Home DESTINAZIONI 5 Borghi da vedere in Maremma Toscana fra Tufo e Terme: gli imperdibili

5 Borghi da vedere in Maremma Toscana fra Tufo e Terme: gli imperdibili

Guida ai 5 Borghi più belli da vedere nella Maremma Toscana, provincia di Grosseto, scoprendo fra Necropoli e vie Cave Etrusche, le "Città del Tufo" e le acque termali. Un territorio wild e fiabesco tutto da vivere e da vedere!

by Mimì
Pitigliano fra i Borghi da vedere in Maremma Toscana

Se la Toscana è una delle mete preferite dai viaggiatori di ogni epoca e provenienza, una ragione certamente ci sarà! Non parlo solo delle bellissime città toscane, con la magnificenza della loro storia e delle loro Architetture, o dei magnifici paesaggi e dei borghi riconosciuti patrimonio Unesco come San Gimignano, la turrita Manhattan del Medioevo! Accanto a questi luoghi molto conosciuti, c’è una zona ancora più preziosa e wild da scoprire e vedere, ricca di acque termali, di natura, di antiche testimonianze etrusche e di antichi borghi scavati nel tufo: è la Maremma Toscana! Attraverso questo articolo potrete quindi scoprire 5 splendidi Borghi che si trovano nella Maremma Toscana, approfondendo cosa vedere, cosa fare e mille altre informazioni utili per poterli visitare al meglio!

 

Cosa vedere e fare nei Borghi di Tufo della Maremma Toscana - Le vie di Sovana

Cosa vedere e fare nei Borghi di Tufo della Maremma Toscana – Passeggiare fra le vie di Sovana

 


5 Borghi da vedere in Maremma Toscana

fra Tufo e Terme:

luoghi imperdibili da visitare!

Cosa c’è di meglio poi, che lasciarsi ispirare da chi conosce bene queste zone per esserci stato più volte? Con Luca Perissinotto, del Blog “Capturing the world”, “andremo alla scoperta di Pitigliano, Sorana e Sovana, tre borghi costruiti nel tufo. Vivremo poi il benessere delle passeggiate nel Borgo di Montemerano, terminando il nostro viaggio nella Maremma grossetana immergendoci nelle acque termali sulfuree di Saturnia.

Un ricchissimo programma! Seguiteci …

 

Cosa vedere e fare nella Maremma Toscana- Rilassarsi nelle piscine delle cascate del Mulino a Saturnia

Cosa vedere e fare nella Maremma Toscana- Rilassarsi nelle piscine delle cascate del Mulino a Saturnia


Ma dove si Trova la Maremma Toscana?

 

La Maremma Toscana si trova nella parte meridionale di questa regione, al confine con il Lazio. E’ ricompresa nella provincia di Grosseto e si estende fino alle province di Livorno e ad una piccola parte della provincia di Pisa. La parte della contigua Maremma laziale si trova interamente nella provincia di Viterbo, nel Lazio.

 


 

Borghi nel tufo da vedere in Maremma Toscana 

1. Pitigliano, il Borgo del Tufo

 

Iniziamo questo nostro viaggio nella Maremma Toscana visitando il Borgo di Pitigliano.

Si tratta del più famoso e scenografico tra i borghi nel tufo della Maremma Toscana, conosciuto anche come la piccola Gerusalemme, per la presenza di una piccola comunità ebraica ed il relativo quartiere.

 

Fontana delle sette cannelle a Pitiglian0

Borghi nel Tufo della Maremma Toscana: Pitigliano e la fontana delle sette cannelle

 

Pitigliano è un borgo che si sviluppa in lungo su uno sperone di roccia tufacea. Quando si percorre la strada opposta al paese, la vista è davvero impressionante e rende l’idea di perchè Pitigliano sia uno dei borghi più belli della Maremma.

Pitigliano è stato inserito nel circuito dei Borghi più Belli d’Italia ed è anche Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Tra le cose da vedere a Pitigliano vi consiglio innanzitutto di visitare il quartiere ebraico, situato lungo via Zuccarelli.

Qui potrete trovare alcuni tra gli edifici più importanti della comunità ebraica, come la sinagoga, il forno delle azzime ed il macellaio kosher.

 

Panorama su Pitigliano, uno dei Borghi nel tufo della Maremma Toscana

Panorama su Pitigliano, uno dei Borghi nel tufo della Maremma Toscana

 

Fra gli luoghi da vedere a Pitigliano, non mancate di visitare:

 

L’acquedotto Mediceo – Situato poco dopo l’ingresso nel Borgo di Pitigliano. Si distingue per i numerosi archi che lo compongono e serviva per l’approvvigionamento idrico della città.

