato all’asta, il mercato delle spezie e quello dei gioielli.

 

Place du Marché aux Grain nella Kasbah, il cuore della Medina di Essaouira

Place du Marché aux Grain nella Kasbah, il cuore della Medina di Essaouira

 

Essaouira: un'asta nella Kasbah, il cuore della Medina

Visitare Essaouira: un’asta nella Kasbah, il cuore della Medina

 

Da Avenue Mohamed Zerktoun, proseguite sino in fondo, per ammirare la porta Bab Doukkala.

Molto interessante da percorrere è la Rue Laalouj, che vi porterà sino alla Moschea Ben Youssef sulla Avenue Oqba Ibn Nafiaa. Non potete non individuarla, perché il suo alto minareto – 66,34 metri – svetta sullo skyline della città. La sua facciata poi, è incastonata nelle mura fortificate.

 

L'alto minareto della Moschea Ben Youssef

perchè andare e Cosa vedere a Essaouira: L’alto minareto della Moschea Ben Youssef

 

Dalla Moschea Ben Youssef è poi possibile raggiungere velocemente Place Moulay Hassan. Un rapido sguardo al vicino palazzo di Giustizia, in Rue Hajjali, non guasta.

Se invece percorrerete l’Avenue Sidi Mohamed Ben Abdellah, arriverete sino alla Mellah, il quartiere ebraico.

Il quartiere della Mellah venne realizzato del sultano Moulay Slimane nel 1807, al fine di dare i giusti spazi abitativi e di espressione, alla comunità ebraica.

 

L'intonaco dipinto di Blu nella Mellah di Essaouira

L’intonaco dipinto di Blu nella Mellah di Essaouira

 

Se aperte, potete dare uno sguardo alla Sinagoga Slat Lkahal Mogador o a quella di Simon Attias, realizzata, quest’ultima, alla fine del XIX secolo da un commerciante, Simon Attias per l’appunto, nel cuore dell’antica kasbah.

In particolare, la Sinagoga di Simon Attias, restaurata di recente, è entrata a far parte della Casa della Memoria giudeo-marocchina Bayt Dakyira, dedicata alla storica coesistenza tra ebrei e musulmani marocchini.

Sempre a proposito della coesistenza pacifica fra uomini e religioni, a Essaouira non manca nemmeno una chiesa cristiana: è la Chiesa di Nostra Signora dell’Assunzione, situata fra la Porta de Bab Marrakech e la spiaggia.

 


Cosa vedere a Essaouira: Visitare il 

Real Mogador Art Center e il

Museo di Sidi Mohammed Ben Abdellah

 

Tutto quello che vedrete nella Medina di Essaouira, partendo dalle fortificazioni (Sqalas) e alla Kasbah, è frutto di un mix culturale fra lo schema di una città araba musulmana, con lo stile europeo degli edifici a carattere militare.

Se siete in vena di approfondire la conoscenza dell’arte moderna e la storia di Essaouira, vi consiglio di visitare due luoghi molto interessanti, anche se poco conosciuti: il Centro d’Arte Le Real Mogador e il Museo Sidi Mohammad Ben Abdellah.

 

 Il Centro d’Arte Le Real Mogador

Perchè visitare e cosa vedere a Essaouira: Il Centro d’Arte Le Real Mogador

Il Real Mogador Art Center

Il Real Mogador Art Center è un’esposizione – galleria di arte moderna e contemporanea, con opere di artisti marocchini e stranieri, ma anche street artist. Lo trovate in rue Mehdi ben Toumert, 2, non distante dalla Sinagoga Slat Attia.

Ve lo geolocalizzo perché non è facilissimo da individuare e molti lo scambiano per un Riad. Ed effettivamente, “era un riad”, ma il proprietario lo ha sapientemente restaurato!

È una vera chicca, dove potrete vivere la creatività artistica anche di musicisti, scrittori e attori, che qui vengono accolti per esporre o vi risiedono. Bellissimo e luminoso il patio.