La fontana delle sette Cannelle – Si trova in piazza della Repubblica. Oggi è una fontana ornamentale della piazza. In passato era la fontana da dove gli abitanti di Pitigliano potevano attingere l’acqua per il sostentamento familiare.

Palazzo Orsini – Ubicato poco distante piazza della Repubblica è anche il Palazzo storicamente principale del borgo. Conosciuto come ex Rocca Aldobrandesca, passò successivamente in mano agli Orsini, una famiglia nobile di Pitigliano, divenendone la residenza nobiliare.

Oggi, al suo interno o con accesso dai suoi cortili collegati, si trovano il Museo di Palazzo Orsini e il Museo di Arte Sacra. In un’ala dell’antico Palazzo/fortezza si trova il Museo Civico Archeologico della Civiltà Etrusca “Enrico Pellegrini“, che custodisce reperti di origine etrusca. 

Per conoscere i contatti sul posto, gli orari ed i prezzi di ingresso del Museo di Palazzo Orsini a Pitigliano, potete scaricare gratuitamente il pdf che trovate qui.

Se oltre al Museo Civico Archeologico della Civiltà Etrusca “Enrico Pellegrini” volete visitare anche il Museo Archeologico all’aperto “A. Manzi”, potete acquistare il biglietto cumulativo, al costo di € 6,00 o ridotto a € 3,00.

Il Duomo di Pitigliano – Conosciuto come la Cattedrale di San Pietro e Paolo, è una chiesa in stile Barocco. Prima era un’antica pieve. Venne poi ristrutturata a più riprese, fino a diventare l’attuale chiesa.

Curiosità sul campanile – All’inizio aveva scopi civili e militari, ma la necessità di avere delle campane, rese necessaria l’aggiunta di un livello al campanile dove disporle.

Visitare il centro storico di Pitigliano – Pitigliano ha degli angoli davvero graziosi. Ti consiglio di visitarlo e percorrere le sue vie fino alla punta estrema del paese.

 

Borghi imperdibili da visitare nella Maremma Toscana

Dove si trova Pitigliano (Grosseto)

 

 


 

 Borghi nel tufo da vedere in Maremma Toscana 

2. Sorano, la Matera della Toscana

 

Sorano è un altro dei borghi costruiti nel tufo della Maremma Toscana. Per la sua conformazione e posizione, Sorano è conosciuta non a caso come la Matera della Toscana.

 

Il Borgo di Sorano, uno dei Borghi nel Tufo della Maremma Toscana

Il Borgo di Sorano, uno dei Borghi nel Tufo della Maremma Toscana

 

Di solito si visitano in coppia Sorano e Sovana. Si trovano a una decina di chilometri l’una dall’altro e Sovana, è frazione di Sorano.

Sorano è un borgo antico nel quale si respira ancora l’atmosfera Cinquecentesca. Un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. Deve gran parte della sua fama alla presenza degli Etruschi.

 

 

Il Borgo di Sorano, uno dei Borghi nel Tufo della Maremma Toscana masso Leopoldino

Il Borgo di Sorano  uno dei Borghi nel Tufo della Maremma Toscana

 

Furono loro, infatti, a scavare le celebri Vie Cave, delle lunghe vie di comunicazione scavate nel tufo, dall’utilizzo incerto.

Alcuni sostengono che siano delle vie utilizzate a scopo commerciale, altri dicono siano state utilizzate solo a scopo di connessione tra le città etrusche o come vie di fuga, altri ancora, ritengono siano state utilizzate per la canalizzazione dell’acqua.

Nonostante l’incertezza, le vie cave sono una delle attrazioni fondamentali da vedere della Maremma Toscana.

Da vedere assolutamente a Sorano, c’è la trecentesca Fortezza Orsini, una fortezza tuttora visitabile.

 

Luoghi da vedere a Sorano nella Maremma Toscana - La Fortezza Orsini

Luoghi da vedere a Sorano nella Maremma Toscana – La Fortezza Orsini

 

Anche questa struttura appartenne agli Aldobrandeschi, ma passò poi agli Orsini secondo un normale processo ereditario, dopo un matrimonio tra i figli delle due casate.

Al suo interno oggi si trova il Museo del Rinascimento e del Medioevo.

Costi della visita

Museo e Fortezza Orsini – € 5,00 il biglietto intero, € 3,50 quello ridotto.

Biglietto Cumulativo – € 10,00. Comprende gli ingressi al Parco archeologico “Città del tufo”, al Museo del Medioevo con la Fortezza Orsini e al Polo Museale di Sovana, con il Museo di San Mamiliano.

Orari di visita anno 2022

  • Gennaio – Dal 1 al 6 gennaio aperto dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17. Le visite guidate ai camminamenti vengono effettuate alle ore 12 e alle ore 14.
  • Marzo – Aperto il sabato e la domenica con orario 10-12 e 16-18. Le visite guidate ai camminamenti vengono effettuate alle ore 12 e alle ore 15.
  • Mesi da Aprile a Settembre – Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 12 e dalle 16 alle18. Giornata di chiusura in questo periodo: il lunedì. Le visite guidate ai camminamenti vengono effettuate alle ore 12, alle ore 15 e alle ore 18.
  • Mese di Ottobre sino al Ponte di Ognissanti – Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 12. Lunedì chiuso. Le visite guidate ai camminamenti vengono effettuate alle ore 12 e alle ore 15.
  • Mese di Novembre – Aperto il sabato e la domenica dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 14 alle 17. Le visite guidate ai camminamenti vengono effettuate alle ore 12 e alle ore 14.
  • Mese di Dicembre – Aperto per il Ponte dell’Immacolata nel giorni 7 e 8 Dicembre – Aperto per le festività natalizie nelle giornate del 21, 23, 26 e 31 Dicembre, con orario di apertura dalle ore 10-13 e 14-17. Le visite guidate ai camminamenti vengono effettuate alle ore 12 e alle ore 14.

 

Nei vicoli di Sorano, provincia di Grosseto - Donna nei vicoli seduta

Nei Borghi di Tufo della Maremma Toscana – Atmosfere rarefatte fra le vie di Sorano

 

Sorano è stata in passato una città murata, ma la cinta muraria è stata assorbita dagli edifici. Restano visibili due porte di accesso alla città: la Porta dei Merli e la Porta di Sopra.

La città si può ammirare bene dall’alto della fortezza Orsini e dal cosiddetto Masso Leopoldino. Quest’ultimo si configura come una terrazza panoramica ricavata dalla roccia viva, una roccia lavorata ma ancorata al terreno.

Il Masso Leopoldino è così chiamato perchè realizzato su volontà del Gran Duca Leopoldo. All’inizio aveva scopi difensivi contro i possibili invasori.

L’edificio religioso più importante da vedere a Sorano, è la Chiesa Collegiata di San Nicola, edificio religioso risalente al Medioevo, ma ristrutturato più volte tra il 1500 e il 1700.

Infine, ultimo ma non meno importante luogo da visitare, è il Ghetto Ebraico di Sorano.

 

Panorama del Borgo di Sorano fra le "Città del Tufo" in provincia di Grosseto

Luoghi da vedere nella Maremma Toscana – Panorama del Borgo di Sorano

 

Così come a Pitigliano, anche a Sorano c’è una parte che era adibita a Ghetto per la Comunità ebraica. Si vedono ancora i segni dove posavano i grandi cancelli che venivano chiusi la sera e riaperti la mattina.

Sono presenti ancora il forno delle azzime e la Sinagoga è stata restaurata. Una costosa opera di risanamento ha permesso il recupero del Ghetto.

 

Borghi imperdibili da visitare nella Maremma Toscana

Dove si trova Sorano (Grosseto)

 

 

 


 Borghi nel  tufo da vedere in Maremma Toscana 

3. Sovana,  il Borgo delle Necropoli

 

 

Sovana borgo nel Tufo in provincia di Grosseto

Cosa vedere e fare a Sovana , uno dei Borghi scavati nel tufo in Maremma

 

Come detto prima, l’altro borgo nel tufo che di solito si visita in coppia con Sorano, è Sovana..

Anche Sovana appartiene al circuito dei Borghi più Belli d’Italia. E’ un piccolissimo paesino situato a 10 chilometri da Sorano e non è comune indipendente, ma è frazione di Sorano.

Ciò che rende importante Sovana è la presenza di un tesoro, delle necropoli etrusche e le vie cave, oltre ad avere dato i natali ad un Papa fondamentale per la Chiesa Cattolica.

Prima di tutto consiglio di girare per le vie di Sovana, percorrendo la strada principale da un estremo all’altro.

Da una parte si trova la Rocca Aldobrandesca, ormai ridotta ad un cumulo di macerie. Costruita su uno sperone di roccia tufacea e su rovine di origine etrusca, in passato fu simbolo del potere degli Aldobrandeschi.