Visitare il Museo di Sidi Mohammed Ben Abdellah

Cosa vedere e fare a Essaouira: Visitare il Museo di Sidi Mohammed Ben Abdellah

 

Museo di Sidi Mohammed Ben Abdellah

Il Museo prende il nome dal sultano artefice della grande rinascita multiculturale della città di Essaouira.

Il museo è aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 8:30 alle 18:30 e la sua visita ha il costo di circa 10 Dirham.

La visita vi prenderà circa un’oretta e quindi, vi consiglio di non perdervelo (se aperto, ovviamente), visto che è fra l’edificio che lo ospita, è un bell’esempio di palazzo nobiliare del XIX secolo.

Dal 1980 l’edificio ospita l’esposizione museale e si trova fra Rue Laalouj e Avenue Mohamed Zafzaf, nel cuore della Medina di Essaouira.

Al suo interno è ospitata una ricca collezione di lavori frutto dell’artigianato, tappeti, strumenti musicali, gioielli, armi, abiti tradizionali e monete, capaci di raccontarci il patrimonio culturale e la storia di questa città.

Quanto tempo occorre per visitare Essaouira?

Tutto dipende dal tempo che avete a disposizione!

Il mio consiglio: per vedere bene la città di Essaouira e vivere i suoi luoghi iconici con calma, vi consiglio di pernottarci almeno una o due notti.

 


 

Visitare Essaouira: Dove dormire

La scelta è molto variegata, perché potrete scegliere se dormire nella vecchia medina o nella parte nuova della città, ai bordi della chilometrica spiaggia. C’è poi da sceglier se dormire in un hotel convenzionale oppure in un riad. Si tratta di abitazioni tradizionali marocchine trasformati in piccoli hotel di charme, un’occasione da prendere al volo per dare valore aggiunto al vostro viaggio in Marocco.

Purtroppo i riad sono anche le sistemazioni più richieste e, soprattutto a Marrakech e ad Essaouira, non è semplice trovare posto.

Durante il mio soggiorno a Essaouira ho alloggiato all’Hotel Côté Ocean Mogador, un quattro stelle fronte spiaggia ma comunque, vicinissimo al Porto e alla Medina.

 

Visitare Essaouira: gli ampi viali/Avenue della città Bianca

Visitare Essaouira: gli ampi viali/Avenue della città Bianca

 

Anche se siamo in riva all’Oceano Atlantico ed il mare è freddo, la location è ideale per fare delle belle passeggiate, o mangiare in uno dei chioschetti posti sul Lungomare.

Il Côté Ocean Mogador offre anche la possibilità di scelta fra 4 Ristoranti.

Oltre al ristorante principale dove fare la prima colazione e cenare, ci sono anche:

  • La Marée per degustare piatti a base di pesce fresco;
  • Ristorante Skymog, dove oltre alle specialità a base di pesce, si può trovare sia la cucina internazionale che quella tradizionale marocchina.

 

Visitare Essaouira:

Cosa e dove mangiare

Siamo in Marocco e quindi, anche ad Essaouira non mancano i piatti della cucina tradizionale marocchina. L’imperativo, però, da queste parti è: pesce e frutti di mare. Sapori quasi mediterranei quindi, come le sue architetture.

Il pescato del giorno lo troverete in ogni ristorante piccolo o grande che sia, ma anche nei chioschetti, quale street food local.

 

Pesce al Mercato di Essaouira

Pescato al Mercato di Essaouira

 

Se invece volete mettere le gambe sotto un tavolo, fra i vari localini e ristoranti che troverete disseminati in ogni dove, vi consiglio di prendere in considerazione:

  • Il Ristorante tradizionale Chez Youssef – Locale molto consigliato per le ottime tajine che prepara. Top le tajine di manzo e prugne;
  • Le Triskala – Locale indicato anche per vegani e vegetariani con atmosfera tipica;
  • Loft – Ristorante di alta qualità.