Nel 1200 passò di mano agli Orsini per poi essere restaurata sotto il dominio Senese.

L’ultimo proprietario fu Cosimo de’ Medici, che la restaurò per l’ultima volta prima del definitivo abbandono. All’estremo opposto del paese si trova il Duomo di Sovana, che risale all’VIII e IX secolo. Dedicato ai Santi Pietro e Paolo, al suo interno si trovano le spoglie di San Mamiliano.

 

Interni del Duomo di Sovana, Grosseto Italia

Interni del Duomo di Sovana

 

Per visitare il Duomo Cattedrale, dovrete acquistare il biglietto di ingresso singolo o cumulativo. Quest’ultimo vi darà modo di visitare anche il Museo di Palazzo Orsini a Pitigliano.

Il costo del biglietto cumulativo è di € 6,00, mentre l’ingresso alla sola Cattedrale di San Pietro di Sovana, ha il seguente tariffario;

  • Biglietto Intero – € 2,50;
  • Biglietto Ridotto – € 2,00 (gruppi)
  • Biglietto per visitatori 6 a 17 anni – € 1,00;
  • Ingresso Gratuito per: under 6, gruppi della Diocesi di Pitigliano (minimo 10 persone), residenti nei comuni di Pitigliano e Sorano.

Orari di visita dell’ Antica Cattedrale di San Pietro a Sovana

  • Tutti i giorni 10.00-13.00 alle ore 15.00 al tramonto
  • A Gennaio e febbraio aperto solo nei fine settimana:
  • Dal 5 agosto al 3 settembre orario di apertura continuato dalle ore 10 alle ore 20

Nel centro di Sovana, in piazza del Pretorio, la piazza principale del borgo, si trova Palazzo dell’Archivio, un tempo sede del comunale.

Sempre a Sovana, non mancate di vedere la Chiesa di Santa Maria.

Oltre a recare uno dei cibori più antichi di tutta la Toscana, al suo interno si trova una statua di Papa Gregorio VII. Nato come Ildebrando di Soana, divenne Papa Gregorio VII nel 1073. Si battè per il celibato della chiesa e, con Enrico IV, per la lotta delle investiture.

La parte fondamentale della visita a Sovana è il Tesoro di Sovana.

Si tratta di 498 monete d’oro risalenti al V secolo dopo Cristo, appartenenti probabilmente ad un soldato dell’esercito. Furono ritrovate nel 2004, durante i lavori di restauro della chiesa di San Mamiliano ed esposte nel museo.

Il Tesoro di Sovana è strettamente collegato alla leggenda popolare del conte di Montecristo e al Tesoro che egli avrebbe nascosto sull’isola toscana.

Sessantasei monete del Tesoro vennero trafugate alcuni fa, ma per fortuna sono state ritrovate e nuovamente esposte nella struttura museale, rinnovata e resa “a prova di ladri”.

Il Tesoro lo potrete ammirare nel Museo di San Massimiliano, allestito all’interno dell’omonima Chiesa. Si tratta di un Polo Museale inserito all’interno della Rete Provinciale dei Musei della Maremma

Il resto del tesoro di Sovana è ora esposto a Firenze, presso il Museo Archeologico Nazionale di Firenze.

Orari e prezzi per visitare il Museo di San Massimiliano a Sovana

  • Marzo 2022 – sabato e domenica dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 15 alle 18;
  • Dal mese di aprile a settembre – Aperto tutti i giorni ad eccezione del mercoledì, giorno di chiusura settimanale, con orari di apertura 10-13 e 15-19;
  • Da ottobre al ponte di Ognissanti Aperto tutti i giorni ad eccezione del mercoledì, giorno di chiusura settimanale, con orari di apertura 10-13 e 15-18;
  • Novembre – Aperto solo il sabato e la domenica con orario 10-13 e 14-17
  • Dicembre – Aperto per il Ponte dell’Immacolata concezione (7-8) e festività natalizie (dal 21 al 23 dicembre e dal 26 al 31 dello stesso mese) con orario 10-13 e 14-17. Chiuso il 24 e il 25 Dicembre

Costi del Biglietto

  • Biglietto intero € 2,00 (non sono previste riduzioni)
  • Biglietto cumulativo: € 10,00 comprende gli ingressi al Parco archeologico “Città del tufo”, al Museo del Medioevo con la Fortezza Orsini e al Polo Museale di Sovana con il Museo di San Mamiliano.

 

Luoghi da vedere nella Maremma Toscana - La Tomba Etrusca della Sirena a Sovana

Luoghi da vedere nella Maremma Toscana – La Tomba Etrusca della Sirena a Sovana

 

Nei dintorni di Sovana infine, si trovano le vie cave e le necropoli. In questa zona si trova un numero elevato di necropoli etrusche ma, nei dintorni di Sovana, si trovano quelle più famose ed importanti.

Vale la pena ricordare che l’intero Parco Archeologico della “Città del Tufo”, ricomprende l’area Archeologica di Sovana, l’area Archeologica di Vitozza a San Quirico, nonché l’area Archeologica di San Rocco.

In particolare, nel territorio di Sovana sono ubicate le seguenti necropoli e vie cave etrusche:

• La Necropoli del Felceto ( con la famosa Tomba Ildebranda)
• La Necropoli di Sopra Ripa ( con la Tomba della Sirena)
• La Necropoli del fosso Folonia con la Tomba Folonia
• Necropoli del Sileno con le Tombe del Sileno e dei Colombari
• Via Cava di Poggio Prisca (necropoli del Felceto)
• Via Cava del Cavone (necropoli del Felceto)
• Via Cava di San Sebastiano (necropoli di Sopra Ripa)

 

Le viuzze del Borgo di Sovana, borgo nel tufo

Luoghi da vedere nella Maremma Toscana – Le viuzze del Borgo di Sovana

 

Per avere le indicazioni circa l’orario ed i costi di ingresso al Parco Archeologico della Città del Tufo a Sovana, potete scaricare qui il pdf

Sono tutte e pagamento tranne l’accesso alla Tomba della Sirena.

Purtroppo non è ben segnalata, ma basta seguire l’indicazione per le necropoli etrusche e poco prima di arrivare, sulla sinistra, c’è un piccolo parcheggio delimitato da una staccionata. Da qui basta seguire le indicazioni per la Tomba della Sirena. E’ la necropoli più visitata poiché è l’unica ad accesso gratuito.

 

 

Borghi imperdibili da visitare nella Maremma Toscana

Dove si trova Sovana (Grosseto)

 

 

 


 

Borghi da vedere in Maremma Toscana 

4. Montemerano

 

 

Montemerano è un altro degli incantevoli borghi da vedere in Maremma Toscana. E’ ubicato a pochi chilometri da Saturnia e dalle sue Terme libere.

Montemerano è una frazione del Comune di Manciano e il suo nome deriva dal latino Mons marianus, ossia il monte su cui Silla sconfisse il console Mariano, nell’anno 88 a.C. Anche Montemarano appartiene al Club dei Borghi più Belli d’Italia.

 

Scorci del Borgo di Montemerano in Maremma

Scorci del Borgo di Montemerano

 

Storicamente, anche Montemerano appartenne prima ai possedimenti degli Aldobrandeschi e poi degli Orsini.

A Montemerano esistevano tre cinte murarie, oggi quasi tutte assorbite dalle case.

La prima delle cinta murarie proteggeva il castello, la seconda la Rocca dell’Aldobrandeschi, la terza la Chiesa di San Giorgio.

A proposito della Chiesa di San Giorgio, questa è famosa per la Madonna della Gattaiola. E’ un dipinto che rappresenta la Madonna ed è disegnata su di una porta che reca un foro in basso, probabilmente per far passare un gatto. Da qui il suo nome.

Oltre a visitare le deliziose vie, dovete assolutamente vedere la piazza principale di Montemerano. E’ Piazza del Castello. Peccato che, a discapito del suo nome, il castello non ci sia.

Come castello sono considerati gli edifici che si affacciano sulla piazza, oggi sede di eventi, piccoli concerti e rappresentazioni teatrali.

Anche se c’è molto meno da vedere rispetto agli altri borghi maremmani, resta un bel paesino da visitare.

 

Borghi imperdibili da visitare nella Maremma Toscana

Dove si trova Montemerano (Grosseto)

 

 


 Borghi da vedere in Maremma Toscana 

5. Saturnia e le sue cascate libere

 

 

Cosa vedere e fare nella Maremma Toscana - Le splendide cascate del Mulino a Saturnia

Cosa vedere e fare nella Maremma Toscana – Le splendide cascate del Mulino a Saturnia

 

Saturnia è uno splendido Borgo della Maremma Toscana, oggi noto per le acque termali sulfuree che sgorgano dal suo sottosuolo. Una lunga storia, quella di Saturnia, uno dei Borghi più antichi d’Italia.