 

Dove mangiare a Essaouira: Ristorante Loft

Dove mangiare a Essaouira: Ristorante Loft

 


 

Visitare Essaouira: 

Quali Souvenir comprare

 

Un capitolo che in Marocco tende a svuotare le tasche. I prezzi non sono elevati ed è anche bellissimo contrattare ad oltranza, ma la quantità di cose splendide che è possibile acquistare, rischierà di far lievitare i bagagli del viaggio di ritorno!

 

Colori del souk a Essaouira

Cosa vedere e fare a Essaouira: Lasciarsi incantare dai colori del souk

 

Souk, mercati, gallerie d’arte, negozi e laboratori artigianali, ammiccano da ogni dove nelle kasbah come nel quartiere della Mellah.

Molto belli i lavori che potrete vedere realizzati sotto i vostri occhi dagli abili artigiani che intagliano il legno di Thuja.

 

Tavolo in legno di Thuja intagliato e intarsiato da un artigiano

Tavolo in legno di Thuja intagliato e intarsiato da un artigiano

 

Scatole e scatolette preziose, tavoli ed altri oggetti delicatamente intagliati, quasi da sembrare dei mosaici. Difficile resistere al richiamo dell’acquisto!

E poi, che dire dei meravigliosi monili e gioielli in argento e oro, realizzati dagli artigiani nel quartiere ebraico di Mellah?

 

Acquistare un tappeto marocchino nella Kasbah

Cosa vedere e fare a Essaouira: Acquistare un tappeto marocchino nella Kasbah

Vita quotidiana nella medina di Essaouira

Cosa fare a Essaouira: Ammirare la vita quotidiana nella medina

 

Da non mancare poi, l’acquisto di qualche prodotto a base di Argan. Oltre che sulla strada costiera che da Agadir porta sino a Essaouira, nella Medina troverete negozi e Cooperative Femminili che producono questo prezioso e antico olio cosmetico!

 


La spiaggia e il mare della Città di Essaouira

 

Spiaggia e stabilimenti a Essaouira

Cosa vedere e fare a Essaouira: Trascorrere del tempo sulla sua spiaggia

 

La ho lasciata per ultima ma non a caso! Nella Città di Essaouira, se site surfisti, vi piace il kiteboarder o il windsurf, avrete trovato un vero Paradiso. La lunga e larghissima spiaggia è anche bella per passeggiare a piedi o a cavallo, in alternativa!

Le temperature dell’Oceano Atlantico, però, non sono nelle mie corde e visto che il forte vento tende ad accentuare il senso di freddolino, ho preferito by passare il test! Sorry …

 

le mura della Sqala della Medina

Cosa vedere e fare a Essaouira: Passeggiare lungo le mura della Sqala della Medina

 


Dove si trova Essaouira e come arrivare

 

Se volete visitare Essaouira nel corso di un viaggio in Marocco, è conveniente comprendere quali saranno le vostre tappe del tour, prima e dopo il soggiorno in questa città. Pianificare l’itinerario delle visite, vi aiuterà a ridurre i tempi di percorrenza che, soprattutto se vi trovate nel Sud del Marocco, saranno abbastanza lunghi.

 

Visitare Essaouira la Città Bianca del Marocco

Perchè andare a Essaouira: Visitare la Città Bianca del Marocco

La città di Essaouira si trova a:
  • Circa 192 chilometri a ovest da Marrakech, ovvero 2 ore 47 di auto da percorrere sulla R207;
  • 175 chilometri a nord di Agadir, ovvero circa 3 ore 4 min di auto da percorrere sulla N1;
  • 371 chilometri a Sud rispetto a Casablanca, ovvero 4 ore 23 min di auto percorrendo la A1 e N1.

Nel nostro caso, invece, Essaouira l’abbiamo raggiunta con un pulmino, partendo da Taroudant, poco distante dal valico di Tiz-n-Test. Da Taroudant abbiamo fatto una capatina verso Agadir – un’oretta di strada all’incirca – giusto il tempo per visitare una fabbrica di prodotti a base di Argan, e per poter vedere le modalità di estrazione del prezioso olio con le macine a pietra.