Abitato sin dalla preistoria, il suggestivo centro della Maremma grossetana, prese il nome di Aurinia in epoca etrusca, in onore della divinità etrusca delle acque. I Romani lo ribattezzarono successivamente Saturnia, in onore della divinità Saturno.

Il suo centro storico è un luogo ideale per splendide e rilassanti passeggiate, impreziosite dalla visita alla Chiesa di Santa Maria Maddalena, all’antica porta risalente all’epoca romana, al piccolo Museo archeologico di Saturnia, dove è possibile ammirare la ricostruzione di una delle tombe etrusche scoperte nella vicina necropoli del Puntone.

Da non mancare poi, una visita ai resti delle antiche terme romane, che presentano ancora dei bei mosaici.

 

le piscine naturali del Mulino di Saturnia (Gorello)

Luoghi da vedere nella Maremma Toscana – Le piscine termali libere a Saturnia

 

Più che del Borgo di Saturnia, qui troverete i dettagli sulle sue cascate libere, tra le più famose d’Italia: le cascate del Mulino di Saturnia.

Sono conosciute anche come Cascatelle del Mulino, oppure Cascate del Gorello, dal nome del piccolo torrente che le origina.

L’acqua delle cascate è di origine termale e sbuca direttamente dal sottosuolo, alle spalle del mulino. Ha una temperatura costante di 37°C tutto l’anno ed è ricca di zolfo.

Nel corso dei secoli, il deposito di zolfo sulla roccia di travertino, ha creato delle piscinette naturali, dalla profondità variabile dai 20 centimetri al mezzo metro.

Le cascate del Mulino sono famose per essere oltre che belle, un toccasana per la salute della gente a costo zero.

Le cascate sono visitabili durante tutto l’anno, ma i periodi migliori sono la primavera e l’autunno.

In inverno è bellissimo immergersi nel caldo delle piscinette. Sconsiglio di andarci in estate e nei fine settimana, causa troppo affollamento e troppo caldo.

Informazioni utili sulle cascate del Mulino di Saturnia –  Non c’è un costo d’ingresso, né di parcheggio.

Davanti alle cascate si trova un po’ di spazio libero, dove poter mettere l’ombrellone e gli asciugamani. Sono consigliate le scarpette da roccia.

Ci si può portare del cibo e da bere da casa ma l’importante è lasciare tutto pulito.

Se non ci si porta nulla da da casa, corre in soccorso il bar Ristoro Cascate del Mulino di Saturnia. I prezzi del bar sono tutto sommato economici.

 

Borghi imperdibili da visitare nella Maremma Toscana

Dove si trovano le cascate del

Mulino a Saturnia (Grosseto)

 


Cosa fare nella Maremma Toscana:

Il Benessere che viene dai

Prodotti della Terra Maremmana

 

 

Il Dolce tipico della Comunità ebraica di Pitigliano lo Sfratto dei Goym

Il Dolce tipico della Comunità ebraica di Pitigliano: lo Sfratto dei Goym

 

Come per tutta la Toscana, anche la Maremma brilla per la bontà dei prodotti tipici del territorio e per l’alta qualità della sua cucina. Vista la vocazione agricola di questa terra e la bellezza della sua fascia costiera, non è difficile immaginare che la sua cucina sia collegata a queste peculiarità!

Terra di saperi e di sapori, la Maremma Toscana, in cui gli ingredienti genuini e semplici di base, sono esaltati dalla bontà dei suoi oli, da spezie come lo zafferano, da formaggi come il Pecorino Etrusco o il Canestrato.

Senza dimenticare i piatti a base di cacciagione, gli ottimi vini come il Morellino di Scansano.

Per terminare degnamente ogni pasto poi, non perdetevi un assaggio del dolce tipico di Pitigliano e Sorano, lo  “Sfratto dei Goym”, presidio slow food, legato alla storia e alle consuetudini delle comunità ebraiche di questi due Borghi della Maremma Toscana.

 


Cosa mangiare nella Maremma Toscana:

I Piatti tipici (ma non troppo)

 

Cantuccini e vin Santo

Cantuccini e vin Santo

 

Difficile parlare di un piatto che sia esclusivamente tipico della Maremma Toscana.

Piuttosto mi sento di suggerire alcuni piatti tipici della Toscana, magari adeguati e corretti con i prodotti più tipici della terra maremmana. La Toscana è una delle regioni italiane con una eno-gastronomia tipica dai valori eccelsi, e quindi ecco i miei consigli.