 

 

Sulla strada fra Agadir ad Essaouira poi, inevitabile fare qualche sosta per ammirare le capre che si arrampicano sugli alberi di Argan per degustarne i germogli. Pare che ultimamente le capre vengano anche addestrate per fare una cosa che oggi piace ai turisti, ma che le dolci caprette, facevano prima normalmente.

 

Caprette che si arrampicano sugli Alberi di Argan in Marocco

Cosa vedere e fare a Essaouira e dintorni: Caprette che si arrampicano sugli Alberi di Argan

Capretta sugli Alberi di Argan in Marocco

Cosa vedere e fare a Essaouira e dintorni: Caprette e Alberi di Argan

 

Al proposito dovete sapere che:

  • Dal 1998, gli 830.000 ettari di boschi di argan che si trovano tra Taroundant, Agadir ed Essaouira, hanno ricevuto il riconoscimento dall’UNESCO di “riserva della biosfera”. Si tratta della “Riserva della Biosfera dell’Arganeraie (RBA)”
  • Dal 2014, le conoscenze e le pratiche legate all’Argan e all’estrazione del suo prezioso olio, sono entrate a far parte della Lista dei Patrimoni Immateriali protetti dall’UNESCO.

 

Argan e strumenti per estrarre l'olio in Marocco

Argan e strumenti per estrarre l’olio

Dove Parcheggiare a Essaouira

Innanzi tutto ricordatevi che siamo in Marocco e che qui le consuetudini sono un pò diverse che da noi!

Nella Mappa che sotto potrete vedere, troverete la geolocalizzazione dei “parcheggi autorizzati”.

 

Vi sono poi una serie di aree sosta gestiti da parcheggiatori locali lungo le mura della medina, nelle vicinanze della porta Bab Marrakech, oppure nelle vicinanze dalla moderna area lungomare/spiaggia. Alcuni Hotel offrono anche parcheggi interni, ma sono una vera rarità!

Per chi dovesse arrivare in camper sin qui, segnalo il Camping Sidi Magdoul Essaouira e l’Esprit Nature Essaouira, ma dovete verificare se ad oggi sono ancora attivi.

 

La Porta Marina a Essaouira

Perchè visitare Essaouira? La bellezza della Città Bianca del Marocco dalla Porta Marina

 


Come raggiungere Essaouira in Bus da

Casablanca, Agadir e Marrakech

 

Le indicazioni di percorrenza di cui sopra vi ho fatto cenno, sono ovviamente legate a spostamenti in autonomia oppure dei piccoli gruppi in bus, ma sempre autogestiti.

Se invece non avete preso un’auto a noleggio, potete raggiunge Essaouira dalle principali città del Marocco con i bus delle linee CTM e Supratours.

  • Con le linee CTM ad esempio, il Bus da Agadir a Essaouira vi costerà 110MAD per tratta e a persona, da Marrakech 80,00MAD, da Casablanca 190MAD, mentre da Chefchaoun addirittura 355,00MAD!

Potrete gestire le prenotazioni direttamente on line o acquistare i biglietti nelle agenzie abilitate che troverete nelle principali città.

Con le linee della Supratours i biglietti, per tratta e per persona, hanno invece i seguenti costi:

  • Da Agadir a Essaouira costi a partire da €12;
  • Da Marrakech costi a partire da €11

L’alternativa papabile all’auto è prenotare un taxi per tutto il giorno contrattando (e tanto!) sul prezzo! I prezzi dipendono dalla vostra località di partenza, ovviamente.

C’è poi il Grand Taxi, che può trasportare sino a 7 persone.

La sua particolarità è che la sua partenza non è legata ad un orario fisso, ma al raggiungimento della sua capienza massima. Sceglietelo solo se avete la massima flessibilità e tanta pazienza. I costi però sono abbastanza contenuti.

 


Quando andare ad Essaouira: Il Clima

e i periodi favorevoli ad un soggiorno

 

A questo quesito potrei rispondervi che tutto l’anno è il momento giusto per andare ad Essaouira.