Pici all’aglione: questo piatto è tipico della Val di Chiana, ma sono ottimi anche qui, in Maremma. I pici sono degli spaghetti molto simili ai bucatini, ma fatti con sola acqua, farina, pochissimo olio e sale. Sono di forma irregolare e senza il buco. Sono serviti come primo piatto con un sugo di pomodoro all’aglio. Quest’ultimo si sente in maniera giusta, perchè non è troppo poco né troppo forte.

 

I Pici all'aglione

I Pici all’aglione

 

Tagliata: per gli amanti della carne, la tagliata e la fiorentina, in Toscana sono dei must. La tagliata per me resta sempre la migliore. Nel mio viaggio in Maremma ho mangiato la tagliata in differenti varietà: con i funghi porcini, col lardo di colonnata, oppure la classica, con rucola e grana. Ovviamente accompagnata da un ottimo vino rosso.

Acqua Cotta: l’acqua cotta è proprio tipica della bassa Maremma. E’ un piatto tipico della tradizione contadina. Si tratta di una zuppa a base di verdure, che varia secondo la zona dove è prodotta. Elementi base sono le verdure, che possono variare. Viene poi aggiunto del pane, che può essere messo sul fondo della zuppa, oppure a parte. Infine è cotto un uovo messo sopra la zuppa.

 

Cosa mangiare nella Maremma Toscana - L'Acqua cotta

Cosa mangiare nella Maremma Toscana – L’Acqua cotta

 

I tortelli ripieni: altro piatto che si trova frequentemente nei ristoranti della Maremma sono i tortelli maremmani. Il ripieno è generalmente fatto di ricotta e spinaci, mentre i tortelli possono essere conditi con ragù di carne, olio, oppure burro e salvia.

Cantucci e vin santo: Ovunque siate in Toscana, questo è il modo migliore di chiudere il pranzo o la cena ed i immergersi nei sapori immergersi nei sapori della Toscana.

I vini: Sebbene la Maremma abbia degli ottimi vini prodotti dal suo territorio, mai farsi mancare un rosso Toscano. In particolare, accompagnate i vostri pasti con un ottimo Chianti o ancora, con un Rosso di Montepulciano. Siamo leggermente fuori zona, ma pur sempre in Toscana.

 


 

Borghi e campagne da vedere e da vivere in Maremma Toscana

Borghi e campagne  – Luoghi da vedere e da vivere in Maremma Toscana

 

Vi siete lasciati affascinare dalla bellezza di questi spettacolari Borghi della Maremma Toscana? Siete pronti a visitarli? Nel frattempo, se ciò che avete letto sin qui è stato di vostro gradimento, condividetelo sui vostri canali social!

Ricordatevi che potete sempre scambiare quattro chiacchiere con me anche sulla Pagina Facebook di Spunti di Viaggio, su Linkedin, Pinterest o sul profilo Instagram.

Potrebbe interessarvi continuare la navigazione nella sezione Consigli di Viaggio, oppure scoprire qualcosa di più sul ciò che ho scritto sulla Toscana negli articoli correlati:

Cosa vedere nella Galleria degli Uffizi a Firenze

Cosa vedere e fare a San Gimignano

Se poi volete leggere di altri Borghi in Italia o in Europa, potrebbe interessarvi leggere di:

O ancora, scoprire la bellezza, la Natura e la Cultura nelle altre regioni della nostra Bella Italia!

Lasciatevi Ispirare e al prossimo Spunto di Viaggio by Mimì

 

Cosa vedere e fare a San Gimignano in un weekend, la città turrita in Toscana

 

Guida alla Galleria degli Uffizi a Firenze: cosa vedere e come prenotare la visita

 

5 Borghi imperdibili da visitare in Basilicata: un viaggio nella storia Lucana

 

You may also like

18 comments

Rita 6 Maggio 2022 - 9:23

Molto interessanti! È una zona che mi ispira e che devo ancora scoprire. Le info mi saranno utilissime!

Reply
Mimì 6 Maggio 2022 - 15:44

Grazie mille Rita! I Borghi della Maremma Toscana sono davvero straordinari e fonte di ispirazione per tutti! E con tantissimi scorci da fotografare!
Felice che le informazioni su questi 5 Borghi da visitare ti possano tornare utili!