 

Chiosco di frutta e succhi a Essaouira

Clima mite e cielo azzurro: le condizioni ideali per visitare Essaouira

 

Il periodo top va da fine aprile a fine ottobre. Le poche piogge si concentrano prevalentemente in qualche giornata nei primi tre mesi dell’anno e negli ultimi due.

Le temperature non sono mai elevatissime, perchè mitigate dalle brezze marine e dai tipici venti Alisei. Non manca ovviamente qualche giornata di caldo torrido.

 

Grafico della velocità media del vento a Essaouira ©WeatherSpark.com

Grafico velocità media del vento a Essaouira durante l'anno

 

  • Per quanto riguarda il vento, dato molto importante per chi vuole praticare sport acquatici, vi lascio un grafico tratto dal sito © WeatherSpark.com. E’ bene sapere che il periodo più ventoso dell’anno da inizio aprile a inizio settembre.

Le temperature del mare sono quelle tipiche dell’Atlantico, e cioè con mare abbastanza freddino. Le temperature del mare sono comunque più alte a fine estate inizio autunno.

 


la Città Bianca del Marocco cosa vedere

Cosa vedere e fare a Essaouira, la Città Bianca del Marocco? Chiedete, vi risponderò

 

 

Vi siete lasciati affascinare dalla bellezza di tutto le cose che si possono vedere e fare a Essaouira, la Città Bianca del Marocco?  Nel frattempo, se ciò che avete letto sin qui è stato di vostro gradimento, condividetelo sui vostri canali social!

Ricordatevi che potete sempre scambiare quattro chiacchiere con me anche sulla Pagina Facebook di Spunti di Viaggio, su Linkedin, Pinterest o sul profilo Instagram.

Potrebbe interessarvi continuare la navigazione nella sezione Consigli di Viaggio, o continuare a leggere di altri luoghi  di cui ho scritto. Potrebbe interessarvi leggere di:

O ancora, scoprire la bellezza, la Natura e la Cultura nelle altre regioni della nostra Bella Italia!

Lasciatevi Ispirare e al prossimo Spunto di Viaggio by Mimì

 

Chefchaouen cosa vedere, cosa fare e perchè andare nella città blu del Marocco!

 

Cosa vedere a Ouarzazate e dintorni – La Via delle Kasbah e delle Rose

Visita alla Piccola Petra – Siq al-Barid e al-Beidha: itinerari nel Wadi Musa

 

Cosa vedere a Petra in Giordania: Guida completa per visitare la Città Rosa

You may also like

20 comments

andrea 15 Dicembre 2022 - 12:00

sono stato due volte in marocco ma ad essouira non sono riuscito ad andarci. sembra davvero splendido!

Reply
Mimì 15 Dicembre 2022 - 19:11

E’ una splendida Città, confermo! Essaouira è un pò fuori dai soliti circuiti, ma vale la pena visitarla!

Reply
Eliana 16 Dicembre 2022 - 14:53

Essaouira è sicuramente una tappa obbligata per chi vuole scoprire il Marocco autentico e storico: le foto che hai scattato sono davvero intriganti e mostrano attimi di vita spontanei e non forzati. Che dire poi delle architetture? Un vero incanto!

Reply
Mimì 16 Dicembre 2022 - 15:43

Dici giusto: Essaouira è il Marocco autentico da vedere e da vivere! Se non ci sei ancora stata ti consiglio di andarci, non ti deluderà! E la gente? Uno spettacolo davvero e con uno spirito ospitale che resta nell’anima!

Reply
Sara Bontempi 16 Dicembre 2022 - 15:07

Il Marocco mi ha sempre affascinato, il tuo racconto con le tue favolose foto mi fanno venire voglia di prenotare subito un’aereo e partire!

Reply
Mimì 16 Dicembre 2022 - 15:41

In molti sottovalutano la magia di questo Paese, così vicino ma anche così “esotico”! Es Essaouira è sicuramente uno di quei luoghi che vale assolutamente la pena visitare.

Reply
Bru 17 Dicembre 2022 - 9:46

Mimì ho letto con grande interesse questo tuo articolo su Essaouira, perché purtroppo a me non ha entusiasmato ( come devo dire gran parte del paese) si capisce anche dalle foto che l’abbiamo vissuta in maniera diversa, le tue sono splendide le mie ciofeche

Reply
Mimì 17 Dicembre 2022 - 17:45

Ma dai! Sarà stato un periodo non propizio, magari! Ci sono stata due volte in Marocco, solo una volta a Essaouira, però mi ha coinvolta parecchio!

Reply
Annalisa 17 Dicembre 2022 - 9:47

Articolo davvero molto ricco di particolari utili ad organizzare la visita ad Essaouira. Le tue foto poi parlano da sole…che colori! Sembra addirittura di sentire i profumi tipici del posto!

Reply
Mimì 17 Dicembre 2022 - 17:48

Il Marocco riesce sempre ad affascinare! A Essaouira ho trovato di grande interesse l’aria stessa che lì si respirava! Intrigante e fantastica, l’antica Mgador!

Reply
Claudia 18 Dicembre 2022 - 16:43

Una delle città che più mi hanno colpito in Marocco, unica nel suo genere. Una cittadina a se stante dove ci si può rilassare e godersi in pieno l’oceano

Reply
Mimì 18 Dicembre 2022 - 20:54

Concordo pienamente con te! Essaouira è una città bellissima, tutta da vivere

Reply
Marina 23 Dicembre 2022 - 8:53

Come sempre un post davvero completo e ricco di storia, di descrizioni e di consigli utili (e che sottoscrivo, almeno relativamente alla mia esperienza): sono stata a Essaouira un giorno soltanto, in un’escursione da Marrakech, perciò ho potuto fare solo una passeggiata molto a volo d’uccello nella Medina. Già all’epoca avevo capito però che sarebbe stato meglio fermarsi almeno una notte per poter vedere con calma.

Reply
Mimì 23 Dicembre 2022 - 21:26

Ciao Marina! Ti ringrazio davvero tanto: felice di sapere che anche tu hai apprezzato questa città,
Sarà allora uno dei motivi per tornare in Marocco. E’ un Paese davvero molto ricco di cose da vedere e da fare ed Essaouira merita una sosta prolungata!

Reply
ANTONELLA 6 Gennaio 2023 - 10:49

Sono stata solo a Marrakech e mi è rimasta la voglia di approfondire la conoscenza di questo paese. Il tuo post mi ha illuminato su Essaouira! Hai fatto delle foto magnifiche che rendono perfettamente l’atmosfera, mi è piaciuta particolarmente la zona del porto con le barche e i pescatori che aggiustano le reti.

Reply
Mimì 7 Gennaio 2023 - 6:32

Ciao Antonella! Del Marocco ho sempre un bellissimo ricordo ed Essaouira la ho visitata al secondo viaggio. Perchè il Marocco è davvero un gran Paese e merita anche più viaggi. Sono certa che ci tornerai e, questa volta, spero che non mancherai di visitare la splendida antica Mogador

Reply
Libera 8 Gennaio 2023 - 12:36

Una località davvero ricca di storia, perfetta per chi vuole scoprire il Marocco più autentico, da inserire in un itinerario di viaggio alla scoperta del Paese.

Reply
Mimì 8 Gennaio 2023 - 22:13

Essaouira merita di essere vissuta e scoperta! E’ un vero spettacolo e non ha nulla da invidiare ad altre località del Marocco!

Reply
Elisa 17 Gennaio 2023 - 15:14

Avevo già incluso Essaouira in un possibile itinerario in Marocco, ma ora che ho letto il tuo articolo ho ancora più voglia di visitarla! Complimenti per le foto, sono bellissime e riescono a trasmettere lo spirito della città

Reply
Mimì 17 Gennaio 2023 - 18:42

Ciao Elisa! Essaouira merita davvero di essere visitata e vissuta a fondo! Da includere assolutamente in ogni viaggio in Marocco, a mio parere

Reply

Leave a Comment