Reply
Annalisa+Trevaligie-Travelblog 6 Maggio 2022 - 12:22

Sono stata nella Maremma toscana lo scorso anno per portare le bambine ai Piani degli alpaca, facendo base a Capalbio. Purtroppo siamo riuscite a vedere ben poco dei dintorni perchè avevamo poco tempo a disposizione. Ma abbiamo ora una buona scusa per tornare… questi borghi sono incantevoli.

Reply
Mimì 6 Maggio 2022 - 15:39

Anche Capalbio è una zona davvero splendida però!

La Maremma Toscana è fonte di grande ispirazione e di grande bellezza e ci sono sempre mille motivi per andrci o per tornare!

Reply
Elisa Tremolada 6 Maggio 2022 - 19:08

Ho vissuto qualche anno in Maremma e la conosco abbastanza bene. Secondo me è sottovalutata! Ci sono dei posti pazzeschi, borghi incantevoli, sagre e feste del vino, una natura selvaggia e spiagge bellissime! Mi hai fatto venire una gran voglia di ritornarci. Facevo le stagioni in un campeggio al mare e ho dei ricordi davvero belli di questi luoghi… Grazie per avermeli riportati alla memoria

Reply
Mimì 7 Maggio 2022 - 5:54

Dici giusto Elisa! La Maremma Toscana è tanto sottovalutata quanto meravigliosa! Anche se qui abbiamo scritto di 5 Borghi, tutto il territorio maremmano è così ricco di tradizioni, storia e bellezza, che vale la pena tornarci, soprattutto a distanza di tempo!
Felice di averti fatto tornare in mente questi ricordi!

Reply
Alice delle meraviglie 7 Maggio 2022 - 10:14

Conosco abbastanza bene la Toscana, specialmente la Maremma, mio marito ci andrebbe ogni estate e quando capita troviamo sempre qualcosa di nuovo da vedere, in questo articolo ci sono spunti interessanti per un futuro giro.

Reply
Mimì 7 Maggio 2022 - 15:45

Grazie Alice! La Maremma Toscana non terminerà mai di stupirci!

Reply
Luca - Capturing The World 7 Maggio 2022 - 10:58

Grazie mille Mimì! é stato bello scrive di una delle zone più belle d’Italia

Reply
Mimì 7 Maggio 2022 - 15:43

Sono io a ringraziare te Luca! Mi hai fatto toccare con mano le emozioni di una terra fantastica, perchè la Maremma Toscana è davvero un grande gioiello!

Reply
Lara 7 Maggio 2022 - 11:31

Bellissimi questi borghi, ci sono stata proprio due anni fa! Anche se ammetto che il mio cuore è in Val d’Orcia!

Reply
Mimì 7 Maggio 2022 - 15:44

Ciao Lara! La verità “vera” è che tutta la Toscana è un gioiello! E si scoprono sempre mille luoghi magici. La val d’orcia è anche nel mio cuore, e la Maremma Toscana non è da meno!

Reply
Marina 7 Maggio 2022 - 22:27

Conosco bene questi borghi avendo fatto vari trekking in zona, ho perfino dormito dentro il Palazzo Orsini di Pitigliano in una casa col fantasma! Che dire? Arte, storia, natura, buon cibo, davvero territori di grande ricchezza e bellezza.

Reply
Mimì 8 Maggio 2022 - 6:23

Ma che esperienza meravigliosa dormire all’interno di un Palazzo così splendido come Palazzo Orsini! La Maremma Toscana non delude mai!

Reply
Eliana 9 Maggio 2022 - 17:24

Io adoro i borghi in tufo e in pietra! Hanno un sapore unico e sono davvero splendidi! Vie strette, storia in ogni angolo.. Una meraviglia! Questi della Maremma non li ho ancora visitati e mi ispira moltissimo Pitigliano: un motivo in più per partire!

Reply
Mimì 9 Maggio 2022 - 20:54

Ciao Eliana!

Pitigliano, Sorano, Sovana, Montemerano e Sovana sono dei gioiellini della Maremma Toscana che meritano di essere visitati!
Sono felice di averti ispirata!

Reply
Libera 13 Maggio 2022 - 8:42

Questa zona è davvero caratteristica e di recente, grazie al forte afflusso di persone presso le Terme di Saturnia, sta vivendo una seconda primavera. I borghi sono davvero tutti da visitare, uno più bello dell’altro.

Reply
Sabrina 13 Maggio 2022 - 14:14

Viaggiamo spesso per l’Italia che pensavo di averla visitata quasi tutta ma mi sono resa conto, leggendoti che non è proprio cosi e mi fa piacere vedere quanti luoghi ancora abbiamo da scoprire.

Reply

Leave a Comment